IO COSA VOGLIO?

IMG_7208

“Che cosa voglio veramente?” Ascoltare la risposta a questa semplice domanda è sinonimo di felicità, se solo potessi usare le orecchie del cuore, anziché quelle fisiche. La frustrazione nasce dal fatto che, spesso, la domanda è corretta mentre la risposta è sbagliata. Scegli per senso di colpa, paura del nuovo, indolenza e pigrizia.

Se solo potessi seguire ciò che percepisci veramente, come pensi sarebbe la tua vita? E’ indubbio che alcune scelte possono essere complicate, allo stesso modo un albero cresce più forte e rigoglioso quando si tagliano i rami secchi. Il seme che la Vita ti ha donato è troppo prezioso perché tu lo faccia crescere con distrazione.

Cosa vuoi veramente: una vita più serena, una relazione felice, abbondanza di ogni cosa? Cosa stai facendo per avere questo? Stai dedicando il tempo necessario per rendere la tua vita così come la vuoi? E se non lo stai facendo, ti sei domandato come mai? Alcuni credono che sia sufficiente pensare e poi attendere che ciò che si è pensato venga consegnato direttamente a casa, il che potrebbe accadere a chi ha una fede incrollabile, esente da dubbi e incertezze: una vera rarità, per quello che è la mia esperienza.

Nella maggior parte dei casi, chi sceglie di ottenere ciò che desidera, oltre all’intento, deve compiere azioni concrete. Se una persona ha come obiettivo quello di andare in Scozia a visitare il Castello di Dunottar, ecco che dovrà iniziare con il prenotare il biglietto aereo. Questa semplice azione è ciò che fa la differenza tra il realizzare o non realizzare un sogno.

Semplice, perché la vita è semplice. Ma, pare, che l’essere umano ami complicare le situazioni chiedendosi “perché non riesco” e poi mancando di rispondere. C’è una via più breve: anziché chiederti perché non accade usa come e cosa posso fare per…, e poi fallo, vincendo così su tutti i perché che, spesso, rimangono senza risposta.

Essere sincero con te stesso significa andare nel tuo cuore ponendoti una semplice domanda: “Che cosa voglio veramente?” e ascolta la risposta che il cuore ti dà, segui le sue indicazioni perché sono quelle giuste per te.

PAURA DI …

IMG_6292

Paura di essere felice
Paura di conoscere la propria luce
Paura di guarire dalla malattia più grande: l’ignoranza
Paura di conoscere se stessi
Inseguire la felicità, inseguire un sogno, inseguire l’amore o la ricchezza. E’ forse l’inseguire che va modificato? Fermati per un attimo e riconosci che hai già tutto ciò di cui necessiti. Forse, in prima battuta, potrai non credere a questa affermazione guardando la tua vita per come la vedi ora. C’è un altro modo di vedere che non include gli occhi fisici, almeno in prima battuta.
Chiudi gli occhi, per un attimo e ascolta il susseguirsi del tuo respiro: non esiste nulla di più perfetto del tuo respiro. Senza di esso non potresti vivere. Sei vivo. Stai pensando. Questo è sufficiente per essere felice. E l’atto di essere felice si estende attraverso il tuo respiro: porti dentro la paura di essere felice, e fai uscire la felicità. Inspiri la paura della carenza e fai uscire l’abbondanza. Il mondo ti offre il modo per trasformare ciò che abbassa l’asticella della tua energia in carburante per una vita nuova.
Fallo ora, dopo aver letto questo piccolo passaggio e senti come ci si sente a essere padroni indiscussi della propria esistenza.
E’ semplice … quante volte ti ricorderai di farlo oggi e nei giorni a venire?
Accorgiti! (LM SpiritualCoach)