LIBERTA’

immagine-articolo-libertc3a0 (2)

Siate come il promontorio contro cui le onde si infrangono ripetutamente: esso rimane saldo fino a quando il tumulto delle acque tutto intorno si acquieta di nuovo. Anziché dire: “Me sfortunato perché questo è capitato proprio a me!”, dite piuttosto: “Sono fortunato che questo non mi abbia lasciato amarezza; saldo davanti al presente e intrepido davanti al futuro (Marco Aurelio Antonio)

Siamo liberi di vedere la nostra vita collocarsi in un contesto più ampio e abbondante. E, per fare ciò, dobbiamo liberare la mente da pensieri di piccolezza e scarsità. Come fare? C’è un unico modo: accorgerci di formulare questi pensieri e di cosa producono nella nostra vita. Scegliere, quindi, diversamente pensando che “C’è sempre un altro modo”, trovare “l’altro modo” e agire di conseguenza.
Accorgiti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...