PER FAR SPAZIO AL NUOVO, FAI CADERE LE FOGLIE MORTE

Ogni volta che mi capita di ascoltare un episodio in cui un bambino, un anziano, un malato, un animale o comunque un essere che appare fragile ai miei occhi, innocente e indifeso, è stato abbandonato, mi sento toccata nel profondo.

Nasce forte l’indignazione, il biasimo e la rabbia verso chi agisce in quel modo.

L’abbandono suscita in molti di noi emozioni intense legate al concetto di perdita e negazione dell’amore. Abbandonare ed essere abbandonati sono così intrinsecamente legati alle emozioni di paura, che generano attaccamento alle cose materiali o ai sentimenti: ansia e preoccupazione iniziano a farsi strada con un risultato di perdita e una sensazione di essere lasciati in balia di sé stessi.

DOMANDE CORRETTE PER RISPOSTE CORRETTE

A un certo punto mi sono domandata: “Come mai accade tutto ciò? Cosa rappresenta per me questa paura dell’abbandono?” 

Ed ecco la mia risposta: “Mi sento  toccata e coinvolta  perché la paura dell’abbandono è una sofferenza che vive dentro di me e in ogni essere vivente, anche se a volte non ne siamo consapevoli, anche se nessuno (a memoria) si è comportato così nei nostri confronti.”

E’ una paura che ferisce tutto il genere umano e  nasce nel momento in cui la nostra anima  crede nella separazione dal suo mondo di luce e unione, incarnandosi nella coscienza duale che abita il corpo fisico. In quell’attimo avviene la scissione dall’Amore che di per sé è unione.

Per tutta la nostra vita terrena andremo alla ricerca di quell’Amore, sperando di poterlo trovare in altri corpi, negli oggetti, nelle situazioni di successo, senza mai trovarlo veramente.

DOV’E’ L’ERRORE?

Non è la ricerca in sé che è sbagliata, ma la direzione in cui stiamo cercando. Se vogliamo trovare l’Amore, dobbiamo invertire la nostra visione: guardare nell’altro la speranza della felicità ci rende fragili e impotenti. Trovare invece spunti nell’altro per comprendere noi stessi sarà l’approccio sensato per riconquistare il nostro potere personale che, per sua natura, è Amore.

L’azione stessa di rivolgere l’attenzione verso di noi e non contro l’altro ci rende più potenti e soprattutto più liberi.

Ciascuno di noi ne porta il ricordo ed è questo il motivo per cui l’abbandono suscita tali reazioni e non è sufficiente resistergli o reagire con idee, atteggiamenti e azioni che la vogliono negare o esorcizzare.

Quante volte, mossi da un’inconsapevole reazione al timore di non essere considerati – con la paura dell’abbandono nel cuore –  abbiamo agito allo scopo di sentirci più apprezzati nelle relazioni di coppia, con la nostra famiglia, con i figli e persino con i semplici conoscenti occasionali?

Il senso del possesso e dell’attaccamento sia alle cose materiali che affettive, sono reazioni alla paura di essere lasciati soli, senza quell’amore necessario e del quale ciascuno di noi ha bisogno per vivere.

Ma … per ogni situazione vissuta, c’è sempre il rovescio della medaglia

LA NATURA, GRANDE AMICA

Cosa accade se pensiamo all’abbandono come a  movimento, crescita o arricchimento? La natura, come spesso accade, ci viene in aiuto per facilitare la comprensione.

Quando finisce la stagione della fioritura, le foglie si preparano a cadere assumendo i colori vivi della rossa forza vitale, dell’arancio e del giallo, iniziando un nuovo ciclo di cosciente rinnovamento.

Attraverso colori, la natura mostra la sua preparazione ad assumere una forma diversa: non sta morendo bensì trasformando.

  • Possiamo imparare da Essa e lasciare  – quando riteniamo sia il momento giusto per noi – che le “foglie” delle nostre false idee e dei cerchi oramai chiusi, cadano leggere una ad una senza dolore, con dolcezza e sentimento.
  • Possiamo immaginare la nostra mente come un grande albero secolare e i nostri pensieri disturbanti come a foglie che si preparano a staccarsi leggere dall’albero della mente: lo fanno con gratitudine lasciando spazio a una nuova consapevolezza.

Questa immagine amorevole che va al di là dello spazio e del tempo, può essere un valido aiuto per imparare e comprendere che l’abbandono è impossibile: l’albero della mente è tutto ciò che siamo, e fluire in lui permettendo alla vita di fare il suo corso significa rendere grazie all’amore e alla felicità.

Questo è uno dei modi per aprirci a una nuova visione

FARE ESPERIENZA

Sono certa che vicino a dove abiti o lavori c’è un parco o anche semplicemente un solo albero che sta lasciando andare le sue foglie. Se così fosse, preparati a far cadere vecchi schemi per aggiungerne di nuovi.

  • Ritaglia da un foglio tanti pezzettini di carta e su ciascuno scrivi  ciò avresti voglia di lasciar andare in questo momento. Possono essere vecchie delusioni, momenti di difficoltà che stai vivendo, antichi schemi che appartenevano alla tua famiglia d’origine e che stai nuovamente perpetuando.
  • Procurati un po’ di pane o del tabacco,  quaderno e penna per scrivere e vai nella natura accanto a un albero.
  • Appoggia la schiena al suo tronco stando in piedi e tenendo tra le mani i pezzettini di fogli sui quali hai scritto ciò che vuoi “far cadere”, e immagina per un attimo di entrare al suo interno e sentir scorrere la linfa vitale : puoi immaginare la vita che si prepara alla trasformazione.
  • Apri le tue braccia come fossero i rami dell’albero e ogni volta che ti senti pronta/o lascia cadere ai tuoi piedi un pezzettino dei fogli che tieni tra le mani, proprio come farebbe l’albero.
  • Continua fino a che le tue mani sono completamente vuote.
  • Ringrazia come sei capace di fare e lascia alla base dell’albero un po’ del pane o del tabacco che hai portato con te, come ringraziamento per averti ospitata/o. Gli alberi amano essere ringraziati con questi doni.
  • Ora siedi comodamente e scrivi chi vuoi essere: quelli saranno i semi della tua nuova vita
  • Scrivi le azioni che da subito compirai per far crescere questi semi. Curali, nutrili, rendili forti e aspettati il meglio che tu possa immaginare.

Questo è un modo per incontrare il Dio che dimora in ciascuno di noi,  riconciliandoci con Lui e con la parte più profonda di noi stessi, per dare così un nuovo significato alla Vita.

Accorgiti.

La tua SpiritualCoach     Lucia Merico

photo-1445331713779-ceec1147968f.jpg

UN SOLO CUORE

La spiritualità non è un dogma o una religione bensì un regno di luce che dimora in ciascuno di noi.

Ha molti nomi, ciascuno perfetto per chi lo invoca, e molti volti ognuno perfetto per chi lo ricorda. Ma una sola Mente unita e perfetta, un unico cuore pulsante dove ciascuno  può ritrovare il suo Sé.  Il potere che ha creato l’Universo è alla nostra portata e attende solo una piccola disponibilità per manifestarsi.

risveglia-la-luceche-e-in-te-e-illumina-il-tuo-cammino

 

A un istante oltre la nostra percezione della quotidianità esiste una Presenza, una Forza misteriosa e allo stesso tempo confortante. Alcuni ne parlano, altri la immaginano, altri ancora rivolgo ad essa le loro preghiere, forse senza nemmeno comprendere che cosa sia.

C’è qualcosa in ciascuno di noi che attende di essere portato alla Luce. Hai tutto il potere per farlo e la libertà di scegliere e decidere. E ogni attimo è il momento perfetto per spiegare le vele e riempire il tuo mondo di bellezza. Oggi è quel giorno.

Con grande affetto a tutti voi che siete parte fondamentale della mia quotidianità.

La tua SpiritualCoach  ….   Lucia Merico

BENVENUTO PASSATO

Continuano le modalità per ripulire la mente e l’anima dal passato perché come stai imparando a comprendere, le nostre vite sono determinate da esso, in special modo da quegli eventi che abbiamo dimenticato o che tendiamo a rinnegare. Se restano latenti possono gettare lunghe ombre che oscurano il presente e il futuro. L’emozione in questo caso con cui fare i conti è generalmente la vergogna, una delle  appendici che appartengono alla paura.

Nel territorio del non detto regnano regole tacite che impongono di non discutere mai di certi argomenti.  A volte alcuni di noi credono di aver superato un piccolo pezzetto di passato, ma non è così poiché sentono ancora il cuore gonfio di dolore. Prendere le distanze da un episodio del passato può essere conveniente, almeno in prima battuta, se poi si sceglie di affrontarlo per mettere in atto la trasformazione.

Ora qualche domanda: Hai qualche segreto che ti porti dentro da tempo? C’è qualche situazione che come un grosso rospo, ti impedisce di deglutire fluidamente la vita? C’è qualcosa di te che non vuoi far sapere o non vuoi mettere in evidenza? Custodisci un segreto altrui che ti pesa sul cuore? C’è qualcosa di cui ti vergogni e che non hai mai confidato a nessuno? Potresti essere da tra coloro che hanno risposto “no”  a tutte le domande: ottimo! Tuttavia, se anche solo una di queste domande ti risuona, prendi carta e penna, trova un momento di intimità e metti il tuo “segreto” nero su bianco.  Mentre svolgi l’esercizio puoi notare quali ricordi, pensieri ed emozioni si muovono dentro di te, nel tuo corpo e nella tua mente e dai loro la possibilità di esprimersi. Il solo fatto di esaminarli attenua gli effetti che hanno prodotto fino ad ora.

Terminata la tua indagine ed espresse le emozioni, piega il foglio e su una parte bianca scrivi: “Accetto con amore ogni parte di me”, appoggia il foglio sul cuore, chiudi gli occhi e ripeti la frase più volte, sia mentalmente che a voce alta, fino a quando avrai una percezione di verità, una sensazione di benessere e di accettazione. Solo allora potrai “regalare” il tuo segreto all’Universo, che sarà lieto di accoglierlo e trasformarlo in ciò che è più conveniente per te in quel momento.

E’ un esercizio semplice nella sua applicazione. La difficoltà potrebbe nascere dal credere di non avere tempo o quant’altro possa rimandare l’esperienza. Ricorda che ti è stata data la più alta forma di libertà: scegliere e decidere. Dunque, a te la scelta. Accorgiti!

NEW, HAPPY … YEAR

Qualche giorno e il 2015 spalanca la porta al Nuovo Anno, giovane, pieno di conquiste, ricco di idee e di tanti obiettivi da realizzare. Tre giorni per riflettere, tirare le somme, guardare i risultati mancati e ottenuti lasciando andare il vecchio per scrivere su pagine bianche una nuova ricca ed entusiasmante vita.

IMG_0053

Se vuoi puoi fare così:

  1. Procurati una lampada volante
  2. Su un foglio scrivi tutte le cose che vuoi lasciar andare e che ritieni siano legate alla paura o a qualche altra emozione che contribuisce ad abbassare la tua energia. Scrivi con calma, meditando con attenzione ed etichettando dettagliatamente: paura di … tristezza per … invidia per … etc etc
  3. Metti il foglio in una bella busta dove sopra scrivi GRAZIE
  4. Fai un elenco degli obiettivi che vuoi raggiungere nel 2016. Ricorda di usare il tempo presente, di essere chiaro, sintetico, positivo. Anche in questo caso non avere fretta: scrivi e rileggi modificando, se necessario, fino a che senti risuonare di felicità ciò che stai leggendo
  5. Accendi una candela e appoggiala di fronte a te insieme all’elenco dei tuoi obiettivi. Chiudi gli occhi e immagina la luce della candela espandersi, avvolgendoti. Immagina i tuoi obiettivi penetrare in ogni fibra del tuo essere. Sentiti pieno di fiducia, forza, abbondanza, ricchezza, amore, resilienza, tenacia, pazienza … Senti come ci si sente ad essere Uno con l’Uno, permeato dalla Forza Divina. In questo luogo di pace, dove tutto è possibile, pronuncia mentalmente le parole “E così sia. Grazie Grazie Grazie
  6. Apri gli occhi, metti il foglio in una busta e sopra scrivi “E così sia. Grazie Grazie Grazie” e riponila al sicuro. Ti aiuterà a
  7. Ora trascrivi con un pennarello del colore che preferisci i tuoi obiettivi sulla lampada volante e preparati alla manifestazione. Alla fine dell’elenco riporta la scritta “E così sia. Grazia Grazie Grazie”

Il 31.12.2015 allo scoccare delle 24:00 brucia la busta che contiene ciò che vuoi lasciar andare e su cui hai scritto GRAZIE. Prendi la tua lampada volante e dona al Cielo i tuoi obiettivi. Guardali salire in alto immaginandoli realizzati e senti come ci si sente ad essere co-creatore con Dio o come ti piace chiamarLo. Lascia che il tuo cuore sia colmo di gratitudine.

Fare tutto questo insieme alle persone che amiamo è un buon modo per rinforzare l’amore dentro di noi. Sarà bellissimo vedere gli obiettivi brillare nel Cielo.

Buon Nuovo Anno di Trasformazione a Tutti Voi e Accorgetevi.

UN CAFFE’ INSIEME

Ciascuno di noi possiede potenzialità che a volte nemmeno riesce a intuire. Siamo naturalmente dotati di energia libera e bambina che con la crescita provvediamo a rinchiudere in false considerazioni di noi stessi e del mondo circostante, e da adulti abbiamo paura di questa stessa energia perché potrebbe renderci ridicoli, poco credibili o troppo fantasiosi. Dimentichiamo di essere un ago della bilancia per la nostra vita e per la vita delle persone intorno a noi: meglio dimenticare una così grande responsabilità.

In molti ricordano cosa realmente sono e il loro scopo in questa vita, compiendo lo sforzo di far tornare funzionante quella vitalità rimasta rinchiusa e cominciano a migliorare la loro quotidianità. Passo dopo passo, attraversano porte chiuse dal tempo e dalla loro stessa volontà, facendo risplendere di Luce il loro cammino. Alcuni li seguono e imparano come e cosa fare per intraprendere nuove strade. Le qualità che apprendono restano per la vita come eredità naturali, lanterne sempre accese alle quali fare riferimento nei momenti bui.  Altri rimangono a guardare, nella speranza che qualcosa o qualcuno possa prenderle il loro fardello e portarlo sulle spalle. E’ così che intendono cambiare la loro vita, dimenticando che rimanere fermi dando la responsabilità agli altri significa morire. E non intendo la morte fisica: quella è la scelta più semplice e diretta. Intendo la morte dell’anima, dell’energia, della vitalità, della mente che pensa a soluzioni e capace di nuove idee.

Come un podista ha bisogno di allenamento per correre la maratona, così ciascuno di noi ha bisogno di allenare la mente per intraprendere nuove strade di vita. Costruire castelli in aria va bene, se poi sotto aggiungi fondamenta concrete. Influire sulla qualità della tua giornata trasformandola a tuo piacimento è la più elevata delle capacità, e quando conosci te stesso e comprendi bene chi sei veramente, scopri che non c’è nulla da scoprire poiché tutto é già stato scritto.

La mia funzione in questo mondo è di essere facilitatrice della tua ricerca, semmai tu avessi la volontà e la determinazione di trovare nuovi modi per vivere una vita più felice e serena. Ho riconosciuto il mio scopo e ho scelto di mettere il mio talento al servizio di chi vuole risvegliare la propria Luce per illuminare il suo cammino. Lo faccio ogni giorno, e tu che leggi lo sai bene. Basterebbe che alla lettura facessi seguire un’azione quotidiana per migliorare di gran lunga la tua giornata. Sono tanti gli strumenti che hai acquisito in questo ultimo anno e se avrai la volontà di continuare il cammino, insieme potremo trovarne molti altri ancora.

IMG_9205

Ti sono grata per aver seguito ogni giorno il mio pensiero. Sono grata a chi ha scelto di partecipare ai corsi, ai laboratori INSIEME E’ PIU’ FACILE, alle WalkingCoaching e ai percorsi individuali, a chi ha letto il libro PROFESSIONE SPIRITUALCOACH Gesù è più felice quando viaggia in Porsche, a chi ascolta il CD di meditazione, a chi è facilitatore di LoveHealing© e  Cristalloterapia La Magia dei Cristalli  e lo mette al servizio degli altri. Sono grata a ciascuno di voi. E se avrai voglia di conoscermi un po’ di più, naviga su http://www.spiritualcoach.it o vieni a trovarmi. Sarò lieta di offrirti un caffè.

SOLO PER INTENDITORI

IMG_9716

L’Anno si sta per concludere ed è conveniente iniziare già da ora a posare nuovi mattoni per costruire un solido 2016. Oggi voglio dare il mio piccolo contributo, chiacchierando di scarsità, e cioè il fasullo credere che di ogni cosa vi sia una disponibilità limitata. E non parlo solamente di denaro ma anche dei beni materiali, del tempo, del riposo, del movimento, delle idee, del potere personale e dell’amore.  Questa è un’idea che affligge tanto i ricchi di denaro quanto i poveri. Porta alla competizione, all’invidia, fa diventare sospettosi ed è causa di sintomi svariati, compresa l’idea che il miglior modo di vivere sia divenire conquistatori seriali.

Il fatto è che questo modo di pensare diventa come un cane che si morde la coda e impedisce di apprezzare ciò che già possediamo. La propensione è valutare sé stessi e gli altri basandoci sui fattori esterni piuttosto che sulle qualità interiori. La scarsità è una menzogna efficace per tenere sedate le capacità personali, il talento e le infinite possibilità che ciascuno di noi possiede per generare abbondanza in ogni senso e direzione. E’ un sistema fatto di menzogne, opinioni, ipotesi e convinzioni, sulla base delle quali giudicare il mondo  come un luogo dove essere in costante pericolo di non riuscire a soddisfare le nostre esigenze.  

La dimostrazione è che questo sistema di pensiero generalizzato sta contribuendo a manifestare realmente la scarsità in ogni direzione, o almeno questo è ciò che molti di noi credono. Fermo restando che il solo modo per cambiare il mondo è trasformare il nostro personale modo di pensare, ogni scarsità così come l’abbondanza, è una questione personale.

Queste sono alcune convinzioni in cui credo:

  • La vita è semplice
  • Quello che credo determina ciò che ho e che sono: nel bene e nel male
  • L’amore, il servire e il dare, sono lo scopo della mia vita
  • Il denaro e qualunque altra forma di abbondanza arriva a me come risultato del mio metterti al servizio degli altri. La  professione è il modo che ho scelto per mettere in moto lo spirito di servizio
  • Vivo la vita che scelgo di vivere
  • Le parole hanno potere e danno forma alle esperienze
  • I pensieri e le emozioni sono il modo che ho per capire la direzione in cui sto andando
  • Lamentarsi, puntare il dito contro gli altri e rifiutare responsabilità al 100% della propria vita distrugge la possibilità di avere successo. Io sono responsabile al 100% della mia esistenza
  • I risultati non mentono mai
  • Raggiungo gli obiettivi con fede e tanti A.I.C. – Alzando Il Culo
  • Nulla migliora finché io non scelgo e decido di migliorare
  • Amo ciò che faccio diventando eccellente e sono ricompensata
  • La vita è una scuola continua. Rifiutare di imparare le sue lezioni significa ripeterle
  • Nessuno potrà mai darmi più amore di quanto io possa darne a me stessa
  • Dio è la mia Guida: con Lui sono sempre al sicuro

Ora puoi creare la tua lista personale di credenze. Dopo averla scritta, rileggila e nota come ciò in cui credi abbia influenzato i tuoi risultati. Osserva la tua vita e se non sei felice dei risultati, cambia le tue convinzioni.

Accorgiti e compila la lista. Stai pensando di farlo dopo, più tardi, domani, il primo dell’anno? In fondo cosa vuoi che sia qualche ora o giorno in più … Credimi, e parlo per esperienza personale: lo faccio dopo è la scelta più fallimentare che puoi fare. A buon intenditore …

CREDO CHE:

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

PAROLE PAROLE PAROLE

IMG_9159

Le parole che pensi e pronunci sono il tuo personale veicolo nel viaggio verso la felicità e ne stabiliscono la destinazione e la velocità con cui la raggiungerai. Le parole sono vibrazioni in grado di cambiare le sequenze del DNA, riorganizzando il futuro e creando possibilità quantiche destinate a generare la vita che desideri. Parole e pensieri plasmano il carattere di una persona. E’ dunque conveniente imparare a programmare in modo intenzionale la propria vita, e puoi farlo partendo da ora.

Il successo in ogni ambito è determinato dall’abilità che possiedi di farti comprendere.  Una migliore comunicazione è destinata a rendere migliore la tua vita, i tuoi rapporti personali apportando maggior benessere per realizzare desideri e trasformare i sogni in realtà.

Ti invito a fare questa esperienza: scrivi su un foglio questa frase “Sono circondato/a dalla sostanza Divina che si manifesta a me con ricchezza e abbondanza di opportune forme”. Pronunciala a volte alta, con le mani sul cuore, più volte ogni giorno per una settimana e verifica ciò che succede.  Non c’è niente di più semplice per manifestare abbondanza nella tua vita. Accorgiti.