BUON COMPLEANNO

 

Cinquantotto anni fa aprivo gli occhi alla vita. Tante cose sono rimaste, altre le ho trasformate e sicuramente da quel giorno la mia personale visione del mondo è cambiata un’infinità di volte. Ho fatto crescere il mio Albero della conoscenza, scoprendo che che ci vuole coraggio per vivere ogni singolo giorno nel modo che ho scelto, e ho imparato che questo stesso coraggio, affiancato a una sana determinazione e tanto A.I.C. (Alza Il Culo), può essere d’ispirazione e accendere una luce nella mente di chi vibra sulla mia stessa lunghezza d’onda.

Siamo sempre e solo ciò che scegliamo di essere, in ogni vita, in ogni dimensione, in questo mondo. Non occorre possedere un particolare talento per essere eccellenti in qualunque attività, quanto avere la volontà d’impegnarsi con energia e perseveranza verso uno scopo che abbiamo scelto, che impariamo a conoscere e che vogliamo fortemente raggiungere. L’energia della volontà è il fulcro di ogni realizzazione, di ogni successo. Ho volontà da vendere, ora più che mai.

Oggi auguro a me stessa e a tutti voi di essere sempre vigorosi, attenti, in salute, prosperi e stupendamente creativi, capaci di essere dove vogliamo essere e di fare ciò che è giusto e sacro per avere la vita che abbiamo sempre desiderato.

Buon Compleanno a me e Splendida Vita a ciascuno di voi.  Accorgiamoci!

3297 BN

 

 

METODO A.I.C.

IMG_9377La storia è ricca di persone, uomini e donne, che hanno realizzato cose straordinarie semplicemente con la volontà e la tenacia. Leggere le loro bibliografie può essere lo stimolo a trovare la strada per la tua realizzazione personale. Partecipare a un corso in crescita personale e spirituale è un altro modo per arricchire la tua mente. Mettere in pratica resta sempre la modalità migliore per essere felice.
La ricchezza, in ogni senso, è impegno e applicazione pratica. Oggi utilizza il metodo A.I.C. per cominciare una nuova vita: Alza Il Culo!

 

 

IDEE

Le più grandi invenzioni sono nate da idee di persone che hanno lasciato scorrere il proprio potere personale, le hanno afferrate, messe nero su bianco e sviluppate con azioni, a volte, coraggiose. Accorgiti!

IMG_9770

PRESUNTUOSAMENTE

IMG_9673

“Tutti”. Una parola che ho usato spesso in passato. “Mi sono vergognata: mi guardavano “tutti” – “tutti” mi odiano per quello che ho fatto – “tutti” sono contro di me per la decisione che ho preso”.

“Che presunzione” penso oggi quando sento pronunciare questa parola e a volte domando: “Ma sei proprio sicuro che “tutti” erano con gli occhi puntati su di te? Proprio “tutti tutti”?”

Quando ci troviamo davanti a un cambiamento importante, protestiamo con noi stessi convinti che “tutti” avranno qualcosa da dire. Ed è una cosa tremenda sentire il peso di “tutti” sulle proprie spalle. Fino a quando capiamo che “tutti” si riduce a un gruppetto minimo di persone, alcune delle quali forse non sono nemmeno più in vita.

Mi ci è voluto parecchio tempo per capire che ogni cosa che facevo era per compiacere mia madre e per ottenere la sua approvazione. Fino al giorno in cui ho compreso  che in realtà esistono milioni di punti di vista ed ho cominciato a evitare di percepirmi obbligata nei confronti di un “tutti” immaginario e presuntuoso, sentendomi finalmente libera di perseguire ciò che ritenevo giusto. L’ho capito nel momento in cui ho dato le dimissioni dall’ufficio brevetti dove lavoravo; durante tutto il tragitto dall’ufficio a casa, il mio dialogo interiore è stato un continuo conflitto rivolto a come avrei affrontato mia madre per dirle cosa avevo scelto di fare. Un dialogo che è svanito in un attimo quando, guardandomi con un sorriso, mi disse: “Bene, ciò che vai a fare ti piace?”. “Tutti” era solo lei e la mia folle paura di non essere approvata.

Oggi ridimensionati a trovare il tuo “tutti” personale. Di fronte a una situazione di cambiamento, domandati chi avrebbe qualcosa da dire e affrontalo: potresti stupirti della sua risposta!

Accorgiti!

SCELTE ACCURATE

11057858_981757761856021_7670705174193118963_n

 

Ciò con cui l’essere umano fa i conti ogni giorno è tra la paura e l’amore. Entrambe sembrano accadere nella vita ma, in realtà, vengono scelte con cura per fare esperienza.

Il compito fondamentale da svolgere consiste nell’arrivare al punto in cui sappiamo di poter gestire qualunque delle due si presenti sul nostro cammino, nel bene e nel male. Si può iniziare a pensare che ci sono differenti tipi di paura, ma una è quella più tremenda: la convinzione di non riuscire a gestire qualcosa. E’ quando davanti a una situazione formuliamo la frase: “Non ce la farò mai …” il momento propizio per imparare una lezione fondamentale: educarci ad accettare la paura come parte necessaria della crescita, e poi andare avanti. Qualche indicazione per diventare padrone del tuo castello mentale:

  • Mai negare il diritto di esistere a nessuna emozione. Se lo farai essa si manifesterà nella tua vita con ancor più forza.
  • Prendi atto di come stanno le cose, dalla più piccola sensazione al dolore più grande.
  • Assumiti la responsabilità di ciò che stai vivendo. Anche se inizialmente potrai pensare che non è così, sei responsabile della tua vita al 100%. Questa assunzione di responsabilità ti aiuta ad essere libero di scegliere diversamente.
  • Dai sempre un’etichetta alla paura: paura per … paura di …
  • Scrivi: è il potere più grande che possiedi!
  • Pensa positivo: forse pensare positivo non cancellerà la paura, ma se comincerai a considerarla una componente del tuo universo, se non le neghi il diritto di esistere, allora cesserà di terrorizzare.
  • E soprattutto: accorgiti!

SEMPRE E SOLO IL MEGLIO

IMG_9966

Alcuni sostengono che sia molto meglio non avere aspettative. Io credo non sia possibile vivere senza di esse: ciascuno di noi aspetta qualcosa in ogni momento dell’esistenza. Alcuni aspettano il meglio, altri il peggio e per quest’ultimo pare che la maggior parte degli esseri umani sia molto brava. Aspettarsi il meglio invece richiede fiducia, determinazione e volontà.

Quando ti aspetti il meglio dalla vita, ecco che l’Universo apre le porte verso le infinite possibilità. Fatto è che molti di noi credono di essere la sola e unica fonte del loro sostentamento. Per esempio una delle convinzioni più diffuse è credere che il denaro possa arrivare solo dal lavoro che si svolge. Ci sono infinite vie attraverso le quali ciò che desideri  ti può giungere.

In prossimità del mio compleanno preparo sempre una lista dei regali che voglio ricevere: è un gioco che mi diverte e che molte volte in passato mi ha portato ciò che chiedevo con fiducia e gioia.

Non puoi eliminare le aspettative ma puoi aspettarti il meglio in ogni situazione e, stanne certo, il meglio arriva sempre se sai cogliere le opportune sfumature. Accorgiti!

 

LA STELLA E’ OLTRE L’OSTACOLO

Ogni cosa che intraprendi e che ti causa tensione, resistenza, fatica e sacrificio, per quanto tu ritenga che ne vale la pena, probabilmente non è la tua strada.  Quando invece trovi qualcosa che ti dà gioia e in cui ti risulta facile essere produttivo, un’attività della quale  parli con entusiasmo e che comporta piccoli sforzi, sei probabilmente vicino a veder brillare la stella della felicità.

IMG_9964

Se hai l’impressione che la tua vita ha preso una piega sbagliata, è giunto il momento di cercare la tua stella della felicità. E il primo passo potrebbe essere quello di trovare un attimo per stare con te stesso, chiudere gli occhi e respirare, domandandoti con cuore sincero: “In che modo posso portare valore in questo mondo? Come posso essere d’ispirazione agli altri? Facendo cosa?”.  La risposta non è scontata e potrebbe arrivare dopo un po’ di tempo, forse dopo giorni. Ma se avrai la costanza di continuare  –ne sono certa- anche tu troverai la tua stella della felicità e in quel momento la sola cosa che dovrai fare è seguirla. Accorgiti!