MILLE FUTURI POSSIBILI

IMG_8880

Ci sono moltissimi di futuri possibili, tanti quanto la mente è in grado di immaginare. La libertà interiore consiste nello scegliere una delle infinite possibilità. Questo è il libero arbitrio. Il futuro perfetto è quello che scegli ora e il risultato perfetto è quello che otterrai. Quando compi la scelta, ancora in seme, tu sai già dove ti porterà. Prendi il seme, lo pianti nella mente, lo annaffi e lo fai crescere. La varietà di semi tra i quali poter scegliere è infinita. Ma tu sceglierai proprio quello che ti porterà nel mondo che desideri fortemente esplorare. A volte è un mondo di piacere, altre volte di paura. In entrambe i casi, ricordati sempre chi ha scelto il seme, chi lo ha piantato e curato facendolo crescere. Solo così potrai scegliere nuovamente.

Accorgiti!

VIVA LA VIDA LOCA

2014-01-02 14.56.40

Ci sono cose, luoghi o persone ai quali permetti di indebolire la tua energia portando ai minimi termini la tua forza vitale. Spesso c’è così tanta abitudine a convivere con questi “estintori di energia vitale” da non accorgerti dell’effetto che esercitano su di te. Come sempre, l’attenzione consapevole aiuterà a diminuirne in potere.
Oggi presta attenzione agli estintori di energia e scrivili su un foglio. Ti elenco quelli che erano in passato i miei personali:
. Dire sì quando volevo dire no
. Cercare di piacere e accontentare tutti
. Reprimere le mie emozioni (a volte ancora utilizzato)
. Tenermi costantemente occupata anche quando le attività scelte non mi piacevano
Ora scrivi quali sono le attività che aumentano e potenziano la tua energia. Potrebbe essere parlare con un amico, passeggiare, fare yoga, andare in bicicletta, fare giardinaggio, leggere, scrivere, andare a cena con gli amici.
Ora puoi scegliere di dire “no, grazie” se un’attività non ti piace e trovare un modo gentile per fare altro, oppure rispondere “si” esattamente come prima, con una differenza fondamentale: ora sei consapevole di cosa accade rispondendo in un modo o nell’altro.
Avere la padronanza della propria vita divenendo consapevoli di cosa potenzia o indebolisce l’energia personale, è un buon modo per essere felici e liberi. Accorgiti.

BE GREAT

IMG_9549

L’unico tempo che conta davvero è adesso: il passato è svanito e il futuro deve ancora arrivare. Ora ti sei svegliato, stai leggendo questo post e hai tutto il giorno davanti a te da programmare. Forse hai già scelto di fare cose o incontrare persone. Hai anche scelto i pensieri con i quali ti nutrirai? Sei felice o credi sarebbe meglio fare qualcosa di diverso? Prendere coscienza del proprio livello di consapevolezza è accorgersi di quante azioni sgradite riempi la tua giornata. Quando vivi profondamente il tuo presente, si allenta la tensione e aumenta il tuo potere personale e il tempo che passi con te stesso e con gli altri aumenta di qualità.
Forse ti accorgerai di non voler cambiare alcuni “doveri” di oggi, ma sicuramente puoi scegliere il modo con cui reagire. A prescindere da ciò che accade, ripeti a te stesso che oggi trovi il modo per rendere meravigliosa la tua giornata. E stasera, prima di addormentarti, rifletti sui doni che hai ricevuto. Accorgiti e Felice giorno di festa!

TRAVEL

IMG_9542

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
nè nell’irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d’estate siano tanti
quando nei porti – finalmente e con che gioia –
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca –
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
metta piede sull’isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.
(Costantino Kavafis)