GLI ERRORI SI POSSONO CORREGGERE

Conosco bene la storia di voler eliminare in fretta una situazione che non piace e lasciare fuori dalla porta le caratteristiche giudicate negative e che appartengono al nostro carattere, al nostro modo di essere. Come quando ero a scuola e iniziavo un quaderno nuovo scrivendo tutto per bene, ma al primo errore la tentazione era quella di gettare il quaderno, prenderne un altro e cominciare da capo. Quanta impazienza c’è a volte nei nostri modi di essere!

Perché farlo? Nel mio caso era una ricerca esasperata di perfezione: forse se fossi stata più brava e perfetta sarebbe arrivato anche l’amore da chi mi stava intorno. Dunque l’errore e l’imperfezione erano nemici da sconfiggere piuttosto che un’opportunità da accogliere. Solo più tardi ho imparato che l’amore non ha nulla a che vedere con la perfezione e che l’accettazione è il primo passo verso la libertà.

COMPARTIMENTI STAGNI

La vita non è una serie di esperienze a compartimenti stagni bensì una solitaria e meravigliosa visione che prevede la convivenza con ogni cosa. Il motto quotidiano per ognuno di noi dovrebbe essere “Rilassati e osserva ciò che di speciale c’è nella normale quotidianità”. In questo modo possiamo scegliere e decidere cosa è meglio per noi, smettendo di seguire vecchie strade impolverate che non ci piacciono per seguire nuovi percorsi.

Quando diventiamo buone amiche di noi stesse, aumentiamo il calore umano e la sensibilità verso gli altri, abbandonando uno dei marchi di fabbrica della vita moderna rappresentato dall’indifferenza, una parola subdola che usiamo per descrivere quei momenti in cui vogliamo far tacere la sofferenza: ve ne siete mai accorte? Quante volte io stessa ho usato questa parola per descrivere ferite ancora aperte e sanguinanti, come a voler prendere le distanze. E anziché preoccuparmi di curarle, le lasciavo aperte continuando a lamentarmi del dolore che mi procuravano.

Se inseguiamo il potere come spesso accade alla maggior parte delle persone, usiamo la parola indifferenza per verso coloro che stiamo cercando di controllare. Così facendo, perdiamo la capacità straordinaria e profonda di sviluppare compassione e cura verso gli altri. Sì, perché prenderci cura degli altri ascoltandoli non solo con le orecchie fisiche ma usando anche  quelle dell’anima, stiamo nutrendo quella parte di noi che avevamo imparato a far tacere.

UNIONE ANZICHE’ SEPARAZIONE

Quanta abbondanza di informazioni possiamo trovare in una relazione! Quando ci occupiamo di qualcuno, stiamo approfondendo la conoscenza con noi stesse. C’è un valore immenso nelle relazioni che intratteniamo con gli altri poiché nulla può essere imparato in solitudine. Ogni momento la vita ci rende insegnanti e allievi contemporaneamente e ci vuole una mente aperta per scoprire le continue sfumature che in ogni istante si manifestano al solo scopo di farci diventare osservatrici seriali e portatrici di consapevolezza.

Abbiamo tutte la possibilità di aprire la finestra sul  libero arbitrio, ma chi vuole avere una vita di successo e felice, vorrà aprirla sempre di più

Oggi accorgiti e rifletti sull’idea di poter riscrivere al meglio un nuovo copione di vita, sii attenta a cosa è buono per te e a cosa invece vuoi lasciar andare. Fallo con gentilezza e pazienza poiché non si cancella a mani basse una vita intera passata a recitare un personaggio.

  • Chi vuoi essere?
  • Cosa vuoi fare?
  • Qual è il tuo scopo di vita?
  • Come vuoi essere utile, quale impronta vuoi lasciare al mondo?

Per ritrovare l’armonia che credevi di aver perso per gestire un’attività o una famiglia o una relazione in generale, richiede grande forza e coraggio personali. Nessuna capacità tecnica è sufficiente se poi manca la comprensione personale e la volontà di sviluppare sani rapporti con gli altri. Le leggi fondamentali dell’amore e del vivere possono raggiungere profondità infinite che vale sempre la pena di esplorare.

Dunque, carta e penna, un po’ di formazione, fiducia, pazienza e azioni concrete sono gli strumenti che servono per una nuova start up di vita. Sei pronta?

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo articolo. Lascia il tuo commento qui sotto e sarò lieta di rispondere.

Annunci

6 thoughts on “GLI ERRORI SI POSSONO CORREGGERE

  1. Hai scritto meravigliosamente ciò che anch’io penso e credo. Come te al primo errore buttavo via tutto…..oggi tralasciando gli errori, mi sono amica con semplicità e senza corse improvvise che nulla mi hanno lasciato. E…riesco meglio in ciò che faccio con tutto l’entusiasmo che mi contraddistingue. Paola🌷

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...