SE VUOI QUALCOSA DI DIVERSO, FAI QUALCOSA DI DIVERSO

IMG_9630

Ebbene sì: a volte anche tu, come me, te la racconti. In poche parole ti fai piacere situazioni che, in realtà, non ti piacciono affatto o utilizzi modi infelici per ottenere ciò che vuoi. Mi spiego meglio. Sin da piccola ho utilizzato la malattia per attirare l’attenzione: labbra blu e perdita dei sensi fino a circa 3 anni, sangue dal naso successivamente e infine allergia con asma bronchiale. Funzionava alla grande! Avevo per me tutte le attenzioni degli adulti di famiglia e in particolare quella che desideravo di più: le cure di mia sorella maggiore. Per questo ho continuato da adolescente e poi adulta a usare la malattia come modalità per smuovere le attenzioni altrui. Negavo il problema: mancanza di amore per me stessa. E cercavo la soluzione dove non poteva essere trovata: nel corpo anziché nella mente. Mettevo da parte la verità a vantaggio del riconoscimento: volevo avere ragione anziché essere felice. Tuttavia per cambiare il risultato ho dovuto fare qualcosa di diverso: riconoscere che qualunque area malata della mia vita era una richiesta d’aiuto o di amore alla quale potevo rispondere solo aprendo gli occhi. Con fatica e tanta determinazione ho iniziato a coltivare qualcosa di diverso per me sviluppando un atteggiamento più consapevole ed ho capito che la guarigione passa attraverso l’accorgermi e domandarmi come posso fare per migliorare, che imparo sempre ciò che insegno, che il perdono è potere e che ciò che faccio agli altri lo faccio a me stessa. In questo modo è iniziata l’apertura verso la spiritualità: guardando in maniera oggettiva la vita e riconoscendo il potere di poter scegliere e decidere.

RELAZIONI

IMG_9616

All’inizio di ogni relazione -che sia di coppia, amicale o professionale- è tutto magico: vedi l’altro come un essere speciale arrivato a rendere speciale la tua esistenza. Questo dipende dal fatto che l’altro ha delle caratteristiche che ammiri e che ritieni manchino in te. Percepisci come un senso di completezza quando, come fosse l’altra metà di te che hai sempre cercato. Ma a un certo punto, col passare del tempo, le stesse caratteristiche che avevi ammirato all’inizio della relazione diventano motivo di conflitto e competizione.

Lo scopo di ogni relazione è quello di fornire l’opportunità di integrare reciprocamente le parti mancanti, anziché iniziare un conflitto. Le diversità di opinione o di visione dell’altro sono una ricchezza da apprezzare anziché da combattere. In questo modo qualunque relazione compirà lo scopo che si è posta: divenire uno strumento di guarigione, integrazione ed evoluzione. Cambia la causa e cambierà l’effetto. Accorgiti!

CHOICE

IMG_9551

Sii libero. Rifiuta un punto di vista collettivo e crea una spiritualità che sia esclusivamente tua. Solo tu puoi conoscere te stesso e lo fai sempre e solo attraverso gli altri. A volte ti piacerà ciò che vedi, altre volte un po’ meno.
Se ti piace, rinforzalo con pensieri di gratitudine. Se non ti piace, sii grato ugualmente poiché hai trovato una parte di te da poter migliorare, scegliendo diversamente. Puoi fare in questo modo: quando non sei felice è perché stai scegliendo di non esserlo: guardi l’altro o la situazione come un nemico da sconfiggere anziché come un’opportunità da cogliere. Se scegli di cogliere l’opportunità, offri alla persona o alla situazione ogni cosa bella che vuoi ottenere in quel momento: pace, serenità, amore, abbondanza, felicità, gioia, equilibrio … Se “dare è ricevere”, donare amore è ricevere amore così come donare paura è ricevere paura. A te la scelta.
Oggi scelgo di offrire abbondanza e ricchezza a ognuno di voi affinché io possa imparare.
Accorgiti!

CIARLATANO O SAGGIO?

IMG_9487

E’ certo, che si creda oppure no: qualunque cosa esiste nella mente sottoforma di convinzione, troverà il modo di esprimersi nella vita reale. La mente reagisce sempre a ciò con cui la si alimenta, e non si preoccupa di decidere se è reale o falso. In ognuno di noi c’è un ciarlatano o un saggio: puoi ascoltare l’uno o l’altro.
Pensare positivo funziona e anche pensare negativo funziona: a te la scelta. Oggi scelgo per me di semplificare la mia vita e renderla più efficace sintonizzandomi con il naturale fluire dell’universo. E così sia.

TUTTO SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE

IMG_9435

La più grande scoperta della mia generazione è che un essere umano possa mutare la propria vita, mutando i propri atteggiamenti (William James – 1842-1910)

Tutto ciò che ha a che fare con la crescita personale e spirituale è già stato detto molto tempo fa. L’essere umano sa come fare per essere felice, ricco e prospero. Alcuni lo hanno dimenticato mentre altri studiano, leggono, scrivono, viaggiano, imparano e insegnano come fare per ricordare. Sono persone che hanno scelto di dedicare la loro vita alla divulgazione di ciò che apprendono e sperimentano in prima persona. Si alzano la mattina vivendo la giornata intera con un unico obiettivo: conoscere se stessi. Ogni cosa che accade, dalla più insignificante alla più importante, è una palestra per allenare la mente a vedere in un altro modo. A ognuno di loro va oggi la mia gratitudine.

ANCHE I SUPEREROI PIANGONO

IMG_9257

Non puoi cambiare gli altri, ma puoi cambiare il tuo modo di vedere gli altri. L’Amore, nel senso più alto del termine, è comprensione. Più comprendi gli altri, più ti è chiaro chi sei e numerose diventano le situazioni che sei in grado di accettare. Questa visione può essere interpretata come debolezza, ma in realtà è la vera forza che un individuo può esprimere. Con l’Amore, alcune situazioni miglioreranno, altre si trasformeranno chiudendo cerchi di vita rimasti aperti per troppo tempo. A quel punto puoi raccogliere le tue emozioni, osservarle e con gratitudine andare oltre, in una sfumatura di vita più allineata con ciò che sei in quel momento. Una semplice teoria, che per essere messa in pratica necessita di tanto allenamento. Per questo ti conviene iniziare adesso. Accorgiti!

GRANDEZZA

IMG_7571

Buona parte della tua energia viene usata per alimentare l’importanza personale. Se riuscissi, per un attimo, a rinunciare in parte a quest’ultima, accadrebbero due eventi straordinari.

Il primo è quello di non utilizzare più l’energia per cercare di mantenere viva l’illusione della tua grandezza. La grandezza è un’eredità naturale e ne sei portatore sin dal primo attimo di vita.

Il secondo: avresti risparmiato energia sufficiente per intravedere la vera grandezza dell’Universo, ciò che tu sei.  Accorgiti!