CHOICE

IMG_9551

Sii libero. Rifiuta un punto di vista collettivo e crea una spiritualità che sia esclusivamente tua. Solo tu puoi conoscere te stesso e lo fai sempre e solo attraverso gli altri. A volte ti piacerà ciò che vedi, altre volte un po’ meno.
Se ti piace, rinforzalo con pensieri di gratitudine. Se non ti piace, sii grato ugualmente poiché hai trovato una parte di te da poter migliorare, scegliendo diversamente. Puoi fare in questo modo: quando non sei felice è perché stai scegliendo di non esserlo: guardi l’altro o la situazione come un nemico da sconfiggere anziché come un’opportunità da cogliere. Se scegli di cogliere l’opportunità, offri alla persona o alla situazione ogni cosa bella che vuoi ottenere in quel momento: pace, serenità, amore, abbondanza, felicità, gioia, equilibrio … Se “dare è ricevere”, donare amore è ricevere amore così come donare paura è ricevere paura. A te la scelta.
Oggi scelgo di offrire abbondanza e ricchezza a ognuno di voi affinché io possa imparare.
Accorgiti!

Annunci

DOVE RIPONI LA FEDE, LI’ C’E’ IL TUO RISULTATO

10406779_942438779121253_2218254584794019474_n

Dove riponi la fede, lì c’è il tuo risultato. Fai questo esperimento: usa un linguaggio positivo e pieno di speranza per ventiquattro ore partendo da dopo che hai letto questo post. Durante il giorno, quando qualcosa di bello ti accade, scrivilo così da imprimerlo nella mente. E se c’è una condizione che non ti piace, puoi fare esperienza della preghiera ricordando a te stesso: “Anche se sto facendo un’esperienza che non mi piace, ringrazio questo momento e ho fede che mi verrà dato ora il modo per poterlo migliorare. E così sia”. Consegna la preghiera nelle mani di Dio (o come tu lo chiami) e aspettati il meglio che tu possa immaginare. Cosa succederà lo potrai scoprire solo facendo esperienza. Accorgiti!

ACCORGITI

IMG_9049

La strada migliore per il successo è conoscere te stesso. Sono le circostanze a rivelare ciò che sei e da esse puoi far partire la tua trasformazione, se lo ritieni necessario. Non c’è nessun altro, tranne te stesso, a cui attribuirne la responsabilità. Questo è l’aspetto,a volte molto complicato, da comprendere per essere felice e raggiungere ciò che hai scelto. Il passaggio è da “esperto conoscitore delle paure e dei limiti” a “esperto conoscitore di tutto ciò che è possibile”. Usa le difficoltà per fare un balzo avanti, come sprone per un progresso. Non puoi essere prospero e felice se una parte di te rimane imprigionata nelle vecchie abitudini e nel lamento. Sei la causa della tua carenza. Sei la causa della tua abbondanza. Accorgiti!

LASCIA DEPOSITARE IL FANGO

Lovely-Blue-Butterfly-Water-Reflection-Light-Blue-Theme-HD-Wallpapers

A volte cercare ostinatamente di capire è come sforzarsi di vedere il fondo di uno stagno attraverso l’acqua melmosa. Resta immobile e lascia che il fango si depositi. Semplifica la tua vita e rendila più efficace ponendoti in sintonia con il naturale fluire dell’Universo. Fai in modo che la parola magica di oggi sia “fluidità”.

Accorgiti.

SMILE

a-smile-is-the-prettiest-thing-you-can-wear

La grandezza sta nella semplicità. E’ sufficiente un sorriso, un abbraccio, una carezza di conforto o una mano tesa per compiere un miracolo. Oggi scelgo la semplicità per me e per le persone che incontro. E così sia.

Accorgiti!

APPREZZAMENTO

Reflection_by_G_Crew

Gli uomini sono turbati non dalle cose che accadono, ma dall’opinione che danno alle cose che accadono. (Epitteto)

Apprezza il mondo così com’è e non come vorresti che fosse. Questa è una delle chiavi per aprire la porta della vera felicità. Accorgiti!

IL MARE IN BURRASCA

496430_more_shtorm_mayak_pejzazh_4540x2687

E’ la paura stessa che ci fornisce la possibilità di diventare straordinariamente felici. In essa trovi la forza. La tenacia, la capacità di rialzarti: è la vera sfida. All’inizio potrebbe essere vissuta come una “sfida” per poi diventare, pian piano, la via verso la fede che qualcosa di buono accade sempre. Ogni cosa che accade è perfetta per crescere, comprendere, evolvere: ogni singola cosa.

Non è una sfida tra bene e male, una lotta. A parer mio è un’onda che si alza e si abbassa, come le maree, come la luce che lascia posto al buio e viceversa. E’ una comprensione di ruolo dove ognuno ha il suo scopo preciso che viene attivato dalla tua propria volontà. A volte senti di dover fare esperienza della paura, e così sia, e in essa trovi la chiave per aprire la porta di un’altra felicità. A volta è un mare in burrasca mentre altre è la calma piatta. Cosa c’è di brutto in un mare in burrasca o nell’essere piatto? Nulla, se lasci che sia. Ogni condizione è perfetta, sempre. La disarmonia della paura è solo una tua percezione. In sé essa è perfetta per farvi vivere ciò che hai chiesto, inconsapevolmente a volte, altre l’hai vista arrivare ma non hai cambiato direzione. Sei rimasto sulla sua traiettoria, consapevole a un qualche livello, della sua imponenza.