NASCITA E RINASCITA


 

Oggi voglio proporti un piccolo passaggio del mio corso NASCITA E RINASCITA, che si terrà proprio questo fine settimana, e che può aiutarti a far luce su alcuni schemi comportamentali che metti in atto nella tua vita. Per questo ti chiedo di munirti di carta e penna. Oramai avrai capito che sono i miei strumenti di consapevolezza preferiti. Sei pronto/a? Partiamo.

IMG_0896

Se è vero che siamo responsabili della nostra esistenza al 100%, è anche vero che scegliamo i genitori, il luogo, la famiglia alla quale appartenere per fare esperienza in questo mondo. Dunque sono proprio i genitori ad aver contribuito a plasmare ciò che siamo e anche se non sono più in vita continuiamo ad avere un rapporto con loro. Anche se sei stato/a adottato/a, potresti avere un rapporto sia con i genitori biologici sia con quelli adottivi.

A prescindere da quanto sia stata felice o traumatica la tua infanzia, il padre e la madre, così come gli eventi dei primi anni di vita, hanno avuto un effetto – senza dubbio – su quello che sei ora, ed è bene capire quale sia.

Per andare alla scoperta della tua parte più autentica, è importante prima riconoscere che le convinzioni sulla vita sono spesso un riflesso (o una reazione)  degli schemi genitoriali. Se esistono schemi invalidanti che si tramandano da generazioni nella tua famiglia, è arrivato il momento di infrangerli al fine di interrompere la catena di trasmissione, diventando adulti consapevoli e lasciando che sia l’Intelligenza che alberga in ciascuno di noi a guidare insieme a te la tua vita, e non più i condizionamenti ai quali hai risposto fino ad ora.

Un primo passo può essere il rispondere ad alcune domande che ti aiutano a comprendere qual è  la tua verità. Rispondi ad esse il più onestamente possibile tenendo bene a mente che anche i tuoi genitori sono stati bambini e, a loro volta, hanno ricevuto istruzioni dai loro genitori.

  • Se è vero che scegliamo i nostri genitori, come mai avrei scelto i miei? Cosa ho guadagnato o imparato appartenendo proprio a quella famiglia?
  • Cosa veramente provo per loro?
  • Qual è la mia percezione di ciò che provano loro per me?
  • C’è amore tra me e i miei genitori? Se non c’è né, sento l’esigenza di sanare il rapporto con loro? Se sì, di cosa avrei bisogno affinché questo possa avvenire?
  • Quali convinzioni sulla vita, le relazioni, il denaro, l’abbondanza, il lavoro etc … ho attinto da loro? Quali convinzioni sono il riflesso delle mie stesse verità?

Questo è solo un assaggio di ciò che potrai scoprire partecipando al corso, e l’esperienza in grotta accompagnati da speleologi professionisti, sarà un dolce cammino verso una vita nuova, che appoggia le basi su nuove convinzioni. Insomma, una vera e  propria RINASCITA, dove sarai tu e solo tu a crearne tutti i presupposti. Accorgiti.

Annunci

IL LIBERO ARBITRIO

Questa legge prevede che  ogni essere vivere è responsabile della sua vita al 100%.

Libero arbitrio significa che ogni persona è libera di compiere le proprie scelte.  Nessuno è responsabile di ciò che accade a qualcun altro: esiste per ciascun individuo il libero arbitrio che comporta la responsabilità personale di compiere delle scelte. Ciò significa che ognuno sceglie la propria esperienza: ognuno coltiva il proprio orto e mangia i propri frutti.

Questa legge è complicata da accettare nella sua totalità poiché l’essere umano ha ben radicato il bisogno di controllo. Cambiare questa percezione è un punto di partenza importante per iniziare a prendere coscienza e superare emozioni come paura, rabbia e senso di colpa.

La vita di ogni essere è determinata da scelte personali e questo inizia sin dal primo attimo che iniziamo a respirare in questo mondo. Ognuno di noi ha la sua precisa mappa mentale che si è creato – inconsapevolmente –  durante la nascita e nei primi 4/5 anni di vita.

Prova a pensare a genitori che hanno cresciuto due figli utilizzando gli stessi metodi e dando loro le stesse informazioni: uno cresce con una visione positiva della vita mentre l’altro ha una visione pessimista. Come può accadere questo: genitori uguali, stessi insegnamenti con figli così diversi tra loro! Semplicemente uno ha introiettato gli insegnamenti con un atteggiamento positivo e l’altro ha fatto l’esatto contrario. Hanno messo in atto il libero arbitrio.

Ogni essere vivente è dotato di libero arbitrio sin dal suo primo attimo di vita. Un bambino appena nato non è ancora in grado di esprimere a parole ciò che desidera e lo fa attraverso il pianto o la risata ma la sua mente è attiva ed è già in grado di scegliere e decidere quale tipo di esperienza fare.

E’ limitante pensare che una mente possa apprendere la differenza tra giusto e sbagliato solo quando è in un corpo adulto! La mente fa esperienza sempre e usa il corpo per imparare sin dal primo respiro … e anche prima.

E quando siamo adulti le basi su cui appoggiare la vita sono già state ampiamente costruite: a quel punto abbiamo bisogno di comprendere, ricordare e scegliere di lasciar andare le vecchie convinzioni limitanti per fare spazio alle nuove, più gratificanti e felici. Diventare abili osservatori della propria vita equivale a rendere ogni momento un risveglio consapevole diventando così fluidi come l’acqua, abbandonando la resistenza e permettendo alla mente di fare esperienza.

Anche in questo caso, lasciati andare al fluire della Vita …