PERCHÉ vs COME

IMG_9435

Soffermarsi troppo sui “perché” alcune cose accadono non é sempre produttivo. A volte é il modo che scegliamo per rimanere incastrati in una condizione di sofferenza. Prova a pensare: sei in una situazione difficile e ti domandi: “Perché sta capitando tutto ciò, proprio a me?” La risposta più vicina alla realtà di questa domanda genera quasi sempre frustrazione e senso di colpa. Senza contare che potresti domandare più e più volte il perché senza comprendere la risposta.

Molto meglio domandarsi: “Come posso … Quale insegnamento mi sta offrendo la vita … Qual’e il messaggio profondo e positivo contenuto in questa situazione…” Queste domande orientano la vita verso la soluzione, anziché restare invischiati nel problema. Non é sempre immediata la risposta è, quando accade ciò, io faccio così: prendo un foglio e scrivo la domanda, attendendo per un attimo cosa accade. Se nulla avviene, piego il foglio, lo metto da parte e lascio passare un po di tempo. Se nel frattempo nulla accade, riprendo un altro foglio bianco e ripeto l’operazione: scrivo la domanda è attendo la risposta. Ripeto fino a che non arriva il sollievo della soluzione. É un esercizio facile ed é solo uno dei modi per aumentare la consapevolezza orientando la mente e l’energia verso il propositivo che offre la vita, anziché rimanere incastrato in un perché (spesso) sterile? La mia domanda ora é: ti ricorderai di farlo? Accorgiti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...