SEI NATO PER VINCERE

IMG_7452

Ci vuole coraggio per essere dei veri vincitori … vincitori non nel senso di vincere qualcun altro cercando sempre, insistentemente,
di arrivare primi … bensì vincitori nel rispondere alla vita. Ci vuole coraggio per provare libertà che deriva dall’autonomia, coraggio per accettare l’umiltà e accostarsi alle persone in modo diretto, coraggio per prendere posizione in una causa impopolare, coraggio per scegliere l’autenticità anziché l’approvazione e sceglierla ogni volta, coraggio per accettare la responsabilità delle nostre scelte personali e, sì, coraggio per essere la straordinaria persona che siamo realmente. (Muriel James e Doroty Jongeward – Nati per vincere)

Amplia la tua personale visione del successo includendo la conoscenza di te stesso e un maggior rapporto con gli altri. Questo ti permette di vedere che dentro di te c’è tutto ciò che ti occorre per essere una persona di successo.

Annunci

EVERGREEN

Yin_and_Yang_by_uk_dave (1)

Ispirata dal Laboratorio INSIEME E’ PIU’ FACILE del mercoledì, dove vengono eseguiti gli esercizi in contemporanea, la stessa sera e in cinque località differenti, voglio proporvi una visione di leadership che fonda le sue radici nel V-III secondo a.C.

Tao Te Ching, che tradotto significa “La strada del Potere” è uno dei grandi classici filosofici e spirituali del mondo, consultato da milioni di persona, me compresa.

Questo libro, che è la più antica scrittura di taoismo, oltre a essere un testo di meditazione, è anche una filosofia basata sull’armonia della natura. Lo si può adottare facilmente, con un minimo di preparazione, come manuale moderno di leadership e si presta in modo particolare alla vita contemporanea. Insomma: un testo evergreen.

Nel mondo del lavoro c’è chi afferma che più un capo ha potere, meno lo usa. Al giorno d’oggi le società meglio gestite sono quelle che utilizzano il gioco di squadra, dove ogni soggetto entra nel gioco con il proprio personale talento, accrescendone l’efficacia e ampliando il proprio potere personale e collettivo. Le società con questo tipo di caratteristica, hanno molta più probabilità di successo nel generare idee e prodotti che migliorano realmente la vita in generale.

Si stima che entro il 2020 il “leader” ideale potrebbe essere difficile da identificare, dal momento che la posizione o il benessere generale non saranno più dei fattori validi per esercitare influenza. L’aumento della consapevolezza fa crescere in maniera esponenziale il talento personale, facendo salire l’asticella della creatività e dell’ideazione.

Lao Tzu scrive: “I saggi si distinguono, in quanto si considerano parte del Tutto. Essi risplendono, perché non vogliono fare colpo. Conseguono grandi cose, perché non cercano riconoscimenti. La loro saggezza è contenuta in quello che sono, non nelle loro opinioni.”

Mettersi in ascolto, dare la precedenza agli altri, collaborare, rimanere con la mente aperta cercando i migliori risultati possibili, sono aspetti dello yin femminile plasmati con la forza orientata all’ottenimento delle cose contemplata e rappresentata dallo yang maschile. Questa modalità, se utilizzata con consapevolezza, diventa una fusione vincente che delinea i tratti del nuovo leader, la cui credibilità non si fonda su ciò che dice e neppure su quanto ha raggiunto fino a quel momento. “La sua saggezza è racchiusa in ciò che egli è” (Lao Tzu)

La forza è nella quiete del tempo presente, senza cercare di forzare le cose perché accadano, e neppure obbligare gli altri a fare come vorremmo. Il tempo viene utilizzato in modo diverso, più circolare, lasciando che ogni individuo abbia la possibilità di esprimere e far crescere uno o più talenti che porta in seme dentro di sé. Il mondo attuale ha bisogno di persone consapevoli in grado di conoscere sé stesse a tal punto da non considerare più la parola io come individuo ma noi come collettivo. Nulla è separato da noi, tutti siamo responsabili di ciò che accade e questa nuova visione non dev’essere vissuta con colpa, ma come un’opportuna speranza.

Conoscere il Tao anche attraverso le linee guida di Tao Te Ching, ha ampliato il mio concetto personale di vita e successo e, probabilmente, potrebbe cambiare anche il tuo, nel momento in cui sceglierai di iniziare a consultarlo o farti aiutare nella consultazione attraverso i suoi capitoli fatti di brevi righe meditative.

Al viaggiatore può capitare di fermarsi a mangiare qualcosa di buono e ascoltare una musica piacevole, ma descrivere il Tao potrebbe sembrare insulto e piatto. Al vederlo, non sembra nulla di speciale. Al sentirlo, nulla di speciale. Ma vivete seguendo le sue indicazioni, e non ne sarete mai stanchi

Buona Consultazione e Buon Divertimento!

METODO A.I.C.

IMG_6760

“Così, la vita coraggiosa e ambiziosa di un singolo uomo accende una fiamma nella mente degli altri di uguale facoltà e slancio; e laddove vi è uno sforzo parimenti vigoroso, ne derivano certamente altri riconoscimenti e successi. In questo modo, la catena dell’esempio attraversa il tempo in un’infinita successione di collegamenti; un’ammirazione che stimola l’imitazione, e perpetua la vera aristocrazia del genio. |…| Non occorre un particolare talento per assicurare la riuscita di qualsiasi attività, quanto piuttosto il senso dello scopo; non, dunque, la mera capacità realizzativa, bensì la volontà di impegnarsi con energia e perseveranza. Per questo motivo l’energia della volontà può essere definita il vero fulcro del carattere di un uomo: in un parola, è l’Uomo stesso!”

Samuel Smiles scrisse queste parole nel 1859

La storia è ricca di persone, uomini e donne, che hanno realizzato cose straordinarie semplicemente con la volontà e la tenacia. Leggere le loro bibliografie può essere lo stimolo a trovare la strada per la tua realizzazione personale. Partecipare a un corso in crescita personale e spirituale è un altro modo per arricchire la tua mente. Mettere in pratica resta sempre la modalità migliore per essere felice.
La ricchezza, in ogni senso, è impegno e applicazione pratica. Oggi utilizza il metodo A.I.C. per cominciare una nuova vita: Alza Il Culo!

WE ME

ME_WE_small-724x1024 (1)
Leggo un passaggio del libro “The Soul of Money” di Lynne Twist: “In ogni cultura, in ogni area geografica e in ogni interazione umana ho constatato il dominio che il denaro esercita sulla nostra vita, le ferite e le privazioni che può imporci, l’immenso potere terapeutico anche della più piccola somma di denaro che usiamo per esprimere la nostra umanità – i nostri ideali più grandi, i nostri obblighi morali e i nostri valori più profondi. |…| Così come nel nostro corpo il sangue deve scorrere dappertutto per mantenerci in salute, anche il denaro è utile quando si muove e scorre, quando viene raccolto e spartito, diretto e investito in ciò che è in grado di affermare la vita”

Il denaro influenza fortemente la nostra vita. Siamo costantemente preoccupati di non averne abbastanza, dipendenti dal consumismo, misuriamo il nostro valore come persone in base a ciò che possediamo mettendoci in continua competizione gli uni con gli altri per la conquista del denaro. Questo indica che non siamo noi a controllare il denaro ma è il denaro a controllarci. E’ in questo modo che il denaro intacca le relazioni, fortifica la violenza e le guerre, conduce alla distruzione dell’ambiente. Una visione tutt’altro che rosea ma piuttosto realistica.

Questa modalità di pensiero è legata fortemente alla scarsità e ne alimenta i pensieri continuamente, mantenendo vivo il concetto che c’è una “disponibilità limitata di risorse” non solo rivolte al denaro ma al tempo, ai beni materiali, al potere dell’amore, alla capacità di godersi la vita muovendosi in ogni direzione. Concentrato sulla scarsità, l’essere umano comincia a stimolare la paura, l’avidità, la gelosia e l’individualità chiudendosi sempre più all’abbondanza. La visione è concentrata su se stesso e sulle limitate risorse di cui può disporre, anziché spostarla sulle sue qualità interiori, che sono infinite e illimitate. Inizia a soffrire di una malattia fortemente pericolosa: l’indifferenza. La sviluppa come protezione per paura della perdita di cose materiali nelle quali ha investito tutta la sua energia, senza godersele veramente.

“La scarsità è una menzogna. Indipendentemente da quale sia l’effettivo ammontare delle risorse, si tratta di un sistema falso e non verificato di ipotesi, opinioni, convinzioni, sulla base delle quali vediamo il mondo come un luogo nel quale siamo in costante pericolo di non riuscire a soddisfare le nostre esigenze” (Twist)

Sulla base di questa affermazione, che mi trova totalmente in accordo, si può comprendere che è il pensiero relativamente al denaro che va modificato, se si vuole ottenere un miglioramento nella propria vita personale. Per questo è utile cominciare a percepirlo come una risorsa che scorre come un fiume che circola nel mondo espandendosi in migliaia di affluenti che vanno a nutrire anche gli angoli più remoti.

E’ sulla prosperità e sull’abbondanza che deve andare la massima concentrazione per poter divenire persone dalla ricchezza illimitata, nutrendo la solidarietà ed estendendo la propria conoscenza mettendola a disposizione delle persone che incontri. Ognuno di noi lo può fare utilizzando il proprio talento personale: non è necessario possedere denaro contante. E’ sufficiente condividere un attimo del tuo tempo con gli altri mostrando un sorriso, un pensiero positivo, un abbraccio sincero. Comincia con piccoli passi per avere risultati grandiosi che durano tutta la vita.

Un abbraccio sincero a ognuno di voi.