UNIVERSALITA’

“Tu fai parte di una realtà molto più ampia” scrive swami Kriyananda, e continua “Se togliessi due corde di una chitarra e le tendessi fra due asticelle, nel pizzicarle otterresti un suono molto flebile. La ricchezza di suono delle corde pizzicate sulla chitarra dipende dalla cassa di risonanza dello strumento, che ne aumenta la sonorità.

Lo stesso vale per l’ego umano. Se pensiamo a noi stessi come isole solitarie in un oceano vasto e indifferente, ci sentiamo minacciati dalla vita, non sostenuti da essa. Potremmo sentire di dover scalare con le unghie e con i denti ogni piccola collina di difficoltà che ci troviamo davanti e di dover urlare a squarciagola di fronte alla più totale indifferenza per ottenere anche il minimo risultato.

IMG_0919

In questo modo, già a quarant’anni le persone si ritrovano spesso spente, psicologicamente esaurite, svuotate di energia, quasi sempre malate e ciniche riguardo alle loro future possibilità di successo. Tutto questo avviene perché hanno teso il loro ego tra due punti fissi (la casa e il lavoro ad esempio), piuttosto che inserire questa realtà con maggiore consapevolezza nella vastità della vita e dell’universo. I loro interessi sono concentrati in modo limitato su “io, mio, me, a me”. Pensano solo a cosa possono prendere dalla vita e non a cosa possono condividere con essa e con gli altri, ella grande avventura dell’esistenza.

Se tutto questo ti sembra vago per essere compreso chiaramente, ricorriamo pure a un esempio specifico. Se attraversi la vita pensando solo a te stesso, avrai meno probabilità di attirare l’aiuto degli altri rispetto a chi include anche loro nei suoi interessi. Se cerchi di coinvolgerli solo nei tuoi interessi, avrai meno probabilità di attrarre il loro sostegno rispetto a chi dimostra di avere a cuore anche i loro interessi. E se affronti i progetti nella prospettiva dell’interesse egoistico, tuo o degli altri, avrai meno probabilità di risvegliare in te o in loro un senso di dedizione, rispetto a chi si appella a principi e ideali elevati.

Più ampia è la nostra visione, più avrà potere.”

Dare è ricevere. E nel ricevere possiamo capire cosa abbiamo donato. Questo è il modo in cui il mondo ci aiuta a comprendere la direzione in cui stiamo andando. Non dormire sugli allori quando sei felice: rinforza la tua felicità condividendola. E ancora, non isolarti se qualcosa è andato male: pensa a una soluzione possibile e chiedi aiuto. Accorgiti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...