THE POWER OF WORDS

3295572125_83b93f2dbe_b

Leggendo Jodorowsky |…|”Quindi tu dici che creare un nuovo linguaggio è necessario per smettere di vedere il mondo in un determinato modo. Che cosa dovremmo cambiare del nostro linguaggio per cambiare noi stessi?

Sto lavorando a un libro di definizioni che si chiama Intelectualmente correcto (Intellettualmente corretto). Tutti possiamo pensare male e per questo abbiamo bisogno di cambiare alcuni concetti con altri. Ho cominciato con il cambiare le seguenti espressioni:

Mai con assai poche volte.

Sempre con spesso.

Ladro con qualcuno che si è impadronito di una cosa altrui

Infinito con estensione sconosciuta

Eterno con fine impensabile

Se il mio maestro con mi insegni a imparare da me stesso

Voglio fare con sto facendo cose inutili

Voglio essere con mi sottovaluto

Dammi con permettimi di prendere

Imitami con non ti rispetto

Mia moglie con la persona con la quale condivido la vita

La mia opera con ciò che ho ricevuto

Il mio con ciò che adesso possiedo

Morire con cambiare forma

Preparo questo libro ascoltando la gente parlare per strada, sto creando sentieri nel linguaggio. |…| In questo modo possiamo comprendere le cose in una maniera diversa. Ritengo che si debba lavorare sul linguaggio con questa modalità, perché stiamo dirigendoci verso la catastrofe, semplicemente per mancanza di comprensione. Stiamo pensando male. Così, dobbiamo sostituire il nostro linguaggio.”

Sono d’accordo. Ognuno di noi ha bisogno di capirsi quando parla. E questo avviene ascoltando se stessi pronunciare le parole. Sentirne la vibrazione. Percepirne l’effetto istantaneo. Le parole producono un risultato nella tua intera esistenza, in quella delle persone intorno a te e a livello planetario.

Accorgiti!

SEI CONSAPEVOLE DI CIO’ CHE ACCADE NELLA TUA VITA?

IMG_8377

L’unica costante nella vita è il cambiamento: non possiamo rimanere la stessa persona per tutta la vita. Siamo in continua trasformazione. Ogni attimo è diverso dall’altro, scandito dalle emozioni che variano di sfumatura ad ogni nostro respiro. Un attimo siamo felici e l’attimo dopo pensiamo a qualcosa di triste, ed ecco che trasformiamo la felicità in tristezza che aumenta fino a diventare paura e, con un colpo di coda consapevole, trasformarla in un’azione positiva che ci fa sentire forti e potenti. Neppure immaginiamo le infinità di pensieri, credenze, convinzioni e immagini incessanti che si formano nella mente mentre facciamo qualunque cosa. Impossibile averne il controllo. Ma possiamo sempre sapere cosa stiamo pensando, attraverso le nostre emozioni e gli stati d’animo, dei quali siamo gli autori incontrastati. E, proprio a causa di questa autorità, ne possiamo gestire la trasformazione scegliendo se continuare o lasciar andare, facendo così entrare nella nostra mente un altro pensiero. Che potere grandioso la capacità di scelta!

Mi viene in mente la storia di Ulisse e il suo viaggio verso casa, fatto di numerose prove. Nonostante sia il leader dell’intera storia, comprende ben presto che deve disimparare molti dei modi in cui, in passato, aveva affrontato la vita. E acquisirne altri. La fine di una situazione dev’essere compresa e vissuta in tutte le sue sfumature: è la fase di transizione che ti porta alla preparazione di un terreno nuovo per un nuovo inizio e una nuova visione del mondo. Questo è un passaggio doloroso e lungo, se non ne si conoscono le dinamiche. Sembra essere la fine stessa della vita e, in parte, lo è: finisce un periodo perché un altro possa nascere. Nelle culture tribali, per esempio, il passaggio dall’adolescenza alla maturità viene sancito da un rituale sacro che porta l’individuo a comprendere il passaggio necessario per accedere a una nuova vita. Nella nostra cultura moderna stiamo recuperando questa conoscenza attraverso la crescita e lo sviluppo personale. Dio li benedica.

Il momento della trasformazione è uno dei periodi più preziosi della nostra vita. Si tratta, come sempre, di consapevolizzare ciò che sta accadendo. Per questo ti voglio trasferire quello che io faccio: trovo del tempo per restare con me stessa e con il senso di vuoto che percepisco. Lo scopo è di portare l’attenzione ai mie pensieri, permettendo alle emozioni di esprimersi. Mi piace scriverle, mentre le provo, mettendole nero su bianco: mi aiuta a lasciarle andare.

Buon Lavoro e Buon fine settimana.

IL TAGLIO DELL’ELASTICO

44646_670783499616975_1701850425_n

Creare una nuova e più profonda connessione con se stessi significa accelerare fortemente la propria crescita personale e spirituale. In alcuni casi, questo può generare l’abbandono di vecchi modelli di comportamento. Spesso, quando compi un salto in avanti, il modello di comportamento che ti stava trattenendo può riaffiorare in superficie, cercando di tirarti là dove sei sempre stato. E’ il timore del cambiamento che ti fa rimanere ancorato al vecchio schema, e per questo può esserti utile una tecnica che ho chiamato “taglio dell’elastico”.

– Chiudi gli occhi e immagina di avere due elastici agganciati ai tuoi piedi. Sono il tuo schema che vuoi lasciar andare
– Immagina ora di iniziare a camminare fino a che senti l’elastico tendersi. A quel punto fai virtualmente tutti i passi che ti sono necessari per percepire la tensione corretta per te. Ti stai allontanando dal tuo schema, e questo può essere faticoso.
– Ora ripeti a te stesso “Ringrazio questo schema e tutte le persone coinvolte per l’esperienza insieme. Ora sono pronto a nuove esperienze” e immagina di tagliare nettamente l’elastico.
– Senti come ci si sente a essere liberi.

Piccoli passi che ti aiutano a non incolpare le circostanze esterne per il modo in cui ti senti. Impari così a guardare dentro di te e a chiederti quale sia lo schema che ti disturba e a lasciarlo andare. La tua parte profonda ti conosce bene e se sai come contattarla ti può dare indicazioni straordinarie per vivere la vita che desideri.

Accorgiti!

LA RICCHEZZA E’ NELLA DIVERSITA’

Prenditi il tempo di conoscere prima di generalizzare.
Prenditi il tempo di viaggiare e confrontarti con altre culture.
Se credi di non poterlo fare, leggi, naviga in rete, informati.
Concediti il lusso di conoscere un mondo che esce dal tuo schema convenzionale.

IMG_6008

Fermati un attimo a pensare che sono le differenze ad arricchire la mente.
(LM SpiritualCoach)