PERENNEMENTE IN GIOSTRA

IMG_9029

Essere impegnati, indaffarati, perennemente in giostra, mai fermi perché il treno del successo passa una volta sola nella vita, e poi chi si ferma è perduto e se l’occasione non la prendi al volo, se la piglia qualcun altro. La sensazione è che per andare avanti o semplicemente mantenere alta l’asticella del successo ci si debba buttare a capofitto in mille attività.
Ho sperimentato in passato tutto questo e ricordo che, per avere momenti di calma, mi ammalavo portando a galla il senso di colpa per essermi fermata. Non conoscevo l’efficacia della “gestione del tempo” e, soprattutto, non conoscevo ancora la meraviglia della gestione di “me stessa” e del mio tempo personale. Nonostante la cantilena “sono stanca”, non mi fermavo a riflettere su come fare per cambiare la situazione. Fino al momento in cui mi hanno insegnato a fare un elenco dei “sì assoluti”, ovvero una graduatoria degli aspetti che reputavo più importanti nella vita. Ricordo che il primo fu “stare sdraiata sul divano a guardare il soffitto almeno 1 ora la settimana”.
Tu puoi preparare il tuo elenco personale di sì assoluti, e puoi farlo proprio dopo aver letto questo post: stare con i tuoi figli, con tuo marito o tua moglie, andare in palestra, leggere, vedere gli amici, andare al cinema o (la più difficile delle attività) stare sul divano a guardare il soffitto.

Sì, forse dovrai riorganizzare la tua vita. Sì, forse la tua casa non sarà perfettamente in ordine. Ma certamente, guardandoti allo specchio, vedrai i tuoi occhi brillare: te lo posso assicurare. Accorgiti!

IL MARE IN BURRASCA

496430_more_shtorm_mayak_pejzazh_4540x2687

E’ la paura stessa che ci fornisce la possibilità di diventare straordinariamente felici. In essa trovi la forza. La tenacia, la capacità di rialzarti: è la vera sfida. All’inizio potrebbe essere vissuta come una “sfida” per poi diventare, pian piano, la via verso la fede che qualcosa di buono accade sempre. Ogni cosa che accade è perfetta per crescere, comprendere, evolvere: ogni singola cosa.

Non è una sfida tra bene e male, una lotta. A parer mio è un’onda che si alza e si abbassa, come le maree, come la luce che lascia posto al buio e viceversa. E’ una comprensione di ruolo dove ognuno ha il suo scopo preciso che viene attivato dalla tua propria volontà. A volte senti di dover fare esperienza della paura, e così sia, e in essa trovi la chiave per aprire la porta di un’altra felicità. A volta è un mare in burrasca mentre altre è la calma piatta. Cosa c’è di brutto in un mare in burrasca o nell’essere piatto? Nulla, se lasci che sia. Ogni condizione è perfetta, sempre. La disarmonia della paura è solo una tua percezione. In sé essa è perfetta per farvi vivere ciò che hai chiesto, inconsapevolmente a volte, altre l’hai vista arrivare ma non hai cambiato direzione. Sei rimasto sulla sua traiettoria, consapevole a un qualche livello, della sua imponenza.

RICCHEZZA

minf5

Rimaniamo quieti un istante e dimentichiamo tutte le cose che abbiamo imparato, tutti i pensieri che abbiamo avuto ed ogni preconcetto che abbiamo su cosa significhino le cose e quale sia il loro scopo.
Non ricordiamoci le nostre idee sullo scopo del mondo.
Non lo sappiamo.
Lasciamo che ogni immagine che abbiamo di ogni persona si dissolva dalle nostre menti e venga spazzata via.
Sii innocente dal giudizio, inconsapevole di ogni pensiero di male o bene che mai abbia attraversato la tua mente riguardo a chiunque.
Ora non lo conosci.
Ma sei libero di imparare qualcosa su di lui, e di impararlo daccapo.

Resta solo nella quiete e ascolta.
Fa semplicemente questo: resta quieto, e metti da parte tutti i pensieri di ciò che sei e di ciò che è Dio, tutti i concetti che hai imparato sul mondo, tutte le immagini che hai di te stesso.
Svuota la tua mente da tutto quello che essa ritiene vero o falso, buono o cattivo, da ogni pensiero che essa giudica degno e da tutte le idee di cui ha vergogna.
Non restare aggrappato a nulla.
Non portare con te un solo pensiero che il passato di abbia insegnato, né una sola credenza che tu abbia mai imparato in precedenza da qualsiasi cosa.
Dimentica questo mondo, dimentica questo corso, e vieni con le mani completamente vuote al tuo Dio.
(UCIM – Accetta questo dono)