COLMARE LA DISTANZA

Quando c’è distanza tra dove ti trovi e dove vorresti trovarti si genera una sofferenza mista a frustrazione. Per esempio, se sei in buona salute ma vorresti essere più costante con l’attività fisica, ti basta un piccolo balzo per superare la distanza. L’ampiezza della frattura, che sarai tu a determinare, sarà il metro di misura per determinare di quali passi hai bisogno per andare da dove ti senti davvero a tuo agio.

Lasciate cadere quello che vuole cadere; se lo trattenete vi trascinerà con sé

Il primo passo: accettare il fatto che dove ti trovi ora è esattamente ciò di cui hai bisogno. E’ sempre possibile migliorare la propria vita e la pace interiore che ti farà balzare in avanti verso una nuova visione, deriva proprio dall’accettazione e dall’amore per dove ti trovi adesso. Se questo sentimento non viene generato, l’universo ha difficoltà a donarti ciò che desideri mostrandoti i passi necessari per procedere nella direzione in cui vuoi andare. I sentimenti consapevoli di amore e accettazione sono la base di partenza per ricevere l’energia necessaria affinché tutto si possa esprimere. Il secondo passo: ricordare sempre che sei responsabile della tua esistenza: se qualcosa non ti piace, hai sempre la facoltà di cambiarlo. Il risanamento interiore non è fatto di giudizi e condanne ma di domande.

Il terzo passo è una tecnica facile formata da un elenco di punti, due domande e una valutazione. Sii il più sincero possibile e stabilisci i gradi di distanza misurandoli in passi o salti (esempio: 1 passo -2 passi – 1 salto – 1 salto piccolo – medio – grande).

Preparazione: hai bisogno di uno o più fogli bianchi e una penna. Dividi il foglio in due parti. A sinistra scrivi DOVE SONO e a destra DOVE VOGLIO ESSERE. Sulla parte di sinistra scrivi l’elenco: (esempio: Relazioni familiari – Relazioni di coppia – Sessualità – Motivazione Personale – Paura (dei fallimenti, dei successi, dell’intimità, d’impegnarmi, di correre rischi etc…) – Preoccupazione – Frustrazione – Mettere i bisogno degli altri prima dei miei – Rabbia – Vergogna ….). Sulla parte di destra la valutazione (1 passo – 2 passi etc…)

Quando hai preparato il quadro generale, passa all’A.I.C. (Alza Il Culo) scrivendo la prima azione da compiere per agire. Se nella mia lista come priorità ci sono le relazioni di coppia e la valutazione che ho dato è 2 passi, trovo il modo per compiere una o più azioni che mi possano indirizzare da dove sono ora a dove voglio essere. Non avere fretta e mantieni fede ai tempi e modi che hai scelto per migliorare la tua relazione ricordandoti che una promessa mancata genera ulteriore frustrazione. Dunque la scelta migliore sono piccoli passi che sai di poter compiere, piuttosto che grandi passi che non compirai mai.

Se stai pensando che tutto questo è complicato, stai quasi certamente generando la possibilità di restare dove sei anche se non ti piace. La felicità a volte comporta piccoli sforzi quotidiani, scelte e decisioni, valutazioni e tanti A.I.C., uno accanto all’altro. Ma, come sempre, sei tu a scegliere e la scelta che farai determinerà un risultato. Accorgiti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...