STAMMI ACCANTO, AFFINCHE’ IO POSSA IMPARARE

katy-belcher-342054-unsplash.jpg

So bene che ci sarà un’insurrezione tra poco, ma lo voglio dire lo stesso. Si parla spesso di «trovare l’altra metà della mela» riferito a un amore, e in questi ultimi tempi di «spiritualità spiccia» la mela è stata sostituita dall’ala dell’angelo o dall’anima gemella.

Restiamo sulle mele per farla semplice, e vi dico con certezza che in una relazione (qualunque essa sia) troviamo sempre l’altra metà di noi stesse. Forse penserai che lui non è come te, che è differente, più superficiale, meno attento, più “bambino”, un po’ insensibile e certamente più pigro o qualunque altra cosa vuoi tu, ma è molto più simile a te di quanto tu possa immaginare.

Ti faccio un esempio: se il tuo forte bisogno è avere accanto un uomo che ti ama e ti approva per quella che sei, arriverà nella tua vita una persona con caratteristiche specifiche per soddisfare la tua richiesta. Ti amerà (lui) per quella che sei, ma se tu non sei disposta ad amare te stessa per quella che sei, ben presto questo “amore” diventerà l’oggetto della tua rabbia.

Non crederai possibile che qualcuno ti possa amare appena sveglia, coi capelli arruffati e il trucco che cola perché ti sei scordata di struccarti la sera prima. Non crederai che ti possa amare quando si gonfiano le caviglie dal caldo o metti peso perché sei insoddisfatta. E neppure crederai che ti possa amare alta come sei, coi capelli che hai e il corpo che ti ritrovi. Non ci crederai!

Ma se inizierai ad amare te stessa in tutte le tue forme (e sono tantissime), ad apprezzare di te quelle parti che hai sempre scartato, a sorridere delle piccole imperfezioni insieme a lui, ecco che le cose cambieranno: eccome se cambieranno

Forse la formula corretta è chiedere di avere accanto un uomo che mi ama e mi approva come sé stesso e che io amerò e approverò come me stessa. È una bella formula da agire e puoi cominciare adesso, guardandoti allo specchio e dicendo a te stessa: «Sei bella così come sei» ed è possibile che sull’istante non ci creda, ma un po’ di allenamento sarà ottimo come inizio.

E ti voglio dire un’altra cosa: fino a che anche solo una di noi è schiava delle sue paure, lo saremo insieme a lei, anche se le sue catene sembreranno differenti dalle nostre.

www.spiritualcoach.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...