PASSO DOPO PASSO

Being-Different-Difference-520

Il cammino è importante. Compiere passi è importante. L’essere per intero si riflette nella pianta dei piedi. Ci sono metafore che indicano il primo passo come quello più importante per compiere grandezze. Le persone care, i cani, i gatti ci riconoscono dai nostri passi. Eppure c’è gente che vive chiusa totalmente nella propria mente e non si cura dei propri passi, come se la terra potesse in qualche modo macchiarli. Ho conosciuto una donna che, dopo aver compiuto il suo primo passo in mezzo al bosco, in un paio di scarpe da passeggio, ha imparato a trasformare la sua vita. Le sue scarpe, alla fine del percorso, erano sporche di fango: mai visione fu così bella per lei, a tal punto che le fotografò.

Quando compiamo qualcosa nei confronti degli altri, il nostro passo dev’essere leggero, come se il terreno fosse il nostro. Quando vogliamo arrivare prima, una piccola corsa va bene. Per riflettere  è ottimo compiere dei passi, uno dopo l’altro, così come per arrivare dove vogliamo: un passo dopo l’altro. Anche se piove, anche se nevica … un passo dopo l’altro e la vita cammina con te.

Accorgiti!

ACCORGITI!

IMG_8416

Nel procedere della tua vita consapevole arrivi a un certo punto dove scopri che esiste un filo d’oro che unisce tutti gli insegnamenti e che fa in modo che funzionino solo se li si accetta e li si mette in pratica con sincerità e cuore aperto. Questo filo d’oro puoi chiamarlo “credere”.
E’ proprio questo elemento che indica la strada verso il potere della mente, che permette di salire in alto alla vetta del successo e consente di ottenere risultati meravigliosi. Diventiamo sempre quello che abbiamo in mente.
Ogni cosa grande ha inizio con un pensiero e trova l’impeto della realizzazione nel fatto stesso di crederci.
E tu, in cosa credi? Accorgiti!

LISTEN TO YOUR HEART

Listen_to_Your_Heart_ii_by_cho_oka

Essere sincero con te stesso significa andare nel tuo cuore e fare una semplice domanda: “Che cosa desidero veramente?” e metterti in ascolto. Il tuo cuore risponde sempre. Custodisci questa risposta e segui le indicazioni: saranno quelle giuste per te. Accorgiti!

SVILUPPAR PAZIENZA

patience-870x416

Conosco bene l’impazienza: ho passato anni a sperimentare il “tutto e subito”. Che ansia e che sofferenza! Successivamente ho imparato a relazionarmi con il tempo in modo più efficiente: ho sviluppato la fiducia ed ho imparato che ogni cosa accade nell’esatto momento in cui deve accadere. Ho imparato che raggiungere un obiettivo è una questione di intento, volontà, fede, fluidità e azione costante.

Non c’è un modo “giusto” o “sbagliato” di procedere nella vita. Le possibilità che ognuno di noi ha per ottenere ciò che desidera sono infinite. A volte ho avuto molta paura, altre volte sono stata più coraggiosa e da questo ho imparato che è meno spaventoso affrontare la paura che metterla da parte e permetterle di indebolirmi. Salire fino alla cima della montagna è, a volte, durissimo e si possono incontrare molti ostacoli. Ma con una buona dose di volontà, preparazione, allenamento e determinazione ecco che l’ostacolo si trasforma in forza e determinazione. Chi si protegge dalla vita e non si prende l’impegno di correre alcun rischio, vive con il terrore di sbagliare e che qualcosa potrebbe andare male.

Ho imparato ad accogliere più sfide nella mia vita: a volte è andata bene, altre meno. E in entrambe le condizioni mi sono sentita viva e capace di camminare fino in cima alla montagna.

ALLENAMENTO

i_am_free
Nell’amicizia, nella condivisione, nella compassione, nell’estendere la propria conoscenza agli altri c’è qualcosa di universale. Consiste nell’amare gli altri e ogni anima come noi stessi. E’ il punto di partenza per la felicità, facile da applicare quando riconosciamo che gli altri siamo noi e che la felicità non è una chimera, bensì una costante.
Allenati con una semplice domanda da porti prima di compiere ogni azione: “Qual è lo scopo?”. E ascolta al risposta.
Sii libero. Rifiuta un punto di vista collettivo e crea una spiritualità che sia esclusivamente tua. Solo tu puoi conoscere te stesso e lo fai sempre e solo attraverso gli altri. A volte ti piacerà ciò che vedi, altre volte un po’ meno. Se ti piace, rinforza ciò che vedi con pensieri di gratitudine. Se non ti piace, rinforza comunque con pensieri di gratitudine e cambia direzione. Anche in questo caso sii grato per aver potuto comprendere di essere l’autore di ciò che vedi e di avere la capacità di scegliere nuovamente.
Ti offro amore, affinché io possa imparare.
Buona giornata e accorgiti!

PIU’ REPRIMI, PIU’ ESPRIMI

emozioni1

Tanto più cerchiamo di reprimere, tanto più ciò che reprimiamo si farà sentire. Se il sentimento fosse per esempio la rabbia, possiamo elargire sorrisi e strette di mano in ogni occasione, fino al momento in cui questa salterà fuori nei momenti più inopportuni e nel modo meno adatto. E quando accadrà, rafforzeremo ancor di più la convinzione di doverla schiacciare e nascondere quanto più profondamente possibile, cosa che cercheremo di fare con ancor più determinazione.

Questa è una strada senza uscita, poiché il risultato sarà esattamente come sopra fino al momento in cui, trovandoci di fronte a un bivio, sceglieremo di cambiare strada, accettandola.

A questa dinamica potete aggiungere qualunque emozione sgradevole: più reprimiamo, più ci allontaniamo dalla felicità. Se ti va, scrivi su un foglio le domande che trovi qui sotto e rispondi. Non c’è niente di meglio che mettere a nudo le proprie emozioni per imparare a riconoscerle e ad accettarle poiché, a volte, le dinamiche sono talmente consolidate da partire in automatico, senza nessun preavviso. Prendere coscienza è, come sempre, quanto di meglio possiamo fare per scegliere e decidere la direzione da intraprendere. La rabbia nasconde sempre la gioia, la paura oscura il successo, la gelosia è un masso sopra la felicità. Dietro ogni emozione che reprimi si nasconde il suo esatto contrario nell’intensità esatta dell’emozione repressa. E’ solo il giudizio che tiene all’oscuro l’altra parte della medaglia. Niente è solo luce o solo ombra: dipende sempre da quale lato stai guardando. E quando divieni consapevole della dualità, scopri che l’ombra è utile alla luce per esprimersi, che la bontà esiste «grazie» alla cattiveria, la giustizia grazie all’ingiustizia, la gioia grazie al dolore e viceversa.

Quali sono, per esempio, le emozioni che provi e che non sopporti?
C’è un aspetto di te di cui ti vergogni?
Quali sono gli aspetti di te che ami condividere con gli altri?
Ci sono emozioni che escono fuori dal tuo controllo?
Qual è il rapporto con queste emozioni?

Accorgiti, scrivi e sii felice!

LA MENTE FELICE E’ PRONTA AD IMPARARE

10580143_1613212782238296_5803891546330124264_n
E così, una volta che hai raggiunto un obiettivo, una conoscenza, sei pronto per un altro obiettivo, un’altra conoscenza. Questa è la vita dell’essere consapevole: apprende, ne fa esperienza e si prepara per un altro apprendimento seguito da un’altra esperienza. In questo modo abbiamo imparato a camminare, a parlare e ad adempiere alle piccole e grandi faccende della vita.

Il fatto è che, durante il percorso, ognuno di noi si è affeziona così tanto ai momenti di gloria raggiunti, agli attimi di paura, alle significative ore di fallimento e frustrazione da portarli con sé, esperienza dopo esperienza, basando la propria vita su tutta una serie di “se avessi potuto … se fossi stato …”

La vita felice può essere imparata ed appartiene a colui che mantiene la mente aperta e disponibile ad apprendere cose nuove, organizzare nuovi orizzonti, aprire nuove porte alle infinite possibilità e così fare nuove esperienze. In questa mente aperta al tutto arrivano le idee e la voglia bambina di conoscere, rinnovare, sperimentare.

Se vuoi raggiungere l’illuminazione non hai bisogno di decenni di lavoro spirituale bensì di scegliere di imparare a comprendere e conoscere te stesso, fatto dopo fatto, esperienza dopo esperienza, ponendoti domande potenzianti e rispondendo ad esse. “Io cosa voglio? Qual è lo scopo di ciò? Come posso fare per …? Cosa mi sta dicendo la vita in questa situazione?” sono solo alcune delle infinite.
Una mente calma e consapevole si può ottenere anche stando semplicemente seduti ad ascoltare il battito del cuore.

Accorgiti e Buon Ferragosto!