GLI ALTRI SIAMO NOI

1660609_706000026106724_1435996403_n

«Mi amo e mi approvo esattamente come sono» Qual è il significato profondo di questa frase così bella e allo stesso modo così impegnativa? Ti esprimo il mio punto di vista. Significa accettare tutte le sfumature che compongono il mio essere, sentimenti di vergogna e senso di colpa compresi, e smettere di proiettare sugli altro il mio disagio iniziando ad assumermi la responsabilità della mia vita.

Quando mettiamo in evidenza le debolezze altrui stiamo tradendo la possibilità di accettare le nostre debolezze. In questo modo instauriamo «una relazione inconsapevole» con noi stessi e la via più breve che ci viene consigliata dall’ego è quella di proiettare sugli altri il nostro disagio. In questo modo non facciamo altro che rinforzare ancor di più il nostro disagio, che continuerà a manifestarsi nella nostra vita.

Per interrompere questa sequenza distruttiva e portare più chiarezza nel nostro presente, possiamo aiutarci con alcune domande:

  • Quali sono le debolezze che più condanno negli altri?
  • Se guardo con attenzione, queste debolezze mi appartengono, a un qualche livello e in una qualche forma?
  • Sono in grado di riconoscere i miei sensi di colpa? E se li riconosco, di cosa mi sento colpevole?
  • Ho forse creduto ora o in passato di essere responsabile dell’infelicità di qualcun altro?
  • Ho forse creduto ora o in passato che qualcun altro sia responsabile della mia infelicità?

Ti suggerisco di scrivere ogni domanda ed ogni risposta, prendendo coscienza del fatto che è andando in profondità nella conoscenza di te stessa e nell’assunzione di responsabilità che puoi cominciare ad apprezzare la tua vita. Prendi coscienza del fatto che ogni persona che incontri ti mostra una parte di te che ti valorizza o ti penalizza. Prendi coscienza del fatto che fai agli altri ciò che vuoi sia fatto a te, perché gli altri sono te.

«Si nega quel che ci è molesto, si sublima l’indesiderato, si limpida ciò che è angoscioso con una spiegazione razionale, si giustificano gli errori, e alla fine si pensa di aver sistemato tutto per benino» (Carl Gustav Jung)

One thought on “GLI ALTRI SIAMO NOI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...