DIALOGO INTERIORE

IMG_9728

Il mio dialogo di questa mattina, che condivido con voi. Chissà, potrebbe aiutare.

Smettila di credere che ci sia un modo giusto e uno sbagliato di procedere. In realtà è bene che tu assuma una posizione dove non sei più prigioniera di un certo esito, rendendoti disponibile alle infinite opportunità che la vita ti offre per procedere verso ciò che vuoi ottenere.

Non aver paura di sbagliare. Dagli errori puoi ricavare molte buone informazioni. Anche i migliori sbagliano. Stai serena e sii contenta di aver fatto l’esperienza. Prendi ciò che di buono ti ha dato e pensa che il tuo successo è determinato anche dall’aver fatto ciò che hai fatto.

C’è sempre molto tempo. La trappola più grande è l’impazienza che crea tensione, insoddisfazione e paura. Sii fiduciosa nel fatto che, qualunque cosa tu faccia, si sta aprendo nel modo perfetto e nel momento giusto.

Accorgiti!

E COSI’ SIA

IMG_9405

Ti sei mai domandato come mai alcune richieste espresse sottoforma di preghiera non vanno a buon fine? E, forse, sono proprio quelle più importanti, alle quali tieni di più? In modo tradizionale, la preghiera consiste in una serie di richieste a Dio (o come più ti piace chiamarlo) che terminano con l’espressione “così sia”. Il più delle volte sono formulate nel dubbio e, quindi, nella mancanza di fede. La fede è una questione semplice: è la conoscenza che qualcosa di buono si sta prendendo cura di te e della tua vita, e sta accadendo proprio adesso. Quando le preghiere -anziché essere suppliche rivolte solo nei momenti di disperazione- diventano delle occasioni per ringraziare, sono la manifestazione del processo di co-creazione con Dio e non più la mera speranza che Lui si possa accorgere di te.
Quando fede e azione si mescolano diventando tutt’uno, scopri la magia della manifestazione.

Come in Cielo (nella mente Una) Così in Terra (nel tuo corpo, nel tuo ambiente, nella tua vita terrena). E così sia. Grazie Grazie Grazie.


Accorgiti!

SEI FELICE QUANDO FAI CIO’ CHE HAI SCELTO

IMG_9661

Forse, pensando alla felicità, ti domandi perché sia così difficile esserlo. Questa, a mio parere, è una domanda che orienta la tua attenzione verso le difficoltà abbassando il tuo livello di energia. Domandati, invece, “quando” sei particolarmente felice. In poche parole, cosa fai esattamente quando provi piacere e appagamento?
I momenti più belli non accadono “a caso” o per fortuna o secondo capricci di eventi esterni, ma sono il frutto di ragionamento, scelta e decisione. Quando fai esattamente ciò che hai scelto, sei in un flusso armonico dove senti di essere impegnato in un’attività creativa che ti sta svelando qualcosa di più grande. I mistici lo chiamano “estasi”, i creativi “rapimento” e tu lo puoi percepire come “assenza di temporalità”.


La felicità e il suo conseguente godimento sono legati alla scelta di “cosa fare” e alla decisione di “metterlo in atto”. L’esperienza felice è quella guidata da te e che ti fa sentire potente. E’ per questo motivo che gli scopi conseguiti e portati a termine conferiscono ordine alla tua consapevolezza, e una mente ordinata è essa stessa fonte di felicità.


Oggi, se ti va, fai questo esperimento: chiedi a qualcuno di telefonarti a sorpresa durante il giorno e di domandarti di scrivere in quel momento cosa stai facendo e i sentimenti che quell’attività producono. Potresti scoprire che … Accorgiti!

E’ FELICE CHI SCEGLIE DI ESSERLO

Image

La felicità va sviluppata con il passare del tempo ed occorre scegliere di applicare lo stesso sforzo e la stessa determinazione che usiamo per sviluppare il successo mondano e il raggiungimento degli obiettivi materiali. Potrebbe essere una delle scelte più importanti della vita, se la si vuole come costante e non come un’apparizione una tantum. Gli aspiranti alla felicità sperimenteranno inevitabilmente alti e bassi, ma l’allenamento ad essa permetterà di riconquistare molto rapidamente uno stato positivo portando la propria condizione mentale a un livello significativamente maggiore. Dunque, la felicità è una scelta. Accorgiti!

RISVEGLIA LA LUCE CHE E’ IN TE E ILLUMINA IL TUO CAMMINO

IMG_9205

Ci vuole una buona dose di coraggio a godersi la vita, presi come siete ad occuparvi di attività frenetiche della vita quotidiana e al groviglio interiore dei pensieri, dei giudizi e delle valutazioni. Oggi limitati ad “essere”, senza fare nulla. Potrebbe essere la cosa più complicata che tu abbia mai fatto. In questo giorno prenditi almeno un’ora per restare con te stesso e scopri cosa significa accorgersi di se stessi. Buona domenica e buona rivelazione.

CHE SENSO DAI ALLA VITA?

IMG_9029

Ci vuole coraggio per vivere un sogno, entrare dentro di esso e agire. Sei disposto a mettere in gioco rischiando il tuo benessere, la routine, ciò che credi essere la tua sicurezza e le relazioni per seguire qualcosa che altri considerano solo un miraggio? Sei disposto a rimanere fedele a una visione più ampia prendendo decisioni con coraggio e forza?
Perseguire il tuo sogno ha un prezzo, così come evitarlo: c’è sempre un prezzo da pagare. Nel primo caso include la felicità, nel secondo la esclude. Se metti sul piatto della bilancia entrambe le possibilità, potrai vederle a pari merito: scegliere di rinunciare significa pagare un prezzo molto alto in termini di felicità, così come intraprendere la strada verso il sogno.
Chi segue i propri sogni ha una responsabilità maggiore: quella di gestire la libertà personale. E questo richiede di alzare l’asticella della consapevolezza. E’ faticoso, a volte estenuante a tal punto da aver voglia di mollare. Ma chi è consapevole sa che è proprio quello il momento di insistere ancor di più, di abbassare la leva per decollare. Accorgiti!

NO CHAINS

IMG_9179

Cosa imprigiona la tua energia? L’essere lamentoso, orgoglioso, insoddisfatto, arrogante nel presumere di conoscere e sapere tutto.
Cosa espande la tua energia? Conoscere te stesso attraverso le emozioni, esercitare gratitudine per ogni cosa che hai, farti domande come “Cosa mi sta dicendo la vita? – Come e cosa posso fare per …? Qual è lo scopo di tutto questo?” e risponderti, scrivere le risposte e mettere in pratica utilizzando una tecnica infallibile: A.I.C. – Alza il Culo.
Puoi sbarazzarti del tuo passato solo prendendolo in considerazione, accettando ciò che è stato, ringraziando per come è stato: così il tuo futuro è migliore. L’anima vola solo se le togli le pesanti catene che tu stesso hai costruito e indossato.
Accorgiti!