PENSA IN GRANDE

1545162_713230248694898_1471843740_n

Pensate in grande: le dimensioni del nostro successo sono determinate dalle dimensioni della nostra capacità di credere.
Se pensate in termini di scopi limitati, dovrete attendervi risultati limitati.
Se pensate in termini di scopi grandi, otterrete un successo grande.
Ricordatevi anche questo!
Le grandi idee e i grandi piani sono spesso più facili,certamente non più difficili, delle piccole idee e dei piani piccoli. (David J. Schwartz – La magia di pensare in grande)

Sta a noi scegliere se abbiamo diritto al fallimento o al successo:questa scelta è ciò che fa la differenza.
Per questo motivo è più conveniente pensare in grande.

SE MI LASCI NON VALE

969197_10201350917684857_775011964_n

Ti sei ingannato quando credevi di amare qualcuno o qualcosa e poi ti sei accorto che era una specie di dipendenza, una manipolazione necessaria per non sentire la paura della solitudine, il timore di non essere considerato abbastanza, la voglia di sentirti indispensabile per qualcuno.

La paura dell’abbandono è presente in ognuno di noi e va riconosciuta, non messa da parte e nascosta da finta arroganza nel credere che tu basti a te stesso. Cerchiamo sempre qualcuno che ci possa compensare: questo è il modo in cui nascono le relazioni. E poi proseguono nella falsa credenza che l’altro possa darmi ciò che io non ho.

Nessuno ci può dare ciò che noi non crediamo di possedere. Se una persona pensa intensamente di essere vittima del mondo, troverà il modo per vivere quell’esperienza. Avrà così dimostrato a se stesso che è vero: sono vittima del mondo innescando un meccanismo dal quale si esce solo con l’attenzione consapevole.

Fai un passaggio diverso:
1. riconosci i tuoi limiti
2. trova qualcuno che li ha superati e chiedigli come ha fatto
3. sviluppa questa capacità dentro di te

C’è un passaggio nel libro di Marianne Williamson Ritorno all’amore che mi piace molto e voglio condividerlo con voi:

L’amore non è materia.
È energia.
È la sensazione che si prova in una stanza, in una situazione, con una persona.
Il denaro non può comprarlo.
Il sesso non lo garantisce.
Non ha nulla a che vedere con il mondo fisico, ma ciononostante può essere espresso concretamente.
Lo sperimentiamo attraverso la gentilezza, il dare, la pietà, la compassione, la pace, la gioia, l’accettazione, l’assenza di giudizio, l’unione e l’intimità.

Buon Lavoro e Buon Divertimento

GIORNI E NOTTI MAGICHE

Conoscere, Osare, Volere e Tacere sono i quattro pilastri per manifestare la magia della vita.

Conoscere
La conoscenza può essere acquisita con la ricerca costante attraverso lo studio e il confronto in armonia con teoria e pratica.
La conoscenza delle Leggi Universali che guidano il mondo conduce alla Saggezza.

Osare
E’ rimanere fermi di fronte ai sacrifici o agli ostacoli mantenendo l’intento sull’obiettivo. I successi e i fallimenti si uniranno e così verrà svelato ogni mistero.

Volere
La forza di volontà si sviluppa attraverso la pratica paziente e la perseveranza. Occorre un’incrollabile volontà per andare avanti nella vita verso i tuoi obiettivi, soprattutto quando non si vedono ancora i risultati. Ogni sforzo cosciente rafforza la magia personale.

Tacere
Colui che è padrone della magia della vita non si mostra, non dà sfoggio della sua arte diventando un giocoliere da palcoscenico: farà di tutto per proteggerla. Il Silenzio è potere.

IMG_6324

Passaggi in apparenza semplici che portano dentro di sè la complessità della conoscenza, il cui prezzo da pagare non è altro che la volontà di conoscere se stessi. Sembra poco e, forse, alcuni credono che basti solo partecipare a qualche corso o leggere libri. Nel processo di apprendimento questi sono passaggi utili e indispensabili. Nel processo di mantenimento e manifestazione diventa indispensabile aggiornarsi costantemente mantenendo l’attenzione vigile sui messaggi dell’universo. Alle domande il mondo risponde sempre: sta a te ascoltarlo. Questa è la magia della vita!

IL PIEDISTALLO TRABALLANTE

IMG_6312

Preparare un piedistallo e poi metterci sopra qualcuno è la maniera più rovinosa per sperimentare la delusione perché, prima o poi, lo butterai giù: a nessuno piace sentirsi osservare dall’alto. Invece dei piedistalli, prepara generatori di gratitudine prendendoti il meglio che ognuno ti può dare. “Grazie” è una parola magica! (LM SpiritualCoach)

SAN LORENZO

Immagine

1172413_10200489912037441_1419081794_o