SPRIGIONA L’ALTRUISMO CHE E’ IN TE

10461738_10202617958197265_4041001997746284730_n

La più grande soddisfazione, come Donna,  SpiritualCoach, trainer, speaker e scrittrice deriva dal vedere gli occhi delle persone che si accendono quando vedono una nuova via d’uscita, quando si accorgono che la soluzione era proprio accanto a loro, quando da un momento difficile riescono a trarre il massimo vantaggio. Ecco, in quel momento mi sento più viva che mai. Non c’è nulla di più appassionante per me. Ed è così che voglio vivere ogni giorno della mia vita: ricordandomi che “dare è ricevere”.

Quando ti metti al servizio degli altri, è la tua stessa vita che ne trae beneficio andando incontro a un’autentica trasformazione della coscienza.  Da questo nasce un nuovo mondo, una nuova esperienza.

Accorgiti!

GIORNO E NOTTE: INDIVISIBILI

E’ la paura stessa che ci fornisce la possibilità di diventare straordinariamente felici. In essa trovi la forza.
La tenacia, la capacità di rialzarti: è la vera sfida.

Solo all’inizio potrebbe essere vissuta come una “sfida” per poi diventare, pian piano, la via verso la fede che qualcosa di buono accade sempre.
Ogni cosa che accade è perfetta per crescere, comprendere, evolvere: ogni singola cosa.

Non è una battaglia tra bene e male, una lotta. A parer mio è un’onda che si alza e si abbassa, come le maree, come la luce che lascia posto al buio e viceversa. E’ una comprensione di ruolo dove ognuno ha il suo scopo preciso che viene attivato dalla tua propria volontà. A volte senti di dover fare esperienza della paura, e così sia, e in essa trovi la chiave per aprire la porta di un’altra felicità. A volta è un mare in burrasca mentre altre è la calma piatta. Cosa c’è di brutto in un mare in burrasca o nell’essere piatto? Nulla, se lasci che sia. Ogni condizione è perfetta, sempre.

La disarmonia della paura è solo una tua percezione. In sé essa è perfetta per farvi vivere ciò che hai chiesto, inconsapevolmente a volte, altre l’hai vista arrivare ma non hai cambiato direzione. Sei rimasto sulla sua traiettoria, consapevole a un qualche livello, della sua imponenza.

Tu sei in paradiso e puoi sognare l’inferno, e viceversa. Questo è quanto ci è dato di essere: una mente che sceglie a seconda di ciò che decide di sperimentare. Ti lascio con una riflessione che prendo da Un Corso in Miracoli, una “preghiera” da ricordare e recitare consapevolmente per ogni cosa. Scopri la differenza tra avere ragione o essere felice.

“Questa è l’unica cosa che hai bisogno di fare perché ti venga data la visione,
la felicità, la liberazione dal dolore e la salvezza completa dal peccato.
Dì solo questo, ma intendilo senza riserve, perché in questo sta il potere della salvezza:

Io sono responsabile di ciò che vedo.
Scelgo le sensazioni di cui faccio esperienza,
e decido l’obiettivo che voglio raggiungere.
E ogni cosa che sembra accadermi la chiedo,
e ricevo secondo ciò che ho chiesto.

Non ingannarti ulteriormente pensando di essere inerme di fronte a ciò che ti viene fatto.
Riconosci solo che ti sei sbagliato, e tutti gli effetti dei tuoi errori scompariranno.”
(T-21.II.2 – Un Corso in Miracoli)

LA PROVA DEL GIORNO

ME WE

Sono fondamentalmente ottimista. Che questo derivi dalla natura o dall’educazione, non sono in grado di dirlo. Una parte del fatto di essere ottimisti consiste nel tenere la testa rivolta verso il sole, mentre i piedi si muovono in avanti. Ci sono stati molti momenti bui in cui la mia fede nella natura umana è stata messa a dura prova, ma non ho ceduto, né avrei mai potuto farlo, alla disperazione. (Nelson Mandela)

La capacità di reagire in modo positivo alle avversità della vita, è fondamentale per andare avanti e oltrepassare il muro di nebbia che sembra ostacolare la buona riuscita della felicità. Essere ottimisti e riuscire a trarre ispirazioni per sé e per gli altri è un vantaggio se si vuole davvero portare valore alla propria esistenza e a quella delle persone intorno a noi. A volte è un lavoro da Superman o WonderWoman, altre risulta più semplice, ma in ogni caso è il solo ingrediente per camminare guardando il sole.

Guarda la vita e sorridi, anche se può sembrare difficile, sorridi: sei vivo e puoi cambiare ciò che ti sta stretto, trova il modo, chiedi alla vita stessa che ti venga mostrato e ricorda che il successo è più probabile quando diventa una necessità.
Accorgiti!

UN PENSIERO PER RIFLETTERE

401906_ballonchik_kraski_kreativ_ruka_krasnyj_zhyoltyj_si_1680x1050_www-gdefon-ru

Uniformarsi agli altri è uguale a far morire la creatività. L’ascolto inconsapevole delle notizie che ogni giorno vengono lanciate nell’etere fa morire la creatività. Il lamento inconsapevole per ciò che non hai fa morire la possibilità di ottenere ciò che vuoi. Non temere di essere diverso, di porti domande fuori dagli schemi.
“Come posso fare per …?”
“Cosa mi sta dicendo la vita con questa esperienza ?”
“ Qual è lo scopo di …?”
Sono domande che puoi scrivere e, quando arriva la risposta, scrivila mettendo così nero su bianco il tuo pensiero con uno degli strumenti più potenti che tu possa avere a disposizione: carta e penna.
Potresti creare qualcosa di originale, che si distingue dalla massa, che duri nel tempo e possa servire a uno scopo utile e –perché no- anche divertente.
Accorgiti! (LM SpiritualCoach)