MADRE, RACCONTAMI DI TE

madre e figlia

Nella ricerca quotidiana di successo e affermazione si trova ancora troppo poco tempo per guardarsi indietro e cercare storie che possano raccontare del mondo femminile. Poche di noi sanno come la loro madre e sua madre prima di lei è diventata donna, cosa pensavano degli uomini e delle donne intorno a loro, delle mestruazioni, del sesso, dell’amore, dell’amicizia, del lavoro e del matrimonio, della maternità, dei figli e della vita.

Molte di noi invece hanno perso la percezione naturale dell’insegnamento tramandato. La modernità ha i suoi privilegi e anche i suoi vizi.  Abbiamo permesso a un predatore di fare il suo sporco lavoro, invadendo la cultura e la psiche di un’intera società e chi di noi vuole ricostruire il passato deve imparare a leggere tra le righe, a valutare le proprie emozioni facendo cadere maschere indossate per compiere un rituale di fittizia felicità.

Ricordo mia madre quando mi insegnava a cucire, ricamare, lavorare ai ferri e all’uncinetto, cucinare, far crescere i fiori del balcone e scrivere in bella calligrafia. Da piccola ero attenta e mi piaceva essere come lei. Crescendo mi sono ribellata credendo volesse manipolare la mia vita: non volevo più assomigliare a lei. E così ho cercato di essere differente, senza mai  un reale cambiamento interiore.

Ero diversa nella forma, nel modo di relazionarmi con la vita, ma solo in apparenza. Imparando a conoscere me stessa e incontrando altre donne con le quali confrontarmi, ho ritrovato i suoi insegnamenti, apprezzato la bellezza e rinnovato il mio spirito. Guardare nella stessa direzione non vuol dire vedere le stesse cose. Che ognuna veda ciò che è meglio per lei e lo racconti a chi le sta accanto, in condivisione e costruzione.

Quando un predatore è forte, l’anima selvaggia viene alienata e tutto intorno è distorto: il mondo intero ne risente. Quando il predatore viene accolto e lasciato andare, tutto ciò che è selvaggio viene a galla

Ti auguro di avere sete di conoscenza e di passare molto tempo con le donne della tua famiglia e della tua vita. Lascia che raccontino di loro e di cosa sono state, dei sogni esauditi e di quelli ancora nel cassetto. Ascolta le loro storie e lascia che le parole siano come piccole luci che accendono i tuoi ricordi, quelli che hai nella tua memoria personale e quelli più profondi e nascosti nella memoria collettiva, così da aver modo di conoscere ancor più profondamente te stessa.

E ora se ti va, immagina una mattina di giugno, il sole che ti riscalda e il mare in lontananza. Chiudi gli occhi e finalmente respiri muovendoti al ritmo del tuo cuore che guida i magici passi della femminilità. E ti sorprendi quando scopri di essere  pioniera della tua vita, sentendo la tua energia ferma, stabile e al contempo leggera. Immagina di ritrovare e rinnovare quell’energia che ti accompagna da sempre e che hai per un po’ messo da parte. Non sei sola, come spesso accade: altre Donne come te stanno cercando il modo per essere felici.  E questo è solo l’inizio!

Il Potere dell’Energia Femminile – Ritorno all’Amore

 ⤵⤵⤵

http://spiritualcoach.it/potere-energia-femminile/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...