ENERGIA

luciamerico-spiritualcoach-energia.png

Ti racconto una storia che parla di energia. Un grande maestro zen era un falegname e qualsiasi cosa facesse, tavoli o sedie, in qualche modo aveva una qualità inspiegabile, una sorta di intimo magnetismo. Gli fu chiesto «In che modo crei questi oggetti?»  e rispose «Non sono io a crearli. Io mi limito ad andare nella foresta. La cosa fondamentale è chiedere alla foresta, agli alberi: «Chi è pronto a diventare una sedia?»  e aspettare la risposta.

Potresti pensare che sia una follia chiedere a un albero se vuole diventare sedia. Chi potrà mai conoscere il linguaggio degli alberi che compongono una foresta o le pietre antiche che custodiscono una casa? Domande lecite, se guardi il mondo in una sola direzione. Un pensiero divergente può suscitare stupore, reticenza e persino mandare in crisi: è possibile.

E se ci fosse un filo sottile che attraversa ogni forma di vita sulla terra? Un unico filo che si arrotola in un immenso cuore pulsante che dà vita ed energia al Pianeta intero? Se così fosse, parlare con una pianta, una roccia, percepire l’energia di un’antico casolare sarebbe facile e persino divertente. Entriamo in empatia non solo con le persone, ma anche con gli oggetti che manipoliamo o che sono stati utilizzati da altri. Le energie delle nostre emozioni impregnano le case dove abitiamo. I passi che virtualmente compiamo restano nella memoria delle persone.

Se si vuole trovare i segreti dell’universo, bisogna pensare in termini di energia, frequenza e vibrazioni (Nikola Tesla)

Questo aspetto fuori dagli schemi usuali è un modo creativo per interpretare il mondo, se credi che l’energia lo permea incondizionatamente. In caso contrario fa lo stesso: l’energia continuerà a far parte della tua vita, perché la respiri, la ingerisci col cibo, la usi per lavarti, per giocare, per fare l’amore, per vivere le emozioni … Perché siamo energia!

Nel caso del falegname e maestro zen, si dice che le sue sedie esistono ancora oggi e che conservino il sottile magnetismo di una ricerca fatta con cura, un dialogo con la natura dove è essa stessa che si manifesta come volontà di diventare un oggetto che porterà nel mondo l’energia della Terra.

Sii attento la prossima volta che ti avvicini o tocchi un oggetto antico che è appartenuto ad una casa storica: affina le tue percezioni e sentiti così folle da ascoltarne l’energia, lasciando libera la tua immaginazione: potrebbe stupirti rispondendoti. Anche questo fa parte della creatività umana.

Osho scrive che se sei amorevole, vedrai che l’intera esistenza possiede un’individualità. Non sottrarre, non spingere, non tirare, non forzare le cose ma piuttosto osserva, comunica, prendi il loro aiuto e risparmierai moltissima energia. In una sola parola: sorprenditi!

 

Se vuoi imparare come utilizzare al meglio e potenziare la tua energia per una vita più serena e felice in ogni direzione, puoi partecipare a LoveHealing® Corso Base, che si terrà il 20 Maggio 2018 a Corte Franca (BS). Cliccando su questo link troverai tutte le informazioni ➡➡➡ http://bit.ly/2Esby8E

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...