PERENNEMENTE IN GIOSTRA

IMG_9029

Essere impegnati, indaffarati, perennemente in giostra, mai fermi perché il treno del successo passa una volta sola nella vita, e poi chi si ferma è perduto e se l’occasione non la prendi al volo, se la piglia qualcun altro. La sensazione è che per andare avanti o semplicemente mantenere alta l’asticella del successo ci si debba buttare a capofitto in mille attività.
Ho sperimentato in passato tutto questo e ricordo che, per avere momenti di calma, mi ammalavo portando a galla il senso di colpa per essermi fermata. Non conoscevo l’efficacia della “gestione del tempo” e, soprattutto, non conoscevo ancora la meraviglia della gestione di “me stessa” e del mio tempo personale. Nonostante la cantilena “sono stanca”, non mi fermavo a riflettere su come fare per cambiare la situazione. Fino al momento in cui mi hanno insegnato a fare un elenco dei “sì assoluti”, ovvero una graduatoria degli aspetti che reputavo più importanti nella vita. Ricordo che il primo fu “stare sdraiata sul divano a guardare il soffitto almeno 1 ora la settimana”.
Tu puoi preparare il tuo elenco personale di sì assoluti, e puoi farlo proprio dopo aver letto questo post: stare con i tuoi figli, con tuo marito o tua moglie, andare in palestra, leggere, vedere gli amici, andare al cinema o (la più difficile delle attività) stare sul divano a guardare il soffitto.

Sì, forse dovrai riorganizzare la tua vita. Sì, forse la tua casa non sarà perfettamente in ordine. Ma certamente, guardandoti allo specchio, vedrai i tuoi occhi brillare: te lo posso assicurare. Accorgiti!

E COSI’ SIA

IMG_9405

Ti sei mai domandato come mai alcune richieste espresse sottoforma di preghiera non vanno a buon fine? E, forse, sono proprio quelle più importanti, alle quali tieni di più? In modo tradizionale, la preghiera consiste in una serie di richieste a Dio (o come più ti piace chiamarlo) che terminano con l’espressione “così sia”. Il più delle volte sono formulate nel dubbio e, quindi, nella mancanza di fede. La fede è una questione semplice: è la conoscenza che qualcosa di buono si sta prendendo cura di te e della tua vita, e sta accadendo proprio adesso. Quando le preghiere -anziché essere suppliche rivolte solo nei momenti di disperazione- diventano delle occasioni per ringraziare, sono la manifestazione del processo di co-creazione con Dio e non più la mera speranza che Lui si possa accorgere di te.
Quando fede e azione si mescolano diventando tutt’uno, scopri la magia della manifestazione.

Come in Cielo (nella mente Una) Così in Terra (nel tuo corpo, nel tuo ambiente, nella tua vita terrena). E così sia. Grazie Grazie Grazie.


Accorgiti!

MILLE FUTURI POSSIBILI

IMG_8880

Ci sono moltissimi di futuri possibili, tanti quanto la mente è in grado di immaginare. La libertà interiore consiste nello scegliere una delle infinite possibilità. Questo è il libero arbitrio. Il futuro perfetto è quello che scegli ora e il risultato perfetto è quello che otterrai. Quando compi la scelta, ancora in seme, tu sai già dove ti porterà. Prendi il seme, lo pianti nella mente, lo annaffi e lo fai crescere. La varietà di semi tra i quali poter scegliere è infinita. Ma tu sceglierai proprio quello che ti porterà nel mondo che desideri fortemente esplorare. A volte è un mondo di piacere, altre volte di paura. In entrambe i casi, ricordati sempre chi ha scelto il seme, chi lo ha piantato e curato facendolo crescere. Solo così potrai scegliere nuovamente.

Accorgiti!

SE VUOI CAMBIARE IL MONDO, CAMBIA TE STESSO (GANDHI)

IMG_9211

“Se vuoi cambiare il mondo, cambia te stesso” queste parole scritte da Gandhi sono state l’ideale per me questa mattina durante la meditazione. Sono qui per dare un senso alla mia vita su questa Terra, e quando ciò che vedo accadere intorno a me perde di significato, mi rendo conto che è faticoso tornare al cuore e attingere dalla sua saggezza. Nonostante tutti gli anni passati a percorrere il sentiero interiore, a volte succede che io non veda chiaramente il tratto di strada seguente. Mi fermo un attimo, prendo fiato e nonostante tutto riprendo a camminare.

Ho imparato che occorre grande volontà per non deprimere il proprio cuore, per far in modo che non si riempia di buio. E quando accade permetto a quel momento di frastuono di farsi sentire, lo ascolto con attenzione e mi domando cosa mi vuole raccontare. Non lo scarto, non lo metto da parte: faccio del mio meglio per accoglierlo e ritrovare in esso la Luce che credevo di aver perso.

C’è una lezione di Un Corso in Miracoli che ricordo bene: I miei pensieri di attacco attaccano la mia invulnerabilità … “Praticare l’idea di oggi ti aiuterà a comprendere che la vulnerabilità o l’invulnerabilità sono il risultato dei tuoi stessi pensieri. Nulla può attaccarti tranne i tuoi pensieri. Nulla, tranne i tuoi pensieri, può farti credere di essere vulnerabile. Nulla, tranne i tuoi pensieri, può provarti che non è così.” (L-pI.26.4)

Questo è ciò che io voglio ricordare.

GRATITUDINE

10544660_940160456015752_191325969236518253_n

Non disprezzare ciò che hai, pensando a ciò che potresti avere. Apprezza, invece, ciò che già possiedi e sii grato all’Universo che presto ti indicherà come materializzare il tuo desiderio.  Accorgiti!

RELAZIONI

IMG_9616

All’inizio di ogni relazione -che sia di coppia, amicale o professionale- è tutto magico: vedi l’altro come un essere speciale arrivato a rendere speciale la tua esistenza. Questo dipende dal fatto che l’altro ha delle caratteristiche che ammiri e che ritieni manchino in te. Percepisci come un senso di completezza quando, come fosse l’altra metà di te che hai sempre cercato. Ma a un certo punto, col passare del tempo, le stesse caratteristiche che avevi ammirato all’inizio della relazione diventano motivo di conflitto e competizione.

Lo scopo di ogni relazione è quello di fornire l’opportunità di integrare reciprocamente le parti mancanti, anziché iniziare un conflitto. Le diversità di opinione o di visione dell’altro sono una ricchezza da apprezzare anziché da combattere. In questo modo qualunque relazione compirà lo scopo che si è posta: divenire uno strumento di guarigione, integrazione ed evoluzione. Cambia la causa e cambierà l’effetto. Accorgiti!

TOLLERANZA E PAZIENZA

IMG_9611

Se una parte della tua vita non va bene, un’altra parte funziona e magari è la fetta più grande, ma tu non te ne accorgi. Sei come calamitato verso ciò che è buio piuttosto che andare verso ciò che è risplende. Questo è uno degli allenamenti per vivere una vita piena: accorgersi del buio e trovare soluzioni nella luce. Tolleranza e pazienza al posto di collera e odio: una sostituzione conveniente se vuoi prepararti a un successo felice. Quando ti ritrovi a dire: “Va tutto a rotoli” pensa se corrisponde a verità: potresti scoprire che “tutto” è una parola inappropriata e concentrati su ciò che sta andando bene o anche solo benino, e poi vedi cosa accade. Insisti in questo esercizio e i risultati non mancheranno di manifestarsi. Accorgiti!