SE SEI NERVOSO, CALMATI!

“Sei nervoso?”

“Ma figurati! Io nervoso? Se io sono nervoso allora non conosci le persone nervose!”

“Oh, calmati! Non ti ho detto niente. E poi dici di non essere nervoso”

Sono certa che potete immaginare come finisce un dialogo di questo tipo: è un copione che, in passato, ho recitato molte volte. Confesso che, ancora oggi, a volte ho la tentazione di recitarlo nuovamente e quando avviene, mi accorgo, ricordo cos’ha prodotto in passato e cambio direzione.

L’uso improprio della comunicazione è la causa principale delle guerre: eppure politici e vertici dei governi ne dovrebbero masticare di comunicazione … o, forse, ne masticano più che bene ed è proprio per questo che nascono le guerre. Che si sia sotto qualcos’altro?

Mi viene in mente il film Kung Fu Panda, dove il maestro Oogway nella sua saggezza dice: “Ieri è storia, domani è un mistero ma oggi è un dono, per questo si chiama presente” Per restare nel qui è ora c’è bisogno di una comunicazione differente, più attenta, nella conoscenza consapevole che le parole possono innalzare o distruggere.

…. accorgiti, ascoltati!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=3G7HhLAqg2A