UN FEMMINILE RINNOVATO

Optimized-kalisa-veer-361017-unsplash.jpg

 

Meglio sole per evitare la sofferenza (semmai fosse possibile evitarla) o in una relazione da vivere giorno dopo giorno? Dietro a un «grande uomo» per essere una «grande donna» o a fianco per camminare insieme? Aspettare «l’uomo giusto» che prima o poi arriverà per vivere la favola o rimboccarsi le maniche e conoscere sé stesse così profondamente da ricordare che cosa stiamo davvero cercando, e scoprire che è a un passo da noi?

Arrivo da una giornata “al femminile” e sono sorpresa di quanti specchi ho avuto di fronte. In alcun si specchiava il mio passato, in altri un presente ancora vivo e in tutti ho visto rinnovarsi la mia volontà di un futuro migliore, più adatto a vivere con serenità le proprie relazioni. Ho riconosciuto uno spicchio di me stessa in ciascuna delle loro vite, e con gratitudine ho potuto osservare i passi che ho fatto e quelli ancora da compiere. Questa è la meraviglia della mia professione: incontrare specchi nei quali potermi osservare sempre più in profondità.

PACCHI DA SDOGANARE

Ci sono pacchetti che non sono stati consegnati e che attendiamo, come se qualcuno dovesse sdoganarli per noi. Anziché attendere, non sarebbe opportuno andare a prenderseli? La pigrizia che spesso accompagna una ricerca interiore profonda è fatta di pregiudizi che si si uniscono in matrimonio con la paura di dover trasformare la propria esistenza.

In questa modernità sappiamo poco della ricerca della luce e molte di noi, con arroganza, trattano superficialmente chi davvero si prodiga per alimentarla. Abbiamo eliminato l’esperienza mistica dal nostro vocabolario culturale, eppure nonostante tutto questo molte anime sono in pellegrinaggio per poterla incontrare. E in questa marcia noi donne siamo in testa. Perché una parte di noi sa che è la nostra sola speranza: poter incontrare finalmente un femminile che sia appagante, per noi, per le altre donne e uomini intorno a noi. Senza togliere o aggiungere, senza stare dietro o davanti, ma unendo le forze per una felicità comune.

C’è bisogno di un’inversione del pensiero collettivo, a parer mio. Può avvenire mettendo in discussione il femminile che stiamo sperimentando, a vantaggio di una nuova energia che attende paziente di essere riportata alla luce

Nelle relazioni non ci viene chiesto di competere per vedere chi è il più forte, o di manipolare per portare l’acqua al nostro mulino, «facendo tornare le cose come erano un tempo, così da sentirci più tranquille». In entrambe le modalità è assicurato il senso di colpa.

Le relazioni hanno bisogno di uno sguardo differente, attento alle esigenze personali, capace di far emergere i propri talenti, mettendoli a disposizione di coloro che ruotano intorno a noi

Il tempo del «ti dico io come fare – io ho la soluzione giusta per te» è terminato.  Anche quello della paura di rimanere sole sta tramontando. E pure l’attesa della «persona giusta» o del «lavoro giusto» o del «tempo giusto». Cos’è poi giusto e cos’è sbagliato? Non sono forse i due aspetti primari dove giochiamo il gioco della vita sin dal suo nascere? Questa altalena non si può arrestare, ma possiamo scegliere di vedere ciò che più ci aggrada, senza trucco e senza inganno.

VIVA LA LIBERTA’ … INTERIORE

Non siamo nate per essere schiave di un sistema che ci vuole sottomesse. «Un po’ meno rispetto al passato» potrai pensare, ma sempre di sottomissione stiamo parlando. La risposta non è la prevaricazione, né la ribellione e neppure il vittimismo: abbiamo già dato e non ha funzionato un gran che.

Passiamo allo step successivo: conoscere noi stesse andando a incontrare la nostra anima, per portare valore alla nostra vita ed estendere questo valore tutto intorno a noi, influenzando il Pianeta intero. E farlo nella piena consapevolezza di ogni passo che compiamo, capaci di rialzarci ad ogni caduta, forti nel sostenere chi ancora non conosce, felici di condividere le nostre esperienze.

«Valore» è la parola più significativa per noi e per il mondo intero in questo momento. Dobbiamo imporlo a noi stesse, senza pensare di essere arroganti o presuntuose, lasciando che si esprima in tutto il suo splendore, per sciogliere la nebbia del senso di colpa e ritrovare finalmente la strada di casa.

Noi tutti dovremmo sapere che la diversità fa parte di un ricco arazzo. E dobbiamo capire che tutti i fili della trama hanno un uguale valore, non importa quale sia il loro colore (Maya Angelou)

 

 

Lascia un commento

Autenticato come Lucia MericoUscire?

Commento

One thought on “UN FEMMINILE RINNOVATO

  1. Pingback: FEMMINE E FAVOLE | PROFESSIONE SPIRITUALCOACH

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...