LE REGOLE LE SCRIVO IO

Quanta importanza personale diamo alle situazioni? A volte eccessiva, arroccandoci  su concetti che abbiamo adottato per abitudine, convenienza o per sentito dire ma che se ci prendessimo davvero il tempo per indagare, scopriremmo essere lontano mille miglia dalla nostra reale visione. E’ proprio questo che inganna l’esistenza: il credere che ci sia un unico punto di vista, personale o collettivo, che può mostrare come funziona il mondo o come ci si deve comportare.

LA PIU' GRANDEFORMA DI TRASGRESSIONEE' CAMBIARELE PROPRIEABITUDINI.jpg

«Gli occhi di un uomo possono svolgere due funzioni: la prima è vedere l’energia così come fluisce nell’universo e la seconda è “guardare le cose di questo mondo”. L’una non è migliore dell’altra, ma addestrare i propri occhi solamente a guardare è una rinuncia inutile e disonorevole. |…|  L’importanza personale è il nostro peggior nemico. Pensaci, quello che ci indebolisce è sentirci offesi dai fatti e misfatti dei nostri simili. La nostra importanza personale chiede che noi si passi la maggior parte della nostra vita offesi da qualcuno. I nuovi veggenti raccomandavano che si facesse ogni sforzo possibile per sradicare l’importanza personale dalla vita dei guerrieri » Don Juan Matus

Come un mostro assetato di attenzione, l’importanza personale rende dipendenti e gonfia il nostro ego fino a stordirlo a tal punto da credere di avere sempre ragione, consumando la nostra energia con la conseguenza di indebolire e ammalare. Impariamo a difenderci per mantenere intatta la nostra immagine, per tentare di influire sull’opinione che gli altri hanno di noi, per essere accettati o per difenderci quando veniamo criticati, per compiacere, per dimostrare che siamo i migliori o che non valiamo nulla, per essere i più belli o brutti, sensibili o incompresi o qualunque cosa ci faccia comodo essere in quel momento. L’importante è che sia più di qualcun altro.

Oggi accendi la scintilla dell’esploratore e prenditi il tempo per cambiare qualche piccola abitudine come, ad esempio, mangiare  seduto a tavola nello stesso posto o percorrere la stessa strada per andare in ufficio. Potresti leggere una rivista partendo dal fondo o scegliere un nuovo bar per bere il caffè. Piccole cose che ti possono aiutare a recuperare un po’ di quell’energia stagnante e ferma nell’essere abitudinario. E chissà che andando controcorrente tu non possa scoprire nuovi modi per vivere la vita. Buona esplorazione e accorgiti!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...