DAL VECCHIO AL NUOVO

foto

Il passaggio da una vecchia abitudine a una nuova richiede disponibilità, determinazione, volontà, spirito d’iniziativa, fede. Non è sempre una freccia che arriva dritta nel centro del paglione, bensì un andarivieni di situazioni ed emozioni che potrebbero far scappare la voglia di proseguire. Per questo ci vuole un forte intento, uno scopo che determina e segna la strada verso il nuovo. Mi ricordo quando sono salita alla guida di un’auto la prima volta. Guardando i pedali ho pensato: “Tre pedali, due piedi. Com’è possibile?” Ho imparato grazie a un buon istruttore e alla volontà di essere indipendente, capace e caparbia. E così quando è nato ‪#‎SpiritualCoach‬ e ora, con la nascita dell’Accademia Italiana SpiritualCoaching e a venire tutti gli obiettivi che ho in mente di raggiungere. Se mi fermo un attimo e guardo indietro nel tempo, ricordo di aver sempre avuto una forte volontà nell’avanzare verso ciò che era lo scopo del momento. E anche tu che leggi, se osservi con attenzione, puoi trovare il tuo modo personale di essere determinato. Accorgiti!

ACCORGITI

IMG_9049

La strada migliore per il successo è conoscere te stesso. Sono le circostanze a rivelare ciò che sei e da esse puoi far partire la tua trasformazione, se lo ritieni necessario. Non c’è nessun altro, tranne te stesso, a cui attribuirne la responsabilità. Questo è l’aspetto,a volte molto complicato, da comprendere per essere felice e raggiungere ciò che hai scelto. Il passaggio è da “esperto conoscitore delle paure e dei limiti” a “esperto conoscitore di tutto ciò che è possibile”. Usa le difficoltà per fare un balzo avanti, come sprone per un progresso. Non puoi essere prospero e felice se una parte di te rimane imprigionata nelle vecchie abitudini e nel lamento. Sei la causa della tua carenza. Sei la causa della tua abbondanza. Accorgiti!

VOLERE OSARE POTERE TACERE

img_6324

Le leggi della magia della Vita sono quattro: Volere Osare Potere Tacere

“Volere”: se non vuoi sei fermo, non fai passi avanti. Ci sono persone che non vogliono guarire e preferiscono rimanere dove stanno, credendo di non poter far nulla per cambiare

“Osare”: guarire significa far fronte ai cambiamenti che la guarigione produce in te. Il primo passo è riconoscere che qualunque forma malata della tua esistenza, sia essa fisica, mentale, comportamentale, sociale, o di relazione è una richiesta d’aiuto.  Devi osare per mettere in atto la guarigione, entrare in una nuova individualità, in un nuovo contesto con caratteristiche e convinzioni differenti. Se fai le stesse cose, avrai sempre gli stessi risultati.

“Potere”:  significa non lottare contro te stesso. Sii gentile con il tuo vecchio comportamento: accoglilo, ringrazia e lascialo andare. Sii gentile con il tuo nuovo comportamento: accoglilo, ringrazia e permetti a te stesso di sperimentare il nuovo.

“Tacere”: chi dice di sapere, non sa proprio nulla. Il miglior modo per imparare è riconoscere che non c’è separazione tra te e l’altro: gli altri riflettono sempre un piccolo pezzettino di te. Il miglior modo per insegnare è essere un esempio per gli altri. A volte non hai bisogno né di scrivere né di pontificare. Ti serve solo “essere”.

Accorgiti!

IO COSA VOGLIO?

IMG_7208

“Che cosa voglio veramente?” Ascoltare la risposta a questa semplice domanda è sinonimo di felicità, se solo potessi usare le orecchie del cuore, anziché quelle fisiche. La frustrazione nasce dal fatto che, spesso, la domanda è corretta mentre la risposta è sbagliata. Scegli per senso di colpa, paura del nuovo, indolenza e pigrizia.

Se solo potessi seguire ciò che percepisci veramente, come pensi sarebbe la tua vita? E’ indubbio che alcune scelte possono essere complicate, allo stesso modo un albero cresce più forte e rigoglioso quando si tagliano i rami secchi. Il seme che la Vita ti ha donato è troppo prezioso perché tu lo faccia crescere con distrazione.

Cosa vuoi veramente: una vita più serena, una relazione felice, abbondanza di ogni cosa? Cosa stai facendo per avere questo? Stai dedicando il tempo necessario per rendere la tua vita così come la vuoi? E se non lo stai facendo, ti sei domandato come mai? Alcuni credono che sia sufficiente pensare e poi attendere che ciò che si è pensato venga consegnato direttamente a casa, il che potrebbe accadere a chi ha una fede incrollabile, esente da dubbi e incertezze: una vera rarità, per quello che è la mia esperienza.

Nella maggior parte dei casi, chi sceglie di ottenere ciò che desidera, oltre all’intento, deve compiere azioni concrete. Se una persona ha come obiettivo quello di andare in Scozia a visitare il Castello di Dunottar, ecco che dovrà iniziare con il prenotare il biglietto aereo. Questa semplice azione è ciò che fa la differenza tra il realizzare o non realizzare un sogno.

Semplice, perché la vita è semplice. Ma, pare, che l’essere umano ami complicare le situazioni chiedendosi “perché non riesco” e poi mancando di rispondere. C’è una via più breve: anziché chiederti perché non accade usa come e cosa posso fare per…, e poi fallo, vincendo così su tutti i perché che, spesso, rimangono senza risposta.

Essere sincero con te stesso significa andare nel tuo cuore ponendoti una semplice domanda: “Che cosa voglio veramente?” e ascolta la risposta che il cuore ti dà, segui le sue indicazioni perché sono quelle giuste per te.

OGNUNO HA IL SUO PERCHE’

Che cosa faremmo senza le differenze? Nessun confronto, nessuna possibilità di migliorare, tutto uguale! Un mondo che scorre monotòno, quasi noioso o forse non conosceremmo il significato di noia. in quanto sarebbe normale annoiarsi. Che importa!

Di fatto in questa dimensione siamo soggetti al cambiamento, una  parola aliena per molti di noi non tanto nel significato cognitivo quanto nella sua comprensione consapevole. Resistenza al cambiamento, difficoltà a cambiare direzione nella vita, paura del cambiamento sono le frasi che maggiormente vengono utilizzare e nelle quali l’essere umano si incastra sperimentando così la sofferenza. Già, la sofferenza nasce proprio dalla paura del cambiamento! Resistere non è sempre l’esperienza corretta per lasciar scorrere la vita dentro di te. Come sarebbe un fiume bloccato da una chiusa? Probabilmente cambierebbe il suo nome da fiume che scorre a diga che contiene: due modi diversi di essere fiume.

Così siamo noi: dentro abbiamo il giorno e la notte, il sole e la luna, il lato oscuro e quello chiaro. Insieme possono essere d’aiuto uno all’altro ma se uno cerca di vincere sull’altro, ecco che inizia il conflitto. La vita scorre indipendentemente da ciò che pensi tu, e nel suo fluire passa dal giorno alla notte senza che tu possa interrompere nulla. Non hai potere sul giorno e la notte, ma hai potere di scegliere se vedere la luce o l’oscurità dentro di te. Lascia che si esprimano perché anche se cerchi di bloccare una o l’altro, troveranno sempre il modo per venire a galla.

Non soffocare la Vita, diventane il padrone. A tutti noi è stato donato sin dalla nascita il potere di conoscere, e la conoscenza passa anche attraverso l’oscurità. C’è un attimo di tempo che può sembrare infinito in cui scegli e decidi di lasciare il vecchio per rinnovarti e, una volta compiuta la scelta, te ne dimentichi. E quando il cambiamento arriva, tu credi che si manifesti senza il tuo consenso: l’amnesia genera la sofferenza. Accorgiti alzando l’asticella della consapevolezza e lascia scorrere la Vita dentro di te. Luce e Buio entrambe ti appartengono!