IO SONO AD ALTA RISOLUZIONE

A volte si è portati a pensare che la vita quotidiana sia stupidamente banale.  Alcuni vincono la noia accumulando una quantità immensa di interessi, altri si spostano in continuazione da un luogo all’altro come palline impazzite, nella speranza di allontanarsi dal vuoto che sentono. Così facendo esplorano solo la superficie della vita.

Ciò che rende la vita banale è la mancanza di profondità. Possiamo scendere nel profondo solo quando spengiamo la musica assordante delle “mille cose da fare perché così mi pare di vivere”. In quel momento di profonda ricerca che comporta il fermarsi, puoi accorgerti che tutto è stranamente vitale. “Io credevo che meditare fosse noioso. Invece ho trovato nuove ispirazioni” mi confessò un amico al quale avevo suggerito la meditazione come risposta al suo stress professionale.

Nel nostro contenitore interiore che chiamiamo coscienza, appoggiamo le esperienze buie della nostra esistenza, credendo falsamente che siano tutto ciò che abbiamo. Non è così! Come la tavolozza di un pittore, che pur contenendo tutti i colori non può garantire che il dipinto che nascerà sarà meraviglioso, così la coscienza può essere accesa dal fascino e dalle piccole luci di consapevolezza che fanno brillare il nostro cammino. E la parola magica è: “Non accontentarti di ciò che hai. Aspira al meglio che tu possa immaginare”.

Da dove vieni e dove stai andando è  importante saperlo. Se stai percorrendo una via di basse aspettative, il prossimo incontro sarà un’immagine perfetta che incarna proprio le basse aspettative che … ti aspettavi!

Se diversamente, cominci a collaborare con la tua anima, scoprirai ben presto che non è necessario avere certe caratteristiche per essere ciò che vuoi essere. Semplicemente dovrai accorgerti di tutte quelle volte che avrai la tentazione di abbassare il tono della tua energia. Tu chiedi in un certo modo, l’anima dà. Eleva la tua visione, riempila di chiarezza, si disponibile ad agire e il risultato sarà in linea con quella visione in qualunque situazione.

Saldare insieme l’immagine migliore di noi stessi all’intenzione assoluta ci allinea al massimo potenziale che siamo chiamati a realizzare. Il meglio di ciò che possiamo essere è il risultato di una serie di decisioni che ogni volta si manifestano perché abbiamo rifiutato una bassa risoluzione di noi stessi.

ce-tutto-un-mondo-intornoche-gira-ogni-giornoe-che-fermare-non-potraie-viva-via-il-mondotu-non-girargli-intornoma-entra-dentro-al-mondo-dai

Fare esperienza di ciò che stai leggendo ora ti porterà oltre il confine del semplice consumatore che fa scorta di cose belle per accumulare potere. Ti renderai conto che le cose belle muovono solo la superficie dell’acqua. Ciò che invece accade quando ti tuffi in profondità verso la tua anima è la pace gioiosa di chi, aspettandosi il meglio, vive trovando il meglio ogni situazione. E le cose belle che ha accumulato assumeranno una luce diversa. Accorgiti!

Lucia Merico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...