LO FACCIO DOPO

 

Image (31)

L’unico tempo che hai a disposizione per fare ogni cosa è adesso.

Se pensi in termini di passato, il futuro sarà uguale a ciò che hai già sperimentato.
Se prendi il passato nel presente, liberi il tuo futuro. Sembra complicato vivere nel presente, ma è più semplice di quanto tu creda: ti basta considerare ciò che senti ora. Se ti piace, rinforzalo ancor di più con pensieri e azioni che ti portano verso una sensazione di benessere.
Diversamente, poniti domande attive per avere risposte attive e trova la maniera di agirle.

Cosa imprigiona la tua energia?
L’essere lamentoso, orgoglioso, insoddisfatto, arrogante nel presumere di conoscere e sapere tutto.

Cosa espande la tua energia?
Conoscere te stesso attraverso le emozioni, esercitare gratitudine per ogni cosa che hai, farti domande come “Cosa mi sta dicendo la vita? – Come e cosa posso fare per …? Qual è lo scopo di tutto questo?” e risponderti, scrivere le risposte e mettere in pratica utilizzando una tecnica infallibile: A.I.C. – Alza il Culo.

Puoi sbarazzarti del tuo passato solo prendendolo in considerazione, accettando ciò che è stato, ringraziando per come è stato: così il tuo futuro è migliore. L’anima vola solo se le togli le pesanti catene che tu stesso hai costruito e indossato.
Accorgiti!

OGNI PROMESSA E’ DEBITO

homer-simpson-superman

L’essere umano è straordinario nel trovare scusanti per non fare qualcosa.

Ti sarà capitato di promettere a te stesso che avresti fatto qualcosa e poi non l’hai fatta o, forse, lo hai promesso a qualcuno e poi hai avanzato una scusa per procrastinare. Quel “… vabbè, lo faccio dopo” ha un prezzo decisamente alto: quello di sperimentare il senso di colpa. E forse non sai che ogni volta che sperimenti questa emozione, inconsciamente cerchi una punizione perchè “senso di colpa e punizione” vanno a braccetto.

A me è capitato molte volte di commettere questo errore nell’inconsapevolezza di riconoscere il prezzo che pagavo. “Domani inizio la dieta” mi dicevo, oppure “Domani mi iscrivo in palestra … vado a camminare … smetto di fare quella cosa e inizio a fare quell’altra”. Eccome se mi è capitato e confesso che ancora oggi, quando abbasso l’attenzione, parto con l’entusiasmo di fare o non fare più per poi pentirmi subito dopo. La differenza è che ora ne conosco il prezzo e, quindi, metto in atto quel “piccolo sforzo” che fa davvero la differenza.

Un buon metodo per interrompere il rimandare delle promesse fatte a se stessi o agli altri, è quello di dichiararle pubblicamente. Quando vuoi raggiungere un obiettivo e vuoi avere un minimo di certezza nell’iniziare, condividilo con qualcuno che possa aiutarti e stimolarti a continuare. A volte abbiamo bisogno di sostegno nell’imparare ad essere determinati. L’essere umano è straordinario nel trovare scusanti per non fare qualcosa.

Ieri sera ho promesso a me stessa che oggi la mia dieta è a base di frullati di frutta e centrifugati di verdura. Stamattina mi sono svegliata con una fame incredibile e il mio dialogo interiore è stato: “Ora faccio tostare il pane, caffè d’orzo, marmellata di fragole … ” e mi sono ricordata della promessa fatta a me stessa. Così, per mantenerla, la scrivo nel blog e autorizzo ognuno di voi a ricordarmi di averla fatta! Come mi sento ora, dopo la dichiarazione d’intento? Molto bene … e la fetta di pane tostato con la marmellata la rimando a domattina.