REALIZZAZIONE

IMG_9780

Sminuire gli altri per sentirsi migliori è ciò che accade a chi percepisce la mancanza di realizzazione in qualche area della vita.

Nella mia esperienza di coaching ricordo un uomo che soffriva un senso di ingiustizia. Il padre gli aveva detto che non avrebbe mai combinato nulla nella vita e, nonostante si fosse diplomato a pieni voti, un’ottima posizione professionale, credeva ancora che fosse così. Era arrabbiato, deluso e non sapeva come risolvere la questione.  Gli dissi di prendere in considerazione un aspetto importante: le persone parlano sempre a sé stesse.  Se qualcuno dice qualcosa che ci ferisce, che sembra ingiusta o addirittura falso, è bene ricordare che sta parlando a un aspetto di sé.

Questa riflessione gli fece comprendere che da bambino aveva sentito suo padre usare parole di amarezza nei confronti di sé stesso per non aver mai realizzato il suo potenziale. Con questo nuovo punto di vista  la rabbia e il risentimento svanirono per lasciare spazio alla compassione.

Non è mai troppo tardi per superare i sentimenti che ci affliggono sin dall’infanzia. In tutti quei momenti in cui ti senti schiacciare dalle circostanze, fermati per un attimo e disegna un nuovo finale alla tua vita passata.

Se le cose non sono andate come volevi non è detto che debba essere sempre così: puoi scegliere diversamente.  Sta a te decidere di reinterpretare le parole mettendoti in una posizione in cui puoi solo vincere, e le prospettive vincenti hanno il sapore della serenità. Accorgiti.

5 thoughts on “REALIZZAZIONE

    • Carissima Mara, prima di tutto una precisazione: tutti ci specchiamo – a un qualche livello – negli altri. Il concetto dello “specchio” è il modo che l’essere evoluto e consapevole ha di verificare cosa cambiare nella propria vita. C’era un mio carissimo amico che diceva: “Quando punto un dito contro gli altri, ricorda che altri tre sono puntati contro di te”. Incolpare gli altri per ciò che accade a noi è il modo per restare fermi nella situazione. Evolversi e andare verso la felicità è riconoscere che (ci piaccia oppure no) ogni cosa che accade è il frutto di una scelta spesso inconsapevole. Rabbia, risentimento e rancore sono emozioni che corrodono la vita. E’ come bere ogni giorno una goccia di veleno: alla fine chi ne farà le spese saremo sempre noi. Molto meglio cambiare paradigma e, anziché rimanere ancorati con il dito puntato contro l’altro, domandarsi come e cosa fare per migliorare la propria vita. Supera le emozioni che ti suscitano le frasi di tuo marito e domandati come essere felice partendo da adesso. L’amore e la felicità cominciano sempre e solo da noi ❤ Felice giornata, Mara 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...