ACCONTENTATI DI QUELLO CHE HAI

“Accontentati di quello che hai”:  è una frase che molti di noi hanno sentito spesso pronunciare quando erano bambini. Io me la ricordo bene ed era mia madre a ripeterla più d chiunque altro della mia famiglia, insieme alla maestra Brambilla Pisoni, l’educatrice che mi ha istruita durante gli anni della scuola elementare. E così ho imparato ad accontentarmi. Un posto fisso, un buon stipendio, un fidanzato che poi diventa marito e preferibilmente uno o più figli come continuità della specie.  Sapevo quello che volevo? Certamente e la storia era ben diversa: immaginavo di volare e viaggiare in giro per il mondo, ma avevo scelto di accontentarmi e “viaggiare volando in giro per il mondo” non era contemplato tra gli argomenti preferiti della mia famiglia. E così pian piano ho smesso di sapere cosa volevo per me ed ho iniziato ad accettare una realtà più comoda e che mi permettesse di adeguarmi alle circostanze del momento. Ogni tanto mi ribellavo per poi tornare dentro lo spazio che conoscevo diventando così quella “originale e con le idee strane in testa”.

Non ho mai smesso di pensare di poter volare intorno al mondo e un giorno ho iniziato. Il mio primo viaggio a 21 anni: Milano – Colombo nello Sri Lanka con tappa alle Maldive. Trentacinque giorni immersa in una cultura totalmente differente dalla mia quotidianità , dove assaggiavo ogni cosa mi venisse proposta e con una curiosità di sapere e conoscere che superava di gran lunga la soglia della paura. Individuo in quel viaggio il momento in cui è iniziato il cammino interiore e una ricerca di “qualcosa” che fosse differente da ciò che sperimentavo quotidianamente.

Successivamente, quando incontrai il mio primo maestro spirituale, mi disse che  le cose grandi hanno spesso inizio da un’insoddisfazione e il desiderio di qualcosa di diverso. La sfida sta nel trasformare i nostri desideri intensi e le nostre insoddisfazioni mutandole in uno scopo che ci dà la carica e che ci appassiona.

IMG_9741

E così avviai il processo di ricerca. Se anche tu vuoi fare esperienza,  puoi preparare un elenco delle cose che desideri nella vita e poi elimina quelle che, a lungo termine, non ti serviranno. Per facilitare la scelta puoi porti questa domanda e rispondere: “Questo tenderà a fare di me una persona migliore, più forte e più efficiente?”.  Quando trovi quel desiderio che racchiude tutto i tuoi ideali, risulta più facile tralasciare le cose non essenziali della vita, come fosse un granello di sabbia che si trova al centro di ogni perla e attorno al quale si raccoglie il materiale perlaceo.

Metti la tua Idea al centro della vita e falla crescere, depositando e costruendo intorno ad essa una ricchezza alla quale ogni persona potrà attingere. Accorgiti.

Annunci

SCELTE DI PANCIA E DI CUORE

Ogni attimo di felicità è permeato dal successo, ogni nostro piccolo obiettivo raggiunto è un successo quando siamo consapevoli delle scelte che facciamo: il nostro cuore le approva e dirige l’energia verso un cammino dove incontriamo solo opportunità per accrescere la nostra conoscenza. Siamo dotati di tutti gli ingredienti base per costruire una vita felice: amore gentilezza compassione pace perdono rispetto audacia forza abbondanza resilienza …

IMG_0477

Se vuoi prenderti un momento in tranquillità, scrivi su un foglio tutti gli ingredienti che possiedi e verifica quanti altri ancora ne puoi aggiungere. Prendi il foglio tra le mani e ponilo all’altezza del tuo cuore ripetendo con gratitudine “Da ora io aggiungo tutti questi ingredienti nella mia vita e confido nel successo. Offro alle persone che amo -e anche a quelle che non amo- al mondo intero tutti questi ingredienti, con forza e gratitudine. E così sia” Ogni cosa mandata nell’Universo viene sempre restituita ed è per questo che conviene offrire ogni cosa bella possiamo imparare, per noi e per chi è intorno a noi.

Porta il foglio sempre con te come una ricetta di vita. E così ogni volta che cadrai nell’inganno della carenza e dei bisogni, potrai ricordare e accorgerti.

ESSERE

Ogni volta che hai raggiunto un obiettivo, una conoscenza, sei pronto per un altro obiettivo, un’altra conoscenza. Questa è la vita dell’essere consapevole: apprende, ne fa esperienza e si prepara per un altro apprendimento seguito da un’altra esperienza. In questo modo abbiamo imparato a camminare, a parlare e ad adempiere alle piccole e grandi faccende della vita.

Il fatto è che durante il percorso, ognuno di noi si è affeziona così tanto ai momenti di gloria raggiunti, agli  attimi di paura, alle significative ore di fallimento e frustrazione da portarli con sé, esperienza dopo esperienza, basando la propria vita su tutta una serie di “se avessi potuto … se fossi stato …”

IMG_0025

La vita felice può essere imparata e appartiene a colui che mantiene la mente aperta e disponibile ad apprendere cose nuove, organizzare nuovi orizzonti, aprire nuove porte alle infinite possibilità e così fare nuove esperienze.  In questa mente aperta al tutto arrivano le idee e la voglia bambina di conoscere, rinnovare, sperimentare.

Se vuoi raggiungere l’illuminazione non hai bisogno di decenni di lavoro spirituale bensì di scegliere di imparare a comprendere e conoscere te stesso, fatto dopo fatto, esperienza dopo esperienza, ponendoti domande potenzianti e rispondendo ad esse. “Io cosa voglio? Qual è lo scopo di ciò? Come posso fare per …? Cosa mi sta dicendo la vita in questa situazione?” sono solo alcune delle infinite.

Una mente calma e consapevole si può ottenere anche stando semplicemente seduti ad ascoltare il battito del cuore. Accorgiti.

SECONDA STELLA A DESTRA

Ci sono cose invisibili agli occhi e percepite dal cuore. Magari le scarti facendo finta che non esistono, e loro con forza si manifestano in mille modi differenti. La scelta é un potere grande che possiede ogni essere umano e non sempre viene riconosciuta come tale. Scegliamo per i motivi più disparati: per progredire, per soffrire, per innalzarci o distruggere, per evolverci o credere di rimanere sempre uguali. Nella realtà della mente nulla rimane uguale: ogni cosa muta in funzione dell’attimo in cui viene presa in considerazione. Ogni attimo é diverso dall’altro, ogni scelta prevede un nuovo orizzonte.

La semplicità del mondo in chi viviamo é proprio la più grande complicanza da comprendere poiché l’essere umano non ama la semplicità. Sembra adorare le situazioni complicate, sembra che sia intrigante avere problemi da risolvere. E in effetti é proprio così: sono i problemi a fornire la volontà di trovare soluzioni. Ma laddove c’è un problema c’è anche il suo esatto contrario e una soluzione trovata implica un altro problema da risolvere. É una catena che viene spezzata solo dalla consapevolezza che la vita é divisa in due parti perfettamente uguali, dove una cosa ha sempre il suo esatto contrario.

Image (34)

Forse, siamo chiamati in questa vita proprio per comprendere tutti ciò e invece di comprenderlo, complichiamo l’esistenza cercando qualcosa che non c’è. “Seconda stella a destra, questo é il cammino, e poi dritti fino al mattino…” cercare l’isola che non c’è o che appare solo nel sogno, facendoci credere che al risveglio tutto sparisce. Ma cos’e il sogno se non una differente interpretazione della realtà. Quando sei sveglio, sogni ad occhi aperti, e quando dormi sogni ad occhi chiusi. Qual’é la verità? Dove si trova?

É vero sempre ciò in cui credi: in questo modo esprimi un intento che si materializza facendoti interpretare la tua realtà. E quando apri gli occhi davvero e non intendo certo quelli fisici, ecco che tutto diventa più chiaro e quella comprensione é solo tua e nessuno te la potrà mai portare via. Provino a dire il contrario! Tu sai cosa é giusto per te. Non temere, quindi, di cambiare direzione, prendendo una via diversa da quella che stavi percorrendo. Sperimenta, agisci, interpreta, gioisci di ogni attimo. Tu sei il cambiamento, la mutevole forza di andare e tornare, uscire e rientrare. Sei un esploratore di nuove terre, di dimensioni parallele, di vite passate e future. Non hai limiti se non quelli che poni alla tua mente. Accorgiti.

STO BENE CON ME, STO BENE CON TE

Quando stai bene con te stesso, trasformi il mondo intorno a te. Lo influenzi inevitabilmente con la tua energia rinnovata e potenziante. E’ questo il modo per generare un mondo migliore: cominciando proprio dal tuo mondo, dal tuo benessere. Come puoi pensare di dare amore agli altri più di quanto tu riesca a darne a te stesso? Sarebbe come toglierti il pane di bocca per sfamare qualcuno e tu, restando senza, muori di fame: molto meglio dividere in due il companatico generando una forza comune, più potente e motivante.

IMG_0173

E il tuo benessere parte dalla conoscenza di te stesso, dei tuoi pensieri, di come influenzano la tua vita e della capacità che hai di poterli rinnovare, trasformare, cambiare. Puoi fare tutto ciò. Sei qui in questo mondo per adempiere a questa missione: conoscere te stesso. Mentre conosci te stesso, ti assumi la responsabilità della tua personale felicità, influenzi gli altri con essa e mostri loro la differenza tra vivere e sopravvivere.

E’ un passaggio a volte stretto, sicuramente tortuoso e tutt’altro che lineare ed è questo il motivo per cui la maggior parte di noi non prende neppure in considerazione un rinnovato punto di vista. Ma se ti viene la voglia di compiere un primo passo verso un differente punto di vista, potrai scoprire quanto è bella la libertà di scegliere e decidere. Accorgiti.

DISABITUATI NON E’ UNA PAROLACCIA

IMG_5634

Fai ogni cosa nella vita in modo consapevole e non con l’automatismo al quale hai scelto di abituarti. Ci sono molte risposte che puoi dare alle tue domande. Per cui sii creativo nel rispondere alla vita e la vita ti risponderà con creatività. (LM SpiritualCoach)