THINK ON THESE THINGS

IMG_6930

La vita è un costante mutamento. Alcuni di noi cercano la stabilità, l’equilibrio e così facendo trovano solo sofferenza. La mente è in costante movimento senza nessun momento di pausa, in grado di essere in armonia con la vita e, quindi, felice e gioiosa.

… ma “Gli essere umani (leggo le parole di Krishnamutri) si scavano una piccola pozza personale lontana dalla corrente impetuosa della vita, e in quella piccola pozza stagnano, muoiono; e questa stagnazione, questo decadimento, è ciò che chiamiamo esistenza

In Occidente si chiama zona d’agio o di comfort nel quale ci crogioliamo per timore del cambiamento. Mai lasciare la strada vecchia per quella nuova, perché sai quello che lasci ma non sai quello che trovi: bella frase invalidante che ho sentito spesso pronunciare da mia madre, e alla quale ho creduto per parecchio tempo. L’ho portata nel lavoro, nelle relazioni e confesso che, ancora oggi, è la prima ancora che cerco quando è in atto un cambiamento. Ma ho imparato a vederla, ringraziarla, accettandola con gratitudine e lasciando che percorra un’altra strada permettendo al cambiamento di fluire nella mia vita.

La fluidità: meravigliosa esperienza da sperimentare quanto prima se consideri che la maggior parte di noi studia in modo meccanico superando esami, ottenendo lavori e imparando tecniche per avere successo. Ma si dimenticano di prestare attenzione alle cose autentiche della vita: la bellezza che li circonda, l’abbondanza, l’amore. E così vivono una vita frammentata e avvolta dalla durezza, immobilizzando la creatività bambina che trasporta i sogni da realizzare.

Ci è sempre dato di scegliere se essere tecnici o creativi ed è bene imparare ad essere entrambe le condizioni così da divenire ancor più fluidi: tecnici quando si tratta di mettere in campo determinazione e coerenza, creativi per trovare nuovi punti di vista, fluire nei problemi trovando facili e svariate soluzioni. Occidente e Oriente che si miscelano danno ottimi risultati.

Oggi e per i prossimi 2/3 giorni sperimenta la fluidità iniziando a cambiare le tue abitudini: cambia posto a tavola, percorri strade diverse per andare al lavoro, esci dal letto dalla parte opposta, leggi un libro o una rivista iniziando dal fondo. Piccoli suggerimenti che ti portano a interpretare la vita guardandola da un punto di vista diverso. Memorizza ciò che accade: lasciati andare al fluire della vita ascoltando il tuo “sentire sottile”.

Si può essere creativi e fluidi se c’è l’abbandonarsi lasciandoti cullare dalla vita: via le costrizioni, la paura di non essere, di non ottenere, di non arrivare. E, infondo, è facile …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...