E COSI’ SIA

IMG_9405

Ti sei mai domandato come mai alcune richieste espresse sottoforma di preghiera non vanno a buon fine? E, forse, sono proprio quelle più importanti, alle quali tieni di più? In modo tradizionale, la preghiera consiste in una serie di richieste a Dio (o come più ti piace chiamarlo) che terminano con l’espressione “così sia”. Il più delle volte sono formulate nel dubbio e, quindi, nella mancanza di fede. La fede è una questione semplice: è la conoscenza che qualcosa di buono si sta prendendo cura di te e della tua vita, e sta accadendo proprio adesso. Quando le preghiere -anziché essere suppliche rivolte solo nei momenti di disperazione- diventano delle occasioni per ringraziare, sono la manifestazione del processo di co-creazione con Dio e non più la mera speranza che Lui si possa accorgere di te.
Quando fede e azione si mescolano diventando tutt’uno, scopri la magia della manifestazione.

Come in Cielo (nella mente Una) Così in Terra (nel tuo corpo, nel tuo ambiente, nella tua vita terrena). E così sia. Grazie Grazie Grazie.


Accorgiti!

Annunci

OGGI MI ALLENO ALLA FELICITA’

IMG_6301

Hai tutti gli strumenti necessari per essere felice. Il fatto è che, forse, ti hanno insegnato l’esatto contrario. Alcune frasi che mi dicevano da bambina, e che ricordo, sono “Taci, sei piccola (ero l’ultima di cinque figli), ascolta tua sorella, stai attenta che è pericoloso”. Sono certa che molte altre hanno veicolato la mia esistenza: alcune le ho scoperte, altre sono da scoprire. Ed è proprio questo il bello della vita: scoprire cosa ti ha limitato o, addirittura, imprigionato per poi liberarti creando qualcosa di totalmente nuovo per te.

Come puoi iniziare? Semplici informazioni che ti possono essere d’aiuto sono:

. Inizia la tua giornata con l’intento di essere attento a ciò che accade intorno a te.
. Concediti alcuni minuti per concentrarti sul tuo respiro. Appoggia le mani sul tuo ventre e porta il tuo respiro in quel punto, immaginandoti colmo di energia luminosa come un cerchio che ti avvolge completamente. 5 o 10 minuti sono un buon allenamento: l’ideale è arrivare a 20 minuti.
. Accorgiti durante il giorno della bellezza che hai intorno.

Alcuni di voi proprio ora stanno pensando di non avere tempo per tutto questo, che la mattina sono di corsa, che devono fare un sacco di cose prima di uscire e aggiungerne altre diventa un problema. Come mai so tutte queste cose? Perché le ho vissute prima di te. Posso dirti quindi con estrema certezza che se non metterai un po’ di volontà e determinazione nel mettere in atto queste piccole regole, sarà facile mollare dopo alcuni giorni o, addirittura, non iniziare neppure.

Bene, la scelta è tua, come per ogni cosa. Che tu sia determinato a fare o a non fare, in entrambi i casi otterrai dei risultati. Accorgiti!

ESSERCI FA LA DIFFERENZA!

La prima volta del mio LIFE MATRIX LAB è stato un avvicinamento, come quando stai per arrivare in un luogo che ancora non conosci e del quale ne percepisci l’energia.

Un primo incontro che ti fa battere il cuore e ancora non sai bene perché, e lo capisco mentre sono lì, seduta in mezzo ad altra gente e dal palco arrivano informazioni, alcune conosciute mentre altre del tutto innovative.

E tra una informazione e l’altra, la mente razionale scarta ciò che è buono e lo devo recuperare mentre penso “Meno male che sono allenata”  riprendendo un concetto, un argomento e trattandolo unicamente con il cuore, l’unico strumento raffinato che ho per  sentire. 

Ascolto quel cuore mentre batte forte quando arriva un’emozione lontana, assopita da tempo: la prendo al volo, non la lascio più scappare e finalmente comprendo che cosa mi vuole dire.

Chi parla dal palco è concreto e appoggia saldamente i suoi piedi per terra: parla della sua esperienza personale portandola alla luce con naturalezza e nei suoi racconti, a volte, mi ci ritrovo e in quel momento è come se mi sentissi finalmente compresa.

Lo sento! Questa strada ha un cuore, questo percorso è battente di vita che si rinnova ogni volta: mi piace, ne colgo l’essenza e inizio a camminare, quasi in punta di piedi … è la mia modalità! Sono un motore diesel: ho bisogno di calore per dare il meglio della resa.                   Questa è la sintesi del mio primo LIFE MATRIX LAB!

Oggi, 28 Febbraio 2012 sono passati quasi 2 anni dal mio inizio e sono alle porte il mio 5° LIFE MATRIX LAB: mi rendo conto che l’emozione è ancor più intensa. La prima volta non sapevo cosa aspettarmi e mi sono lasciata avvolgere: anche questa volta sarà la stessa cosa, mi lascerò avvolgere con la consapevolezza di ricevere ben al di sopra delle mie più rosee aspettative.

Ciò di cui ho la certezza è che questo percorso ha mantenuto il suo cuore, facendolo crescere ogni giorno di più, arricchendolo di mille colori, mantenendo la concretezza di piedi ben appoggiati a terra e la generosità di chi offre a piene mani la sua conoscenza.

Un percorso fatto di persone determinate a raggiungere i propri obiettivi, capaci di cambiare in corsa direzione senza mai voltarsi indietro, consapevoli delle proprie abilità, della luce che illumina e del buio che spaventa.

Il mio 5° LIFE MATRIX LAB: che emozione.

Esserci fa sempre la differenza!