DIO E’ IN NOI

L’entusiasmo è un sentimento che sussurra, più o meno, queste parole: “Niente ti può fermare. Sei sulla strada giusta. Non importa cosa dicono gli altri: segui questa perfetta felicità e agisci in funzione della meravigliosa sensazione di gioia che senti ora”.

Sai invece cosa ti urlano le scuse? “Lascia perdere. In fondo non è così importante. Lascia stare e se sarà puoi sempre farlo in un secondo momento. Questo non è il momento giusto per te: aspetta”

I greci davano un senso alla parola entusiasmo che mi piace particolarmente: Dio è in noi.

IMG_0839.PNG

Ora immagina Dio all’opera mentre crea una qualunque forma: come pensi si comporterebbe? Avrebbe forse l’idea di “non poter creare”? Se tutto è possibile per Lui, e Lui è parte di ognuno di noi sottoforma di entusiasmo, perché mai dovresti trovare delle scuse?

Quando siamo pieni di entusiasmo, nulla è davvero difficile. I problemi diventano opportunità per imparare nuovi modi di essere felici e vedere la vita con nuovi occhi. Provo questa sensazione ogni mattina quando preparo la riflessione del giorno. E anche quando la vita mi offre opportune difficoltà, mi domando: “Cosa farebbe Dio in questa situazione?” rispondo a questa domanda, mi accorgo e vado avanti.

E tu, a quale voce sceglierai di dare ascolto oggi?

IL BUIO E’ BELLO, LA LUCE E’ BELLA

IMG_8049

La nostra zona d’ombra è una grande risorsa per noi, non certamente un limite.

Le infinite ricchezze racchiuse in essa sono una conoscenza che va quanto prima valutata. Le energie di giusto e sbagliato, buono e cattivo, bene e male, grande e piccolo fluttuano da una parte all’altra della nostra vita a seconda di come scegliamo la loro importanza. Ognuno di noi, nel corso della vita, ha modo di fare esperienza di momenti in cui si è sentito buono, altri cattivo, oppure giusto o ingiusto, in alcuni momenti una persona generosa e in altri tirchia, capace o incapace …

Non erano due persone a interpretare le emozioni: siamo sempre noi. E tutti passiamo da questa esperienza, continuamente. L’errore che genera sofferenza è appiccicare un’etichetta che definisce una cosa oppure l’altra: noi non siamo questo e quello.

Apprezzare se stessi solo quando siamo come vorremmo essere, è negare una parte di noi e perdere l’amore per sè stessi. E quando perdiamo l’amore per noi stessi, il mondo risponde a questa richiesta facendoci vivere l’esperienza della solitudine e dell’abbandono.

Se, dunque, vogliamo essere riconosciuti come una persone degne d’ amore dobbiamo prima cominciare ad amare quelle parti di noi che abbiamo provveduto a scartare, se vogliamo essere ascoltati dobbiamo prima di tutto imparare ad ascoltarci.

Ciò che sperimentiamo nella vita è ciò accettiamo dentro di noi, nella mente. E nella mente ci sono tutte le risorse di cui abbiamo bisogno per essere felici. E’ questo il modo con cui rendiamo concreta e solida la realtà interiore. Prendere distanza dalle proprie emozioni sgradevoli equivale a separare una parte di noi che, inevitabilmente, vorrà essere considerata.
Accettazione, quindi, è la parola adatta per questo passaggio.
Accorgiti. (LM SpiritualCoach)

SAI ASCOLTARE LE TUE EMOZIONI?

IMG_7526

In quale misura ti permetti di ascoltare le tue emozioni? Darti il permesso di sentire la tua fragilità senza per questo sentirti debole o perdente. Forse hai imparato che devi essere forte e, magari, avevi solo 7/8 anni. E ora sei cresciuto e vivi nella tua pelle di Uomo o Donna, ti credi indipendente, autonomo e, forse, non ti senti autorizzato a esprimere serenamente sentimenti ed emozioni … o forse solo in parte, solo alcune di esse. E così le schiacci in profondità per evitare che gli altri ti possano percepire debole. Domini le tue emozioni credendo di essere libero: in realtà sono loro che hanno potere su di te poiché, prima o poi, si esprimeranno in modo improvviso e incontrollato, tirando fuori il peggio di te e mettendo a rischio le tue relazioni.
Oggi concediti 2/3 minuti dove esplorare le tue emozioni, scrivile prendendo coscienza di come si muovono dentro di te. In una scala da 0 a 10, quanto sei disposti ad ascoltarle? Se la risposta ti rivela una mancanza di attenzione verso il tuo sentire, sii determinato a imparare a vivere le tue emozioni nel modo più naturale possibile.
Accorgiti! (LM SpiritualCoach)

UN PENSIERO PER RIFLETTERE

401906_ballonchik_kraski_kreativ_ruka_krasnyj_zhyoltyj_si_1680x1050_www-gdefon-ru

Uniformarsi agli altri è uguale a far morire la creatività. L’ascolto inconsapevole delle notizie che ogni giorno vengono lanciate nell’etere fa morire la creatività. Il lamento inconsapevole per ciò che non hai fa morire la possibilità di ottenere ciò che vuoi. Non temere di essere diverso, di porti domande fuori dagli schemi.
“Come posso fare per …?”
“Cosa mi sta dicendo la vita con questa esperienza ?”
“ Qual è lo scopo di …?”
Sono domande che puoi scrivere e, quando arriva la risposta, scrivila mettendo così nero su bianco il tuo pensiero con uno degli strumenti più potenti che tu possa avere a disposizione: carta e penna.
Potresti creare qualcosa di originale, che si distingue dalla massa, che duri nel tempo e possa servire a uno scopo utile e –perché no- anche divertente.
Accorgiti! (LM SpiritualCoach)

LISTEN YOUR HEART

Listen-to-your-heart-thumb_large

Essere sincera con me stessa significa appoggiare le mani sul cuore e chiedermi con semplicità “Cosa desideri veramente in questo momento?”, lasciare che la risposta possa scorrere fino a comprenderla e poi metterla in pratica. Il Cuore risponde, sempre.