HO SOGNATO SIN DA BAMBINA …

IMG_9205

La maggior parte delle storie di successo inizia con: “Ho sognato sin da bambino … Da bambina sognavo che …”. Sono persone che non hanno mai abbandonato il loro sogno in una scatola. Lo hanno giocato più e più volte, da soli o in compagnia. Lo hanno disegnato, scritto, raccontato. E ad occhi aperti o chiusi ma pieni di certezze, lo hanno immaginato sin nel più piccolo dettaglio.
Da bambina facevo un sogno ricorrente: un mare di persone vestite di bianco percorrono felici una strada ampia e dritta che va verso la montagna. Altre strade minori anch’esse piene di persone confluiscono nell’arteria principale. Tutte hanno un unico scopo: arrivare sulla cima.
Al risveglio mi chiedevo cosa sarebbe successo durante il viaggio e immaginavo che, una volta arrivati, per ognuno c’era a disposizione un paio di ali per volare dove avrebbero voluto.
Successivamente, ho smesso di sognare quel sogno ma l’ho sempre ricordato e, a volte, raccontato. E’ stato il mio modo per mantenerlo vitale finché un giorno di molti anni fa ho deciso che il sogno sarebbe diventato una realtà. E ho cominciato ad agire.

Annunci

LIFE IS A GAME

La-vita-è-un-gioco

“Il piano di Dio per ciascun uomo trascende i limiti della mente che ragiona, ed è sempre il quadrato della vita, quello che contiene la salute, il benessere, l’amore e la perfetta espressione di sé. Molti uomini nell’immaginazione si costruiscono una capanna invece di costruirsi un palazzo” (Il gioco della vita)
“La vita è un gioco”

Quante volte hai sentito questa frase? Sempre meglio che pensare: “La vita è una battaglia”. Se consideri la vita “un gioco”, sei motivato a imparare e applicarne le regole per giungere alla felicità. A volte perdi, altre volte vinci. E quando vinci ti piace, e vuoi vincere un’altra volta. Se consideri, invece, la vita come una battaglia tenderai ad usare la tua forza e la volontà contro gli altri o il dolore e la sofferenza di una lotta costante. Da che punto guardi il mondo, tutto dipende: lo dice anche una famosa canzone.
Quando giochi al gioco della vita stai cercando ciò che è più funzionale per te invece che lottare per ciò che non ti piace. Il solo pensiero che “la vita è un gioco” ti porta a giocare con essa e a guardare i momenti difficili come opportuni passaggi per manifestare il meglio. Ottieni sempre ciò che più desideri, nel bene e nel male: questa è una regola del gioco. Quindi, non è forse conveniente desiderare il meglio per se stessi, allineando la mente verso la fiducia che solo il meglio possa manifestarsi?
Il vero ”peccato” che va contro la naturale emanazione divina quale siamo, è credere nella paura. La fede e la fiducia, per contro, fanno parte della realtà Divina, della quale ognuno di noi è portatore sano. La fede espande. La paura riduce. Cosa è meglio: ritrovare e sviluppare la fede che tutto andrà per il meglio o seguire la paura? Forse la strada della paura già la conosci: sviluppa la fede e la fiducia e lasciati andare al fluire del meglio che tu possa immaginare.
Oggi, adesso, fallo subito: se hai un pensiero di paura, rimpiazzalo con tre pensieri di forza, determinazione, bellezza, amore per te stesso e gli altri, gioia per la vita. Se sei concentrato su ciò che non hai, scrivi subito 20 motivi per cui essere grato. Orienta la tua mente verso il gioco, trova nuove formule per vivere la vita. Questa attitudine ti aiuterà nei momenti bui.
Accorgiti!