MAI UGUALE, MAI BANALE

ARMONIA E' COMPRENDERECHE IL BUIOE' IMPORTANTETANTO QUANTOLA LUCE.jpg

Prima o poi tutti, almeno una volta nella vita, ci siamo fatti queste domande: “Come mai è così difficile essere felici. Qual è il senso della vita?”. Sono pochi quelli che si prendono il tempo per rispondere. Ancora meno chi si prodiga per scoprirlo.

C’è una connessione tra le due domande che, generalmente, ci poniamo in sequenza creando un flusso utile alla risposta. Alla prima domanda rispondo che il mondo, così com’è strutturato, non è fatto per una felicità continuativa: se così fosse lo saremmo tutti. E visto che non lo siamo e che dobbiamo impararlo, la deduzione viene semplice: per essere felici bisogna cominciare a pensare che la felicità va ricercata esprimendo un atto consapevole e trovata in ogni condizione, soprattutto nei momenti dove potremmo pensare di tutto tranne che ad essa.

Qual è il vantaggio di essere infelici? So già che, alcuni di voi, potranno sorprendersi di fronte a questa domanda rispondendo: “Ma, secondo te, ho dei vantaggi a soffrire?”. Sì e cercando di semplificare il più possibile per non scrivere un romanzo, ti spiego il perché. La sofferenza è una scelta, così come ogni altra condizione nella vita, ed è generata dal prendere coscienza che pensare di poter fare qualcosa e poi scegliere di non farla genera infelicità.

Lavorare al supermercato come direttore e avere in mente ogni mattina quando di alzi di diventare un musicista di successo e poi non fare nulla per portare il sogno nella tua vita, creerà una serie di inconvenienti che ti toccheranno, facendoti fare esperienza di carenze e bisogni. Il tuo direttore comincerà a pressarti, ti potresti ammalare o un giorno trovarti a spasso perché il supermercato ha chiuso, tutti messaggi che ignorerai, a vantaggio della sofferenza e della frustrazione.

Non ci sono bacchette magiche per trasformare la tua vita da un attimo all’altro: magari fosse così! Ma puoi farti questa domanda: “Quando sono particolarmente felice?”. In altre parole, che cosa esattamente fai quando provi piacere, ti senti pieno/a di energia e appagato/a? Se ti va, oggi fai un piccolo esperimento: da dove sei ora, prendi carta e penna e scrivi con precisione ciò che stai facendo e i sentimenti che questa attività produce. Ripeti questo esercizio ogni volta che cambi attività e, alla fine della giornata, rileggi ciò che hai scritto. La scoperta potrebbe essere sorprendente, soprattutto se non sei in vacanza ma stai svolgendo le tue attività quotidiane. In ogni caso, anche se sei in vacanza, puoi giocare facendo questa esperienza, magari in compagnia.

La nostra felicità dipende dall’armonia interiore e non dal controllo che riusciamo a esercitare sulle potenti forze dell’universo. Possiamo diventare abilissimi a governare l’ambiente esterno per garantirci la sopravvivenza fisica: questo ci avvicinerà sicuramente al sacrificio che si porta appresso sempre un po’ di frustrazione e sofferenza. Entrare in un flusso differente dove predomina la consapevolezza ci rende liberi di scegliere e decidere. Dobbiamo poter vedere con chiarezza cosa stiamo effettivamente facendo o non facendo per essere felici, poiché ogni decisione che prendiamo ci rende liberi o prigionieri. E non credo per niente a chi mi dice: “Io sto bene così: oramai è una routine”. La routine non esiste e il solo pensiero logora la nostra intelligenza.

Ogni volta che fai un passo verso la chiarezza di chi sei, che cosa vuoi per te e per le persone intorno a te, ogni volta che ti metti al primo posto pensando in termini di “armonia e felicità”, entri nel flusso portando maggior significato alla tua vita e al tuo mondo. Ti sembra poco? Accorgiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...