SOSTEGNO DIVINO

La fiducia è alla base della vita. La dobbiamo sviluppare per procedere, fare scelte, relazionarci, comprendere, seguire nuove strade e punti di vista. Quando siamo inconsapevoli, la usiamo per condannare e giustificare le nostre piccole e grandi sconfitte. Nell’assunzione di consapevolezza diventa chiaro ed evidente che l’aver fiducia è una delle condizioni primarie da sviluppare se vogliamo vivere una vita il cui sguardo è diretto verso la felicità. Contrapposta alla fiducia c’è il dubbio.

Quando vogliamo raggiungere un obiettivo, qualunque esso sia, dobbiamo compiere dei passi preliminari: il primo è essere pronti ad andare nella direzione in cui abbiamo scelto e il secondo è avere fiducia. Non appena si verifica lo stato in cui si è pronti, c’è di norma un desiderio più o meno forte di ottenere quanto più in fretta possibile il risultato. Ti è successo di fare questa esperienza?

DOVE RIPONI LA FIDUCIA, COSI' SARA' IL RISULTATO

Questo passaggio delicato, se non è sostenuto da una fiducia incrollabile di potercela fare, sarà usato come deterrente per allontanare il nostro obiettivo inserendo al suo interno gli ostacoli di ansia e paura. Essere pronti è solo l’inizio della fiducia e lo puoi riconoscere da quella piccola sensazione che si manifesta dentro di te, simile a una certezza, una specie di sostegno divino che non ha nessun riferimento fisico se non la volontà di andare avanti.

C’è una lezione di Un Corso in Miracoli che dice: “Se hai fiducia nella tua forza, hai tutte le ragioni per essere apprensivo, ansioso e impaurito. Cosa puoi predire o controllare? Cosa c’è in te su cui si possa contare? Cosa ti potrebbe dare la capacità di essere consapevole di tutte le sfaccettature di ogni problema e di risolverle in modo tale che possa derivarne solo il bene? Cosa c’è in te che ti dia il riconoscimento della giusta soluzione, e la garanzia che verrà compiuta? Da solo non puoi fare nessuna di queste cose. Credere di poterlo fare significa riporre la tua fiducia dove la fiducia è infondata e giustificare paura, ansia, depressione, rabbia e tristezza. Chi può riporre la propria fede nella debolezza e sentirsi al sicuro? Tuttavia, chi può riporre la propria fede nella forza e sentirsi debole? Dio è la tua sicurezza in ogni circostanza. La Sua Voce parla per Lui in tutte le situazioni e in ogni aspetto di tutte le situazioni, dicendoti esattamente cosa fare per invocare la Sua forza e la Sua protezione. Non ci sono eccezioni, perché Dio non ha eccezioni. E la Voce che parla per Lui pensa come Lui. Oggi cercheremo di andare oltre la tua debolezza e raggiungere la Fonte della vera forza. |…| Chiudi gli occhi e |…| poi dedica un minuto o due alla ricerca delle situazioni della tua vita che hai ammantato di paura, e congeda ciascuna di esse dicendoti: Dio è la forza in cui confido.|…| La presenza della paura è un segno sicuro che in quel momento hai fiducia solo nella tua forza. La consapevolezza che non c’è nulla di cui avere paura mostra che da qualche parte nella tua mente, anche se non necessariamente in un luogo che ancora riconosci, hai ricordato Dio e hai permesso alla Sua forza di prendere il posto della tua debolezza. Nell’istante in cui sei disposto a fare questo non c’è davvero nulla di cui avere paura.”

Una lezione fondamentale che scandisce un passaggio importante verso la fiducia. C’è un momento in cui il divario tra il vedere la luce è così vicino al rimanere nel buio che per l’ego (quella parte di noi che ci sussurra di cercare senza mai trovare nulla e crede che la Luce sia una punizione) diviene spaventoso. E’ l’istante in cui la fede riposta nel buio non è più forte come un tempo e quella riposta nella luce è ancora debole. E’ una zona di passaggio, una terra di mezzo, come quando devi saltare un fosso d’acqua che ritieni essere largo per te, e rifletti se ce la puoi fare oppure no. Dove riponi la fiducia, così sarà il risultato.

C’è un momento in cui dobbiamo assolutamente lasciarsi sostenere dalle ali della fiducia affinché volare possa diventare una realtà e non solo un sogno immaginato. Non siamo solo corpo. Incitare al raggiungimento di un obiettivo attraverso azioni e il riconoscimento degli ostacoli emozionali è fondamentale, tanto quanto lo è lasciarsi andare a quella parte di noi che suggerisce l’abbandonare tutto nelle mani del Divino, della Forza Intelligente che io chiamo Dio. La consegna del pacco dentro il quale c’è il nostro obiettivo nelle Sue mano è il momento più importante, quello al quale attingiamo per sentire la piccola fiammella della certezza di potercela fare oltre ogni ragionevole dubbio.

Forse è un attimo e sono certa che anche tu l’hai sperimentata almeno una volta nella vita. Se è così, sai che esiste: l’hai conosciuto. Ora non ti resta che riprendere in considerazione questo aspetto e continuare ad alimentarlo dentro di te.

“Dio è la forza in cui confido” aggiunto ad azioni, non azioni, considerazioni, pensieri positivi, libri, corsi e quant’altro tu abbia necessità di fare, sarà la palestra dove svilupperai i muscoli della fede, quella fiducia salda che guarda in una sola direzione: il successo inteso come la capacità di far accadere ogni cosa che sperimenti nella tua vita.

Naturalmente puoi sostituire la parola “Dio” con quello che più ti piace. Accorgiti!

3 thoughts on “SOSTEGNO DIVINO

  1. Buongiorno Lucia! Stamattina mi sento proprio come descrivi in questo articolo e, nella paura ed angoscia, sono andata a cercare tra le tue newsletter quotidiane, una parola di conforto. Ho trovato subito questa… Sto ancora piangendo dall’emozione che mi ha provocato!!
    “Beati i costruttori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio”… Lucia, hai portato pace nel mio cuore. GRAZIE. TI BENEDICO PROFONDAMENTE.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...