GLI ALTI E I BASSI DELLA VITA

il mistero dell'ombra (2).png

La vita non è lineare. Se così fosse, saremmo tutti morti! La vita è un insieme di alti e bassi che si alternano a seconda della necessità e del momento, proprio come un cuore che batte a pieno ritmo, quello delle emozioni, delle convinzioni dei credo che ciascuno di noi interpreta nella quotidianità.

Qual è la convinzione che occupa ora la tua mente? Se fosse riferita alla gioia e alla felicità, ecco che potresti sentire l’energia salire e scorrere come un fiume in piena, la mente divenire ricca di idee e la percezione di amare il mondo intero. Vuoi che questa condizione duri per sempre, e la trattieni forte forte dentro di te. Ma a un certo punto, la situazione sembra sfuggirti di mano e inizi a pensare che forse questa condizione non durerà per sempre o forse credi di non meritare una felicità quando il mondo intorno a te è tormentato dalla sofferenza, e così l’energia comincia a calare. Il fiume che prima scorreva in abbondanza, comincia a scendere sotto il livello normale arrivando, a volte, quasi a prosciugarsi.

Chi ha permesso tutto questo? Chi ha scelto e deciso che il fiume in piena diventasse un piccolo rigagnolo? Chi sta pensando al posto tuo? Se credi ci sia qualcun altro che pensa per te, sei proprio nei guai!

Quando l’idea di essere responsabile al cento per cento della tua esistenza non è ancora un fondamento solido nella tua mente, a volte  nei hai coscienza mentre altre volte sembra che siano gli altri a entrare nella tua vita senza che tu gli abbia dato il permesso. Se così fosse, significa che a volte sei padrone della tua vita, mentre altre volte non lo sei, e questa non è certamente libertà.

LIBERTA’

Libertà significa avere la cosciente consapevolezza di essere l’unica artefice della tua esistenza, in qualunque direzione la vuoi dirigere. Significa che sei tu e nessun altra a scegliere se avere il fiume in piena abbondanza o in secca totale. Nessuno può scegliere per te, così come tu non puoi scegliere per nessun altro. E’ una Legge Universale, si chiama Libero Arbitrio e funziona indipendentemente dal tuo credo.

Se vuoi vivere una vita nella costante felicità, devi cominciare ad apprezzare sia i momenti di luce che quelli d’ombra, integrando tutte le emozioni come fossero linfa vitale che scorre nelle tue vene e ti conduce verso una sola visione e un solo pensiero: la vita è un’esperienza. Gli alti e i bassi che spesso interpretiamo sono complementi importanti che arredano la nostra casa interiore e dai quali impariamo a migliorare costantemente la nostra quotidianità. Il mondo è pieno di opportunità per crescere e le possiamo trovare proprio nelle pieghe strette della vita.

Nulla cambia se non cambi nulla

Che grande verità questa frase! Eppure tutti noi, ciascuno a modo suo, fatichiamo a fluire nel cambiamento. Oggi impegnati in questa attività: ad ogni momento di difficoltà o quando affiora un’emozione o un pensiero che consideri negativo, anziché rispondere con durezza o metterlo da parte, affrontalo guardando dritto nella sua direzione e usa queste semplici parole: “Ti riconosco, ti accolgo e ti dico sì”.

  • Ti riconosco come una mia creazione: nessuno lo ha fatto al posto mio. In nome di questa libertà, scelgo e decido
  • Ti accolgo: anziché metterti da parte, ti affronto ora permettendo a me stessa di sentire ogni emozione
  • Ti dico sì, sei il benvenuto. Anche se ancora non comprendo la tua lezione, so che accettando questo momento abbasso il muro della sofferenza per vedere che c’è un altro modo

Questo è il significato della frase, poche semplici parole di grande effetto per iniziare a vedere la vita da un’altra prospettiva. Perché non c’è nulla di complicato, nulla che non si possa risolvere, nulla che non sia modificabile a nostro vantaggio.

Abbiamo paura della Luce ancor più che della nostra Ombra, perché essa mette in risalto la nostra vera identità. Ma quando cominciamo a fare la pace con la nostra Ombra, comprendiamo che senza di essa la Luce non potrebbe risaltare, proprio come le stelle che brillano in cielo sempre, ma la notte mette in evidenza il loro splendore.

Anziché allontanarci dalle nostre zone d’ombra, possiamo comprendere che esse nascondono al loro  interno un tesoro prezioso che possiamo recuperare e trasformare

Questa è la frase che accompagna l’esperienza de IL MISTERO DELL’OMBRA il corso residenziale che quest’anno terrò a La Pernice Rossa di Menconico (PV). Se vuoi sapere di cosa si tratta, clicca su questo link ➡➡➡http://spiritualcoach.it/appuntamento/il-mistero-dellombra/

RISVEGLIO

Il mio motto è “Risveglia la Luce che è in te e illumina il tuo cammino”

Poche parole per descrivere un percorso interiore necessario per uscire dall’inganno del credere che ci possa essere qualcosa o qualcuno pronto a migliorare la nostra vita.

Ogni cosa comincia da me, e da nessun altro. Gli altri – gli eventi e le persone che rappresentano il nostro mondo – sono meravigliosi indicatori della direzione in cui stiamo andando: per questo vanno “amati”. Col loro modo di essere ci aiutano a migliorare costantemente la nostra esistenza.

❥Mi piace ciò che vedo? Ringrazio, accolgo e mi attivo per migliorare.
❥Non mi piace ciò che vedo? Ringrazio, accolgo e mi attivo per migliorare.

Nessuna differenza dunque, se non la scelta di usare il lamento o quant’altro possa affossare la mia energia e renderla schiava di una scelta esclusiva.

La visione di un mondo separato porta separazione nella nostra vita. Nulla è diviso da noi. Tutto è unito a noi.
Il risveglio ha una sola funzione: permettere di conoscere cosa accade dentro di noi attraverso ciò che accade fuori di noi. Perché nulla di ciò vedo è alieno. Nessun uomo è un’isola. Accorgiti!

Pensare in grande

Pensare in grande è necessario perché le dimensioni del successo –inteso come capacità di far succedere – sono determinate dalla dimensione della nostra capacità di credere applicata ad ogni situazione. E’ un’abilità che, una volta sviluppata, la possiamo utilizzare per avere una concezione più ampia della vita.

Pensare in grande è guardare avanti progettando un futuro di sviluppo e crescita, anziché mantenere vivo un passato che già conosciamo e del il quale molto spesso abbiamo un ricordo doloroso.

Ed al pensiero grandioso possiamo aggiungere un linguaggio adeguato, indipendentemente da come sta andando la vita in questo momento. Concentriamo la nostra energia sui punti di forza e troviamo il modo per metterli in campo: sarà il nostro allenamento per i momenti in cui la vita ci prende a calci nel sedere.

Dobbiamo imparare a viaggiare in prima classe, che non vuol dire acquistare il biglietto più caro ma piuttosto ottenere il parere di chi il successo lo ha già raggiunto.

Quando spendiamo il nostro tempo con persone che sanno come ampliare la consapevolezza, arrivano suggerimento di questo genere:

  • Non aspettare che le condizioni siano perfette per iniziare, perché non lo saranno mai. Agisci adesso!
  • Sii tenace e sperimenta per trovare la “tua strada”
  • Nei momenti di difficoltà, sostieniti cercando soluzioni e non affossandoti nel problema
  • Sviluppa la fiducia che solo il cuore – e non la testa – ti può dare a garanzia che stai percorrendo la strada corretta e poi verificane i risultati attraverso lo specchio che il mondo ti mostra
  • Ogni azione vale più di mille parole. Per cui A.I.C. forever: Alza Il Culo!

Gran parte della differenza tra successo e fallimento sta in ciò a cui credi di essere e di aver diritto: questo è il motivo per cui conviene pensare in grande. Accorgiti!

La tua SpiritualCoach   Lucia Merico

luciamerico-spiritualcoach-insiemeepiufacile-blog.png

PROFESSIONE O RELAZIONE?

Sono molte le persone che privilegiano il successo personale a quello affettivo. Alcuni dedicano più tempo alla professione che alle relazioni affettive o familiari, nella falsa convinzione che in questo modo potranno garantire un benessere stabile e duraturo. Altri una relazione affettiva non riescono neppure a costruirla: non ne hanno il tempo. E altri ancora si nascondono dietro la falsa convinzione che “stanno bene da soli”: a nessuno piace stare solo per troppo tempo.

La parola chiave che accomuna queste persone è sacrificio, un sinonimo di paura.

A mio parere i rapporti affettivi devono collocarsi fra le nostre priorità più importanti quando fissiamo degli obiettivi, qualunque essi siano. Solo quando abbiamo una relazione soddisfacente possiamo rivolgere il pensiero alla realizzazione di noi stessi permettendoci di esprimere al meglio tutto il nostro potenziale.

Per diverso tempo mi è stato difficile apprezzare un partner che mi sosteneva in ogni mia scelta. Questo mi ha fatto vivere momenti di grande solitudine e voglia di distruggere. Con pazienza e tanto lavoro su me stessa, ho iniziato ad apprezzare e a valorizzare questo aspetto accettandolo e a mia volta donandolo all’altro. Un abito in meno, una macchina più economica e una giornata di più insieme per conoscersi, amare, gioire e costruire le basi per un futuro felice: è più facile trovare soluzioni ai problemi quando si è in due o più persone che remano nella stessa direzione.

Troppo spesso sento donne parlare male dei loro uomini. Troppo spesso vedo uomini sottovalutare la donna che hanno accanto. Distruggere è sicuramente più semplice che costruire e ogni giorno possiamo trovare esempi che ce lo confermano. Molto più semplice chiudere una relazione e aprirne un’altra, a volte senza neppure prendersi il tempo necessario per capire cos’è successo. Per costruire, invece, ci vuole competenza, volontà, determinazione.

FAI AGLI ALTRI CIO' CHE VORRESTI FOSSE FATTO A TE.png

E’ uso comune dire che dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Io preferisco uomini e donne che camminino uno a fianco dell’altra: è più facile accorgersi quando uno dei due inciampa e porgere la mano per incitarlo a sollevarsi e ad essere più forte di prima. Accorgiti!

DEDICATO ALL’ANIMA

Dedicarsi alla propria anima significa seguirne i segnali, poiché essa comunica attraverso i sincronismi e le coincidenze.  Cos’è l’anima? Per me è una luce, un faro che indica la strada da percorrere durante la nostra esperienza terrena e che ha lo scopo di mostrare ciò che siamo realmente e quale sia la nostra missione.

Spesso la nostra anima comunica con noi attraverso sincronismi e coincidenze, ma molti hanno perso la capacità di ascoltarne i messaggi che ci vengono offerti costantemente.  Oggi, se ti va, puoi iniziare il tuo avvicinamento all’anima facendoti una domanda: “Come mai sono qui?” e portando l’attenzione per l’intera giornata  a ciò che accade. Potresti ricevere messaggi attraverso un libro che stai leggendo, mentre sei in coda al supermercato, ascoltando una canzone alla radio o nei pensieri che spontaneamente arrivano mentre stai guidando l’auto.  Se ti prendi il tempo e ti metti in una condizione di ascolto, messaggi preziosi arrivano a te nei modi più inattesi.

Il secondo passo è elaborare e scrivere la missione che la tua anima ti sta comunicando: “Qual è lo scopo della mia vita?”. A volte non è semplice rispondere a questa domanda poiché la risposta potrebbe essere nascosta sotto cumuli di credenze e convinzioni. Per avvicinarti al tuo scopo, puoi pensare ad esempio quale attività svolgeresti anche gratuitamente pur di poterti esprimere.

IMG_0917

Formulare e scrivere quale sia lo scopo della nostra a volte richiede tempo e una ricerca delle parole accurata che può durare anche qualche giorno: non avere fretta. Quando leggerai lo scopo della tua vita, dovrai sentire un senso di appartenenza alle parole che pronunci. Stai generando dei semi spirituali che l’Universo farà crescere senza distinzione né giudizio: se semini grano o edera velenosa Lui ti donerà l’energia necessaria per far crescere indistintamente l’uno o l’altra. Quindi, quali semi scegli di piantare nel terreno fertile della tua anima? Cosa vuoi coltivare?

Infine scrivi la tua missione su un grande foglio e coloralo, dipingilo, ritaglia immagini che rappresentano il senso della tua dichiarazione. Se lo scopo è risvegliare l’anima della gente attraverso la musica, puoi mettere insieme un collage che esprime gioia, risveglio, note musicali, folla di persone che ascoltano un concerto. Infine prendi il collage e appendilo in un punto della casa o del tuo ufficio dove lo puoi vedere spesso. Sarà un promemoria che giorno dopo giorno ti ricorderà il motivo per cui sei venuto al mondo. Accorgiti!

ATTIMI DI VITA

IMG_0795.PNG

La vita di ciascuno è fatta di attimi. Eppure ci concentriamo sulle ore, i giorni, le settimane, gli anni e sulle abitudini scandite dal ritmo ripetitivo di eventi che si susseguono, a volte piacevoli e altre dolorosi.

L’attimo è prezioso perché in esso possiamo trovare il senso del nostro esistere nella consapevolezza del presente. Il nostro respiro è scandito da attimi immensi come l’infinito, in cui ogni inspirazione e ogni espirazione sono il rintocco dello strumento interiore che è il cuore. E’ ad ogni battito che abbiamo il potere di dare valore a ciò che facciamo, a quello che pensiamo, a ciò che amiamo e a chi amiamo.

Viviamo in un tempo di grande mutamento della coscienza e molti di noi se ne stanno accorgendo, chi in un modo e chi nell’altro. Mai come in questo momento è fondamentale tornare al cuore di ciascuno per toccare il cuore di tutti. Per conquistare questa maestria non puoi più procrastinare delegando ad altri ciò che risiede solo nella tua volontà. Un/Una maestro/a è una finestra sul tuo Cielo e può mostrarti la strada, può darti gli strumenti per liberarti dalle catene, a volte può perfino tagliarle lui/lei stesso/a, ma non potrà mai portarti in braccio perché il cammino è una questione personale. Sei tu a dover appoggiare i piedi lungo il sentiero tracciando con essi l’impronta della tua vita, delle scelte e delle azioni che farai.  Solo così sarai in grado tu stesso/a di raccontare ad altri la tua esperienza permettendo loro di lasciare quell’impronta che diventa il sentiero per altri e altri ancora.

Non è facile, in alcuni momenti: siamo qui per crescere nell’animo e non solo nella pelle. Siamo qui per imparare l’unione attraverso l’esperienza della separazione. Solo così potremo vedere che ogni singolo filo di luce, ogni singolo cammino è per arrivare tutti quanti sulla cima di quell’unica montagna alla quale abbiamo rivolto il nostro sguardo la prima volta che abbiamo aperto gli occhi. E poi qualcuno ci ha detto che era meglio tenerli socchiusi, meglio ancora se completamente chiusi: e gli abbiamo creduto. Accorgiti.

COMUNIONE

IMG_9923

Nessuno può proteggerci dall’inaudita violenza che può colpirci inaspettatamente. Ogni giorno ci troviamo ad affrontare o infliggere piccole violenze attraverso il nostro atteggiamento, la nostra aggressività, il rumore dei nostri silenzi e l’indifferenza con cui ci rivolgiamo a chi abbiamo più vicino. Credo fortemente che costruire un mondo migliore sia anche una mia responsabilità. Magari iniziando ad agire con amore e attenzione nella mia vita quotidiana (Terry Bertz Bertelli)

Stamane trovo le parole di Terry appropriate per iniziare non solo una nuova giornata ma, soprattutto, per iniziare una nuova vita partendo da te, dai tuoi pensieri e dalle parole che pronunci. Non puoi migliorare il mondo se innanzitutto non sai come portare valore a te stesso e a chi ti sta intorno. Oggi più che mai, accorgiti.