DAL VECCHIO AL NUOVO

foto

Il passaggio da una vecchia abitudine a una nuova richiede disponibilità, determinazione, volontà, spirito d’iniziativa, fede. Non è sempre una freccia che arriva dritta nel centro del paglione, bensì un andarivieni di situazioni ed emozioni che potrebbero far scappare la voglia di proseguire. Per questo ci vuole un forte intento, uno scopo che determina e segna la strada verso il nuovo. Mi ricordo quando sono salita alla guida di un’auto la prima volta. Guardando i pedali ho pensato: “Tre pedali, due piedi. Com’è possibile?” Ho imparato grazie a un buon istruttore e alla volontà di essere indipendente, capace e caparbia. E così quando è nato ‪#‎SpiritualCoach‬ e ora, con la nascita dell’Accademia Italiana SpiritualCoaching e a venire tutti gli obiettivi che ho in mente di raggiungere. Se mi fermo un attimo e guardo indietro nel tempo, ricordo di aver sempre avuto una forte volontà nell’avanzare verso ciò che era lo scopo del momento. E anche tu che leggi, se osservi con attenzione, puoi trovare il tuo modo personale di essere determinato. Accorgiti!

MACCHINA vs PERSONA: TU COSA SCEGLI?

http://www.dreamstime.com/-image18616844

“Il successo esteriore non è affatto un successo se non c’è consapevolezza del fatto che è la manifestazione di un dominio interiore”

Cosa ne pensate di questa frase? Intanto che riflettete, vi dico il mio pensiero: sono assolutamente d’accordo! La vittoria privata deve precedere la vittoria pubblica. E’ partendo da una mente con pensieri chiari, nitidi nei confronti della realizzazione di un obiettivo, che si può successivamente manifestarlo nel mondo: questa è un’abitudine che molti di noi devono sviluppare.

La vera e duratura grandezza è il risultato di un cammino lento e determinato fatto di quotidiane abitudini di pensiero e azione. Per tradurlo in parole autorevoli come quelle del romanziere inglese Charles Reade: “Semina un pensiero, e raccogli un’azione; semina un’azione, e raccogli un’abitudine; semina un’abitudine, e raccogli un carattere; semina un carattere, e raccogli un destino”

Guardare il mondo con occhi nuovi avendo il coraggio di prendere la vita come un gioco, nel pieno rispetto delle sue regole, è un buon modo per manifestare una costante e duratura felicità. Per contro, attribuire la colpa dei nostri problemi all’andamento dell’economia, o a un datore di lavoro terribile o alla famiglia, è assolutamente inutile se si vuole perseguire la felicità.

Per raggiungere un appagamento in ogni area della tua vita, devi essere disposto ad assumerti la responsabilità di ogni tua azione. Solo lavorando su te stesso puoi ambire all’ampliamento del tuo potere personale.

C’è un interessante passaggio nel libro “I Sette Pilastri del Successo” dove l’autore scrive:

“Siate proattivi. Abbiamo sempre la libertà di scegliere le nostre reazioni agli stimoli, anche quando siamo privi di tutto il resto. Questa capacità ci accompagna alla conoscenza che non occorre vivere secondo il copione che la nostra famiglia o la società ci ha dato. Invece di “lasciarci vivere”, accettiamo la piena responsabilità della nostra esistenza secondo il modo in cui la coscienza ci dice di viverla. Non siamo più una macchina reattiva, bensì una persona proattiva”

Macchina contro Persona: tu cosa scegli di essere da oggi?

Buona Giornata e Buon Divertimento!