ACCORGITI

IMG_9049

La strada migliore per il successo è conoscere te stesso. Sono le circostanze a rivelare ciò che sei e da esse puoi far partire la tua trasformazione, se lo ritieni necessario. Non c’è nessun altro, tranne te stesso, a cui attribuirne la responsabilità. Questo è l’aspetto,a volte molto complicato, da comprendere per essere felice e raggiungere ciò che hai scelto. Il passaggio è da “esperto conoscitore delle paure e dei limiti” a “esperto conoscitore di tutto ciò che è possibile”. Usa le difficoltà per fare un balzo avanti, come sprone per un progresso. Non puoi essere prospero e felice se una parte di te rimane imprigionata nelle vecchie abitudini e nel lamento. Sei la causa della tua carenza. Sei la causa della tua abbondanza. Accorgiti!

GRATITUDE

christmas-magic-present-1600x900

Una vita scarsa sotto ogni aspetto è il frutto di una mente incline alla scarsità anziché all’abbondanza. I pensieri di scarsità sono fatti di paura, energia che preme verso il basso e costrizione: una malattia diffusa negli ultimi tempi. Si chiama “mancanza di gratitudine”. I sintomi portano alla cecità: non ti accorgi ci ciò che già possiedi. E così riempi la tua mente di paura. Apprezza ciò che hai e riconsidera con attenzione la tua vita materiale. C’è fondamentalmente un’unica soluzione per vivere nella ricchezza ed è donare, sottoforma di pensieri positivi, azioni potenzianti, aiuti materiali, sostegno morale, amicizia e perdono. Dona agli altri ciò che vorresti fosse donato a te: questo è il modo per attivare la ricchezza in ogni sua forma. Accorgiti!

LIBERO O SCHIAVO

IMG_7548

Sii libero oggi, e porta la tua libertà come un dono personale a coloro che credono ancora di essere schiavi dentro un corpo. Sii libero, in modo che lo Spirito possa fare uso della tua fuga dalla schiavitù, per rendere liberi i molti che si percepiscono prigionieri, indifesi e impauriti. Lascia che attraverso di te l’amore si sostituisca alle loro paure. Puoi dire questo per liberare te stesso dalle catene della paura e portare l’altro con te nella libertà: “Ti do lo Spirito come parte di me stesso. So che sarai liberato, a meno che io non voglia usarti per imprigionare me stesso. Nel nome della mia libertà scelto la tua liberazione, perché riconosco che facendolo saremo liberati insieme” (ricordi di Un Corso in Miracoli)