LA SOLITA STORIA: IL SOGNO NEL CASSETTO CHE FA LA MUFFA!

E ci risiamo: la solita storia e il solito risultato: il sogno nel cassetto che fa la muffa!

Lei “Ho letto un bellissimo libro che parla di Dee come Demetra, Artemide … Mi piacerebbe occuparmi delle Donne, aiutarle a trovare la loro armonia nell’abbigliamento e nel trucco a seconda di quale Dea sentono di incarnare in quel momento” La colonna vertebrale si raddrizza, il mento alto e negli occhi la luce della felicità mentre mi racconta del suo sogno. Le deve piacere davvero tanto. Adoro l’entusiasmo!

Io “Che bello! Quando si parla di portare valore nella vita delle Donne, tu sai che sono sempre in prima linea! Hai ideato un corso, un laboratorio?” rispondo

Lei: “Non ancora. Sai, non mi sento pronta per una cosa del genere” La regalità di un attimo prima lascia il posto a un leggero incurvare delle spalle e un sorriso tirato: la luce negli occhi è sparita improvvisamente.

Comprendo il suo stato d’animo e la difficoltà di portare un sogno nel mondo: so come ci si sente ad essere circondate dalla paura di compiere quel passo fondamenta-le fuori dal castello di carta fatto di non posso, non sono pronta, non ci riesco costruito con tanta devozione e pazienza.

PENSIERI E PAROLE

I grandi fanno con quello che hanno

Mi è capitato spesso di dover mettere a tavola più gente del previsto e mai nessuno si è congedato con la pancia che brontolava dalla fame. Qualcosa da mettere in tavole si trova sempre! Mal che vada ci sono le pizzerie. Eppure, quando si tratta di trasportare la propria vita sulla linea della felicità, cominciano i tormenti e le difficoltà.

“Fai con quello che hai. Comincia adesso a realizzare il tuo sogno. Parti dalle fondamenta e – mattone dopo mattone – costruisci anziché distruggere” sono le parole della mia Maestra, saggia Donna.

Che cosa te ne fai di buoni pensieri se non sono seguiti da azioni adeguate e costanti?

GUARDA SEMPRE I RISULTATI

Giudicare la vita in base ai risultati potrebbe sembrare una considerazione dura.  Vivere in termini di risultati richiede cambiamenti e rischi, ma questo ci fa comprendere che abbiamo in mano le redini della nostra vita.

Occorre davvero compiere tutto il possibile, andare verso l’impossibile e scoprire di poterlo ottenere. E’ questo lo stato dell’essere nel quale dobbiamo immergerci e nel quale possiamo fare cose nuove per ottenere risultati ogni volta diversi e che eliminano la distanza tra noi e il nostro sogno.

LA VITA NON FA SCONTI

Troppe cose vengono date per scontate.  La differenza tra vincitori e perdenti sta nel fatto che i vincitori sono disposti a fare cose che i perdenti non vogliono fare. Vivere può risultare molto impegnativo in alcuni momenti, soprattutto quando si tratta di realizzare ciò che abbiamo sempre desiderato.

La vita aiuta, se noi per primi le andiamo incontro con le mani piene di volontà e amore, pazienza e grinta, resilienza e azioni costanti, fede e fiducia: tutti sinonimi dell’Amore. Agire sulla base dell’amore che proviamo è impegnativo. Guardare in faccia la realtà è impegnativo. Ma cos’è la vita senza un briciolo di impegno nel voler realizzare ciò che desideriamo?

Ognuno di noi ha la sua personale percezione del mondo: ciò che gli altri vedono come un dovere, per noi  potrebbe essere un gesto d’amore.

Sostenere qualcuno nel suo sogno, incoraggiarlo, accompagnarlo è certamente impegnativo ma di gran lunga più entusiasmante dei “lascia perdere, non sei pronta abbastanza”. Punti di vista che fanno la differenza.

I FATTI CONTANO PIU’ DELLE  PAROLE

La vita appoggia chiaramente sui fatti, le persone con cui stai, quello che fai, le condizioni in cui vivi. E anche se potrebbe essere convenzionale affermare che “la cosa più importante è averci provato”, il mondo si accorgerà unicamente del nostro successo.

Creiamo noi stesse – e vale anche al maschile – la nostra esperienza perché ogni  essere è responsabile della propria esistenza.

  • Se abbiamo un lavoro che oramai ci sta stretto, la responsabilità è nostra.
  • Se non abbiamo fiducia negli altri, è sempre nostra la responsabilità di pensare che è generare qualcosa di differente.
  • Se non riusciamo ad avere relazioni soddisfacenti, ancora una volta la responsabilità è il nostro bene più prezioso.
  • Se le finanze non sono ciò che ci aspettiamo … vedi sopra!

PER TE, AMICA MIA

Amica mia, con la quale ho condiviso un pezzettino di strada, sii realista e prendi in mano la tua vita cominciando con il guardare con occhi disincantati, chiamando le cose con il loro nome e non come vorresti che fossero.

“Vorrei questo – vorrei quello” senza nessuna azione conseguente lascia le mani vuote. Sostituisci il “voglio” con  “A.I.C. – Alza il Culo” e vai a prenderti ciò che più ti piace. Comporta un piccolo sforzo. Sei disposto a farlo?

Ogni cosa comincia da te, al femminile declinabile al maschile!

Se vuoi rinnovare la tua femminilità, parti con noi per Favignana dal 10 al 17 Giugno 2017

Il Potere dell’Energia Femminile – Ritorno all’Amore

Annunci

IL POTERE DELLA SCELTA

Scegliere significa creare. Ogni scelta crea nuove esperienze intimamente connesse alle nostre decisioni e che coinvolgono le persone intorno a noi, cominciando dal modo in cui percepiamo noi stessi.

La percezione di te stesso/a sarà differente a seconda delle necessità. In alcune circostanze potrai sentirti superiore e in altre inferiore, estroverso/a o introverso/a, coraggioso/a o codardo/a, sensibile o insensibile.

Se decidi di considerarti, per esempio, incompetente, tenderai a creare un’esperienza che ti porta a sperimentare incompetenza. Non solo: nel ripetere più volte questa scelta, la rafforzerai, e l’esperienza diventerà normale, tanto da indurti a credere che non ne
possano esistere delle altre per te. In sostanza, inneschi un processo di auto rafforzamento tale da convincerti che sei davvero incompetente. Naturalmente, in una condizione di questo tipo, difficilmente prenderai in considerazione il concetto di responsabilità e cioè che sei stato proprio tu, con i tuoi pensieri rafforzati, a generare continue esperienze di incompetenza.

SCELTA = CREAZIONE

Ognuno di noi ha delle capacità e delle caratteristiche assolutamente uniche. Per esempio non potrai mai diventare un cantante professionista, o un giocatore di golf, o un atleta se non hai sei portato per quel genere di attitudine. Ma potresti avere talento per la pittura, la scrittura, la matematica o diventare un giardiniere eccezionale.

IMG_0886

Concentrarti su quello che non sai fare, invece che su quello che sai fare, crea un’immagine di te ristretta e incompleta.  In tale immagine, quindi, trascuri del tutto le capacità e, per contro, attraverso l’inclinazione a concentrarti solo sulla tua inadeguatezza o incapacità, vedrai esclusivamente la tua debolezza. Pensare ai tuoi punti di forza, qualunque essi siano, ti porta a una visione di te stesso come persona competente. Le aspettative e i tuoi talenti coincidono e questo rafforza la tua autostima, portandoti verso
una visione più felice e possibilistica di te stesso e della vita.

Se ti va, puoi fare questa esperienza. Prendi carta e penna e fai un elenco descrivendo come ti percepisci nelle varie aree della tua vita: relazioni, professione, famiglia, finanze, fisico etc. Terminato l’elenco rileggi ogni singola descrizione prendendo coscienza che il modo in cui ti vedi è una scelta che hai fatto tu.  Potrebbe rappresentare uno sforzo poiché fino a quel momento hai pensato di non essere responsabile della scelta. Una parte di te sa bene che non è così ed è quella parte intelligente e sensibile che ti spinge verso la comprensione che essere liberi significa principalmente poter scegliere e decidere di cambiare il proprio punto di vista rispetto a una situazione sgradevole o portare ai massimi livelli una situazione gradevole.

Dopo ogni parola scritta, stabilisci se vuoi continuare a considerarti in quel modo o scegli di cambiare definizione. Potrebbe essere che ti sei considerato, per esempio, intelligente e vuoi aumentare la tua definizione fino a diventare eccellente. Nel caso in cui, invece, hai scelto una definizione invalidante, ricorda che puoi scegliere di cambiarla o di lasciarla così com’è. L’importante è che tu comprenda che la scelta consapevole è alla base della tua libertà. 

Ogni momento hai l’opportunità di compiere una nuova scelta. Non necessariamente devi continuare a ripetere le stesse esperienze, se scegli e decidi che non sia così. Se scegli in modo diverso, crei un’esperienza diversa. Le tue reazioni alla rabbia, alla paura, alla gelosia, alla vergogna o a qualunque altra emozione invalidante, non sono l’unica risposta di cui sei capace. Semplicemente hai scelto così spesso di rispondere allo stesso modo, che non conosci come fare e questo è metterti in prigione da solo, chiudere a chiave la porta,
buttare via la chiave e pensare che tutto questo sia accaduto per colpa di qualcun altro.

Il tuo atto di potere è considerare che:

Hai provveduto tu a costruire la prigione in cui credi di essere
Hai le chiavi per aprire la porta
Puoi scegliere se rimanere ancora in prigione o scegliere la
libertà
Cosa scegli?

Accorgiti.

Questo breve articoli è tratto dall’esperienza di ieri sera del Laboratorio INSIEME E’ PIU’ FACILE  dove ogni 1° e 3° mercoledì del mese ci incontriamo per condividere esperienze, mantenere alta la consapevolezza, trovare nuovi modi di vedere la vita per raggiungere gli obiettivi e vivere serenamente felici.

Laboratorio INSIEME E’ PIU’ FACILE in Italia:

Corte Franca (BS) con Lucia Merico
lucia@spiritualcoachingacademy.it  +393298222371

Pesaro (PU) con Antonella Casazza
antonella.casazza@gmail.com +393316084191

Villorba (TV) Roberta Marzola
info@robertamarzola.it – +393204103951

IMPARA A NUOTARE

E’ la paura stessa che ci fornisce la possibilità di diventare. In essa trovi la forza. La tenacia, la capacità di rialzarti è la vera sfida e all’inizio potrebbe essere vissuta così, per poi diventare passo dopo passo la via verso la fede che qualcosa di buono accade sempre. Ogni accadimento è perfetto per crescere, comprendere, evolvere.

Non sto parlando di sfida tra bene e male bensì di qualcosa più simile a un’onda che si alza e si abbassa, come le maree, come la luce che lascia posto al buio e viceversa. E’ la comprensione di un ruolo dove ognuno ha il suo scopo preciso il cui motore si accende girando la chiave della volontà.

IMG_9824

A volte senti di dover fare esperienza della paura e così sia, e in essa trovi la chiave per aprire la porta di un’altra felicità. A volte è un mare in burrasca mentre altre è la calma piatta. Cosa c’è di brutto in un mare in burrasca o nell’essere piatto? Nulla, se lasci che sia. Ogni condizione è perfetta, sempre.

Trovare disarmonia nella paura è solo una tua percezione. In sé essa è perfetta per farti vivere ciò che hai chiesto a volte inconsapevolmente. O in altre circostanze hai intuito la chiarezza dell’onda che ti stava per travolgere e non hai cambiato direzione: sei rimasto sulla sua traiettoria consapevole della sua imponenza. Come sempre a te la scelta. Accorgiti.

INSIEME E’ PIU’ FACILE

2907
Dal “Laboratorio INSIEME E’ PIU’ FACILE” di ieri sera:

La tua vita non deve essere necessariamente difficile o dolorosa, a meno che non credi che sia così.
Ogni momento vissuto ha dentro di sé il seme del cambiamento e può portare nella tua realtà un futuro differente dal passato appena vissuto. Per fare ciò è necessario saper ascoltare le proprie emozioni imparando così a conoscere se stessi.
Partendo dal presupposto che ogni scelta che hai compiuto fino ad ora è stata dettata da una tua volontà più o meno consapevole, rispondi a questa domanda scrivendola su un foglio: “Quale comportamento o reazione mi sento incapace di cambiare, anche se ho la volontà di farlo?”.

– Ora ricorda un momento del tuo passato dove avevi la volontà di cambiare, ma non lo hai fatto. (iniziare una dieta, cambiare atteggiamento di fronte a una situazione, essere più calmo etc.)
– Ricorda le conseguenze di questo comportamento o reazione (mi sono arrabbiato, intristito, sentito in colpa etc.)
– Dove si appoggia questa “conseguenza” nel tuo corpo? (potrebbe essere la gola, lo stomaco, il plesso solare, la pancia etc.). Individualo e appoggia in quel punto la tua mano.
– Quali sono ora i pensieri di sottofondo che accompagnano la situazione? (non sei capace di fare niente, ancora una volta ho reagito così, non ce la farò mai etc.)
– Scrivi il tuo dialogo interiore.
– Scrivi ora cosa puoi fare di diverso (chiedere aiuto a persone competenti, iniziare un percorso di consapevolezza, meditare etc.)
– Scegli di mettere in atto ciò che hai scritto

Si dice che anche un elefante si mangia a piccoli bocconi.
Un nuovo inizio è fatto di piccoli passi costanti e quotidiani.
Scegli di compiere il primo passo ora, e un altro domani, e uno ancora dopodomani.

Quando cadrai –e succederà- rialzati e ricomincia. Questo modo diventerà una forza motrice straordinaria che ti permetterà di superare qualunque ostacolo.
Ricorda: Ogni esperienza che vivi è basata su una o più scelte che hai fatto in assoluta autonomia, anche se le circostanze sembravano dire il contrario.

Buona esercitazione e Buon divertimento.
Accorgiti!

I LABORATORI DI “INSIEME E’ PIU’ FACILE” IN ITALIA

Ogni 1° e 3° mercoledì del mese – dalle 20:30 alle 23:00
INGRESSO GRATUITO

Per confermare la tua presenza e conoscere la location dove si tiene il Laboratorio, manda una mail a:

Cortefranca (BS) con Lucia Merico
luciamerico@spiritualcoach.it

Montichiari (BS) con Namastè Loretta Kubelka
associazionenamaste@libero.it

Aviano (PN) con Sergio Basaldella
sergiobasaldella@alice.it

Rovigo (RO) con Antonella Casazza
antonella.casazza1@gmail.com

Castiglione delle Stiviere (MN) con Sabrina Zorzi
sabrina.zorzi@icloud.com

Torino (TO) con Cristina Baldi
cristinabaldi2005@gmail.com

SEI PRONTO A RICEVERE?

IMG_6723

Quando sai di volere una cosa che non hai, pensi che qualcosa al di fuori di te la tenga a distanza, ma questa non è mai la verità. L’unica cosa che ti impedisce di ricevere ciò che desideri é il fatto che le tue abitudini o i tuoi pensieri differiscano dai tuoi desideri. (Esther Hicks, Jerry Hichs – Ask and It is Given)

In poche parole, puoi avere qualunque cosa desideri, a patto che la tua mente e il tuo essere siano pronti a ricevere.
A quel punto trovi pensieri e strategie d’azione che ti portano dritto verso la meta. (LM SpiritualCoach)

EVERGREEN

Yin_and_Yang_by_uk_dave (1)

Ispirata dal Laboratorio INSIEME E’ PIU’ FACILE del mercoledì, dove vengono eseguiti gli esercizi in contemporanea, la stessa sera e in cinque località differenti, voglio proporvi una visione di leadership che fonda le sue radici nel V-III secondo a.C.

Tao Te Ching, che tradotto significa “La strada del Potere” è uno dei grandi classici filosofici e spirituali del mondo, consultato da milioni di persona, me compresa.

Questo libro, che è la più antica scrittura di taoismo, oltre a essere un testo di meditazione, è anche una filosofia basata sull’armonia della natura. Lo si può adottare facilmente, con un minimo di preparazione, come manuale moderno di leadership e si presta in modo particolare alla vita contemporanea. Insomma: un testo evergreen.

Nel mondo del lavoro c’è chi afferma che più un capo ha potere, meno lo usa. Al giorno d’oggi le società meglio gestite sono quelle che utilizzano il gioco di squadra, dove ogni soggetto entra nel gioco con il proprio personale talento, accrescendone l’efficacia e ampliando il proprio potere personale e collettivo. Le società con questo tipo di caratteristica, hanno molta più probabilità di successo nel generare idee e prodotti che migliorano realmente la vita in generale.

Si stima che entro il 2020 il “leader” ideale potrebbe essere difficile da identificare, dal momento che la posizione o il benessere generale non saranno più dei fattori validi per esercitare influenza. L’aumento della consapevolezza fa crescere in maniera esponenziale il talento personale, facendo salire l’asticella della creatività e dell’ideazione.

Lao Tzu scrive: “I saggi si distinguono, in quanto si considerano parte del Tutto. Essi risplendono, perché non vogliono fare colpo. Conseguono grandi cose, perché non cercano riconoscimenti. La loro saggezza è contenuta in quello che sono, non nelle loro opinioni.”

Mettersi in ascolto, dare la precedenza agli altri, collaborare, rimanere con la mente aperta cercando i migliori risultati possibili, sono aspetti dello yin femminile plasmati con la forza orientata all’ottenimento delle cose contemplata e rappresentata dallo yang maschile. Questa modalità, se utilizzata con consapevolezza, diventa una fusione vincente che delinea i tratti del nuovo leader, la cui credibilità non si fonda su ciò che dice e neppure su quanto ha raggiunto fino a quel momento. “La sua saggezza è racchiusa in ciò che egli è” (Lao Tzu)

La forza è nella quiete del tempo presente, senza cercare di forzare le cose perché accadano, e neppure obbligare gli altri a fare come vorremmo. Il tempo viene utilizzato in modo diverso, più circolare, lasciando che ogni individuo abbia la possibilità di esprimere e far crescere uno o più talenti che porta in seme dentro di sé. Il mondo attuale ha bisogno di persone consapevoli in grado di conoscere sé stesse a tal punto da non considerare più la parola io come individuo ma noi come collettivo. Nulla è separato da noi, tutti siamo responsabili di ciò che accade e questa nuova visione non dev’essere vissuta con colpa, ma come un’opportuna speranza.

Conoscere il Tao anche attraverso le linee guida di Tao Te Ching, ha ampliato il mio concetto personale di vita e successo e, probabilmente, potrebbe cambiare anche il tuo, nel momento in cui sceglierai di iniziare a consultarlo o farti aiutare nella consultazione attraverso i suoi capitoli fatti di brevi righe meditative.

Al viaggiatore può capitare di fermarsi a mangiare qualcosa di buono e ascoltare una musica piacevole, ma descrivere il Tao potrebbe sembrare insulto e piatto. Al vederlo, non sembra nulla di speciale. Al sentirlo, nulla di speciale. Ma vivete seguendo le sue indicazioni, e non ne sarete mai stanchi

Buona Consultazione e Buon Divertimento!