TIME AFTER TIME

IMG_9349

Il successo ricercato nella nostra contemporaneità è di tipo lineare: punta dritto verso la meta senza tener conto di quello che ci sta in mezzo. Questa è la vita che, generalmente, sei chiamato a vivere. C’è anche una saggezza interiore che ama i cerchi e le spirali e si basa sul movimento circolare della vita secondo il ritmo delle stagioni. Questa idea antica è opposta a quella moderna di un progresso lineare e costante e, non per questo, impossibile da far conciliare. E’ quell’aspirazione che indica la strada, qualora dovessi credere di averla persa, che ti porta a risollevarti. Un “momento dell’anima” dove trovi riposo quando sei perplesso di fronte alla vita.
C’è l’eternità nel tuo quotidiano. Amore, amicizia, arte, bellezza sono solo alcune delle forme in cui il tempo eterno si esprime dentro una porzione di spazio e tempo limitato che chiami “Il mio mondo”.
L’eternità è tutta intorno a te. Avvolge e cerca di emergere per dimostrare che essa stessa è reale, che la materia per essere espressa deve arricchirsi di anima e immaginazione.
Lo stress non nasce dal fare cose ma dal non lasciare spazio al silenzio, cosicché la mente si possa rigenerare. Se vivi una vita proiettata all’esterno senza un attimo per quella interiore, pagherai un prezzo molto alto in termini di sanità fisica, mentale e spirituale.
Fai uno spazio nella tua giornata dedicato solo a te e lascia che il senso circolare della vita ti avvolta in un abbraccio calmo e forte. Accorgiti!

KoLOrS

IMG_9572

Uno dei fattori principali che ostacolano la creatività e il contatto con la propria anima, è il desiderio di ottenere approvazione dagli altri unita alla volontà di fare le cose alla perfezione. Essere creativi spesso implica una sfida nei confronti delle regole, che porta nella direzione opposta alle convinzioni più diffuse. Ascoltare la voce dell’anima alimenta la forza creativa e il potere personale necessari per essere felice.
Oggi trova un momento per comunicare con la tua anima. Prepara carta e penna, chiudi gli occhi e immagina una scatola di matite colorate. Quali colori rappresentano la tua giornata? I colori che hai scelto, a quali emozioni corrispondono? Se la mia anima ora volesse comunicarmi qualcosa, cosa mi direbbe? E scrivi, disegna, esprimi sul foglio ciò che ti viene in mente, senza preoccuparti della logica o della perfezione.
Lasciarsi andare al fluire della vita è il solo modo per entrare in contatto con essa. Accorgiti!

FAI BUON USO DI CIO’ CHE TI ACCADE

IMG_9539

L’essere umano è generalmente preposto a etichettare la vita in buona o cattiva, positiva o negativa. L’etichetta positiva è considerata accettabile e rappresenta il lato felice mentre la negativa è l’etichetta sbagliata, il lato che appartiene all’infelicità, all’incapacità. La verità è che quando inizi ad accettare il lato cattivo e infelice della tua vita, esso stesso diviene il tuo punto di forza. Ti faccio un esempio: per anni ho accettato l’etichetta della “perditempo” perché ho l’abitudine di fare le cose all’ultimo momento. Successivamente ho scoperto che do il meglio di me stessa quando sono sotto pressione. Vicina alla scadenza riesco a coordinare mente, corpo e spirito in maniera eccellente. C’è voluto tempo prima di staccare l’etichetta della perditempo e accettare quella dell’efficienza.
Oggi puoi fare questo, se ti va: stendi una lista delle etichette difettose che hai appiccicato a te stesso e, accanto, scrivi per ciascuna come potrebbe essere considerata positivamente. Ti scrivo un esempio di un’emozione che molti di noi considerano positiva: l’invidia buona. Se appartieni alla categoria che prova “invidia buona”, ti suggerisco ti utilizzare la parola “ammirazione”. Cosa ne pensi? Accorgiti!

RITROVARSI IN UN BICCHIER D’ACQUA

10559802_984423824922748_7188211429384174201_n

Quando sei incastrato nelle tue piccole lotte, impara a guardarle prendendo le distanze. Immagina per un attimo di fantasticare e credere che non sia tuo tutto ciò che stai sperimentando, ma di qualcun altro e pensa ai suggerimenti che potresti dare. E’ molto più facile suggerire “come fare” quando il problema non ci appartiene. Lo hai mai sperimentato?
Quando c’è un problema è probabile che possa esserci anche un po’ di paura, e questo ti porta a pensare in modo timoroso e frenetico, che è il modo più adatto per perdere energia perché ne richiede tantissima, andando a toglierla alla fantasia e alla creatività personali.
Un modo è quello di scrivere il problema e di seguito tutte le paure che pensi di avere. Una volta fatto l’elenco, piega il foglio, scrivi sopra un “Grazie” e mettilo da parte.
Prendi un altro foglio e scrivi ciò che vuoi far accadere: una frase breve, evocativa, che non contiene negazioni e in tempo presente. Sotto la frase scrivi almeno 3-4 azioni che puoi compiere immediatamente, ne scegli una e la metti in atto nella stessa giornata.
Se ti concentri sul momento presente, la paura – che essenzialmente consiste nel farsi coinvolgere in un passato o futuro immaginario – non esiste. Potrai rimanere stupito dalla facilità con cui le tue paure spariscono facendo trovare un nuovo ordine ai problemi.
Accorgiti!

L’EQUILIBRIO STA NELLA SCELTA

IMG_9180

Trovare l’equilibrio è scegliere di abbandonare ciò che ritieni non essere più utile per te e coltivare qualcosa di diverso: un nuovo successo, una nuova professione, una relazione appagante e qualunque altra novità vuoi far entrare nella tua esistenza. E’ utile mettere in atto nuove forme di vita scegliendo consapevolmente di farlo anziché trovarsi di fronte al fatto compiuto. Se il lavoro che svolgi ti sta stretto, puoi cominciare a trovare il modo per renderlo più agiato e divertente, magari facendo qualcosa di diverso. E così per qualunque altra condizione dell’esistenza. In ogni momento hai la facoltà di scegliere cosa pensare e come sentirti. Hai un ruolo primario in ogni situazione e sei potenzialmente in grado di riprenderti la forza che ti appartiene. Da questo livello di comprensione, puoi compiere la scelta che porta a modificare la tua vita e a creare qualcosa di più conveniente. Solo tu puoi scegliere di vedere in ogni situazione e in ogni persona che incroci sul tuo cammino, la straordinaria opportunità per comprendere chi sei. Trova il tuo modo per essere disciplinato e audace nel cercare nuove strade, manda amore ad ogni situazione che ti destabilizza, alle persone che giudichi, a quelle che sono per te le ingiustizie, quando sei nel dubbio e quando credi di avere ragione. Manda amore ai drammi e alle storie del tuo passato e scegli un futuro diverso per te e per le persone intorno a te. Influenza in modo potenziante la tua vita e insegna agli altri come fare. Siamo tutti connessi: ciò che accade lontano da te possiede al suo interno il seme della tua energia. Per cui scegli sempre il meglio per te e il meglio intorno a te diventerà un virus inarrestabile. Accorgiti!

QUI E ORA

IMG_9285

Conosci te stesso era ciò che suggeriva  Socrate per divenire consapevole dei sentimenti nel momento stesso in cui essi si presentano. Colui che non riconosce le proprie emozioni arriva lungo rispetto ad esse e risponde all’attacco con un altro attacco, anziché fermarsi a riflettere su come poter gestire la situazione. Mi viene in mente un’antica leggenda giapponese dove si narra di un samurai bellicoso che un giorno sfidò il maestro Zen chiedendogli di spiegare i concetti di paradiso e inferno. Il monaco replicò alla sua richiesta con disprezzo: “Non sei che un rozzo e un villano: non posso perder tempo con gente come te!” Istantaneamente, sentendosi attaccato nel suo stesso onore, il samurai si infuriò a tal punto che sguainò la spada gridando: “Potrei ucciderti per quanto hai detto”
“Ecco, questo è l’inferno” replicò il monaco. Il samurai, rimanendo colpito dalle parole del maestro e riconoscendo che diceva la verità sulla collera che lo aveva invaso, mise la spada nella guaina e si calmò.
“Ecco, questo è il paradiso” disse allora il maestro Zen.
La prossima volta che ti senti attaccato, ricorda a te stesso che puoi scegliere se restare all’inferno o sperimentare il paradiso. C’è sempre un altro modo. A te la scelta. Accorgiti!

ACCORGITI

IMG_9049

La strada migliore per il successo è conoscere te stesso. Sono le circostanze a rivelare ciò che sei e da esse puoi far partire la tua trasformazione, se lo ritieni necessario. Non c’è nessun altro, tranne te stesso, a cui attribuirne la responsabilità. Questo è l’aspetto,a volte molto complicato, da comprendere per essere felice e raggiungere ciò che hai scelto. Il passaggio è da “esperto conoscitore delle paure e dei limiti” a “esperto conoscitore di tutto ciò che è possibile”. Usa le difficoltà per fare un balzo avanti, come sprone per un progresso. Non puoi essere prospero e felice se una parte di te rimane imprigionata nelle vecchie abitudini e nel lamento. Sei la causa della tua carenza. Sei la causa della tua abbondanza. Accorgiti!