SE CI CREDI DIVENTA VERO PER TE

La percezione di completezza che abbiamo in alcuni momenti è dovuta all’allineamento tra mente, corpo e anima.  L’unione di queste tre identità presenti in ogni essere ci svincola dalla lotta contro noi stessi e, di conseguenza, le scelte che facciamo sono più positive sotto ogni aspetto.

E’ una relazione che va curata e alimentata costantemente attraverso la comprensione, la consapevolezza e tenendo alta l’attenzione, poiché sono infiniti i modi che l’ego – la parte della nostra mente che utilizziamo per smantellare l’unità – trova per far intendere che l’anima sia qualcosa di separato da tutto il resto e che va ricercata chissà dove e con chissà quale metodo.

C’è tanta confusione ancora, ai nostri giorni, quando si parla di “Spiritualità, Anima, Dio, Universo, Fonte Universale, Amore Universale”: come SpiritualCoach conosco bene di cosa si tratta. Fa parte del gioco della separazione e personalmente, vinto il primo momento di emozioni contrastanti, lo trovo estremamente utile per rinnovare la possibilità di vedere le cose da un altro punto di vista. D’altronde, che ci si creda oppure no, se vogliamo vedere e interpretare il cambiamento intorno a noi, dobbiamo intervenire sul nostro sistema di pensiero. E’ una regola fissa: niente discussioni. La sola variante sarà il modo, lo strumento o la tecnica che utilizzeremo per trasformare il nostro punto di vista.

E’ relativamente semplice seguire uno stile di vita che abbraccia la serena felicità, e per spiegarlo al meglio mi ispiro ad alcuni passi di un autore per me straordinario: Deepak Chopra.

  • Dedicate voi stessi ad una più profonda consapevolezza
  • Nutrite il vostro “corpo di luce”
  • Siate generosi di spirito
  • Focalizzatevi sulle relazioni piuttosto che sul consumo
  • Aprire un “dialogo” con il vostro corpo
  • Accogliete ogni giorno come se fosse un mondo nuovo
  • “Ascoltate” il mondo invece che cercare di comprenderlo
  • Inseguite il vostro stesso mistero

Chiudo questo articolo con una storiella: “C’era un discepolo confuso che va dal suo Maestro. “Maestro, come si diventa una brava persona?”. Il guru risponde: “E’ quasi impossibile. Se rifletti a fondo, ci sono migliaia di motivi per raccogliere una puntina da disegno caduta per terra e migliaia di motivi per non farlo”. Il discepolo era sempre più confuso. “E allora, che cosa posso fare?”. “Trova Dio” rispose sorridendo il guru.  “Ma trovare Dio è ancora più difficile!”, obiettò il discepolo. Il guru scosse la testa: “Trovare Dio è cento volte più facile che cercare di essere buono. Dio è una parte di te e, una volta trovata questa parte, il bene ne deriva naturalmente”.

Se vogliamo che il cammino spirituale ci conduca verso i nostro obiettivi, dobbiamo imparare a fare delle promesse che possiamo mantenere. Seguire nuove visioni non richiede un grosso impegno ma certamente aiuta a espandere la consapevolezza, mostrando ogni volta un mondo nuovo, un modo nuovo. Tutto ciò che dobbiamo fare è permettere al nuovo di raggiungerci, predisponendo al meglio la nostra mente per accoglierlo.

La spiritualità è un dono che è dato a tutti di aprire: alcuni lo fanno pubblicamente, altri si nascondono perché ancora se ne vergognano, altri ancora guardano il dono e immaginano al suo interno chissà quale misterioso inganno. Tutte e tre le cose sono vere. Come sempre, a te la scelta. Accorgiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...