ACCORGITI

IMG_9049

La strada migliore per il successo è conoscere te stesso. Sono le circostanze a rivelare ciò che sei e da esse puoi far partire la tua trasformazione, se lo ritieni necessario. Non c’è nessun altro, tranne te stesso, a cui attribuirne la responsabilità. Questo è l’aspetto,a volte molto complicato, da comprendere per essere felice e raggiungere ciò che hai scelto. Il passaggio è da “esperto conoscitore delle paure e dei limiti” a “esperto conoscitore di tutto ciò che è possibile”. Usa le difficoltà per fare un balzo avanti, come sprone per un progresso. Non puoi essere prospero e felice se una parte di te rimane imprigionata nelle vecchie abitudini e nel lamento. Sei la causa della tua carenza. Sei la causa della tua abbondanza. Accorgiti!

Annunci

ACCORGITI!

i-love-me-wallpaperOgni cosa sulla quale ti concentri aumenta. Concentrarsi su condizioni negative le fa aumentare. Concentrarsi su condizioni positive le fa aumentare. Qual è più conveniente?

Il fatto è che, spesso, non ti accorgi su cosa ti stai concentrando davvero perché dare energia al lamento può essere diventato il tuo stile di vita. Ma così come lo è diventato il lamento, può diventarlo per contro anche la capacità di essere propositivo. E’ solo allenamento e molti di noi non amano allenarsi. Si esercitano qualche volta e poi abbandonano, con il risultato di aver trovato un altro motivo per cui lamentarsi.

Cambiare i propri pensieri e, di conseguenza, il proprio stile di vita potrebbe risultare un po’ complicato, ma questo accade solo all’inizio. Con il passare del tempo il benessere che deriva dai pensieri di gioia e serenità farà sì che tu ti possa accorgere ogniqualvolta si inserisce il lamento nella tua vita. E un altro risultato è quello di circondarti e confrontarti con persone che sono in linea con il tuo stesso modo di pensare. La gioia è virale, esattamente come lo è il lamento.

Oggi è la tua occasione per cambiare direzione. Prima regola: smettila di criticare. Ogni volta che ti accorgi che stai ponendo al tua critica su qualcuno o qualcosa, trova tre frasi di valore. In questo modo, allenandoti, abituerai la tua mente a orientarsi verso il “valore” anziché la “critica”.
Buon Lavoro e Buon Divertimento.

DIFFERENT VISION

coaching-image

Ogni istruzione, ogni critica, ogni riduzione in fatto di scelte, ogni manifestazione di gerarchia, ogni espressione di isolamento svilisce in modo sottile l’autostima delle persone. Fare coaching, la fiducia, l’apertura, il rispetto, la lode sincera, la libertà di scelta e, naturalmente, il successo l’accrescono. Per usare il coaching con successo dobbiamo adottare una visione di gran lunga più ottimista del normale per quanto riguarda le capacità nascoste delle persone, di tutte le persone. (John Whitmore)

Prendi in considerazione la possibilità di cambiare il tuo modo di imparare e di relazionarti con gli altri, raccogliendone il beneficio di una visione differente. Quando non sai come fare, chiedi “come” e il modo arriva: sempre!

TU SAI COSA VUOI?

Ci preoccupiamo della perdita delle foreste o di rimanere senza petrolio e sembra che non ci importi molto della perdita di energia mentale in cui incorriamo quando non usiamo la nostra mente. Molte, ancora troppe persone mangiano, dormono, lavorano e fanno sesso senza nemmeno rendersi conto della ricchezza che portano dentro di sé, nella loro mente.

Immagino che molti di voi abbiano sentito dire che usiamo solo il 10% del potenziale del nostro cervello, una parte insignificante rispetto a ciò che potremmo fare aumentando la percentuale. È come essere seduti su una Porsche con il motore acceso e non sapere dove andare. Per divenire persone straordinarie, abbiamo bisogno di conoscere il potere della mente e sapere come utilizzarlo.

Le persone che si definiscono “mediocri” in realtà si comportano così perché non credono in sé stessi. C’è sempre una possibilità per un’anima determinata! Un individuo carico di fiducia e con uno scopo ben preciso, è in grado di compiere le cose in maniera molto più incisiva rispetto a chi non sa dove dirigere la propria energia.

Potrebbe sembrare un paradosso, ma poche persone sanno davvero cosa vogliono. Più facile é trovare chi “non vuole più qualcosa” e che, alla domanda “Cosa vuoi per te stesso e per la tua vita” non sanno cosa rispondere. L’essere umano é spesso incastrato in un groviglio di bisogni e desideri, senza conoscere come canalizzare tutto questo in un punto preciso: ecco perché sono alla deriva in un mare di desideri inappagati. Un proverbio cinese dice che “Le grandi anime hanno volontà, quelle deboli solo desideri”

Forse non lo ricordi, ma da piccolo qualcuno degli adulti intorno a te diceva “Accontentati di quello che hai” e tu gli hai creduto, e ora ti accontenti di una vita che non ti soddisfa. Bene, se é così, comincia a far funzionare la tua energia in modo più propositivo, pensando che é proprio l’insoddisfazione a generare dentro di te la volontà di ottenere qualcosa di differente: i grandi successi cominciano sempre con un’insoddisfazione.

Fai un elenco delle cose che desideri
Elimina quelle che consideri superflue, al momento, lasciando solo quelle che vuoi davvero mettere in atto
Per ciascuna di esse poniti la domanda:”Questo tenderà a fare di me una persona migliore, più forte ed efficiente?”

Avere chiarezza di ciò che si vuole davvero ci aiuta a consapevolizzare cosa é davvero necessario fare e cosa é superfluo. E quando possiedi questa chiarezza, sii determinato e sviluppa la disciplina necessaria per raggiungere il tuo vero desiderio. Anche se inizialmente non brillerai della luce più accecante, sulla distanza questo ha poca importanza in quando, secondo la legge della media, persistendo sarai ricompensato.

Quando abbiamo un singolo scopo che ci dá la carica, c’è anche il coraggio di agire in base alle nostre idee.
“L’Ideale Definito é come un granello di sabbia che si trova al centro di ogni perla, e attorno al quale si raccoglie il materiale perlaceo. Si tratta della “grande idea” attorno a cui la vostra Immaginazione Costruttiva edifica, deposita e accumula la sua ricchezza di materiali” (Roberto Collier)

Buon Lavoro e buon Divertimento!

20140107-074503.jpg

C’E’ UN TEMPO E UN COLORE PER OGNI COSA

IMG_7416

C’è un modo per rinnovare costantemente la nostra energia: essere in costante connessione con Dio, o Infinito, o Fonte, o Energia o come tu lo vuoi chiamare, questo è irrilevante. Lavorare credendo di essere soli a farlo è un enorme spreco di energia vitale. Sviluppare, invece, la fiducia in Colui Che può sostenere la nostra esistenza è un lavoro necessario: a volte complicato, ma necessario.

Per esempio, possiamo imparare a pregare. La preghiera è diversa da quello che, forse, tu hai immaginato fino ad oggi. Si tratta di uno spazio in cui dire qualsiasi cosa hai in mente, in qualsiasi lingua desideri. Anziché chiedere qualcosa in un momento specifico che, generalmente, si riduce a un momento di difficoltà, ringrazia in anticipo per ciò che vuoi ottenere, affidalo alle mani amorevoli di Dio e visualizza l’esito positivo, percependo la sensazione di come ci si sente ad aver realizzato ciò che hai chiesto, e poi compi un’azione -anche piccola- che possa convalidare la tua richiesta. La formula per attivare questa preghiera è “pregare, affidare, ringraziare, agire” E, se vuoi essere ancor più incisivo e potenziare ulteriormente la tua preghiera, scrivi la.

Ti faccio un esempio:
.Prego per avere più energia durante il giorno
.Affido la mia richiesta a Dio e la scrivo
.Ringrazio mentre immagino di camminare nella natura sentendomi felice e spensierata
.Infilo un paio di scarpe da ginnastica e agisco

Siamo creature che, generalmente, si concentrano sul peggio della vita, con il risultato che il peggio, il più delle volte, si realizzerà e sai perché? Perché la fede è riposta nell’avere il peggio e avendo fede in essa, ciò che si otterrà sarà il peggio. Aspettarsi il meglio dalla vita organizzerà le personali forze interiori a nostro favore aiutandoci a dare fondo alla creatività. Il subconscio, che regola la maggior parte delle nostre azioni, si limita a riflettere le nostre convinzioni. Ebbene, modifica la fede che nutri riguardo a un risultato, e le tue azioni sembreranno plasmate in modo da raggiungerlo. La fede nel dubbio ti fa dubitare di poter raggiungere un risultato e, probabilmente, non lo raggiungerai avanzando scuse di ogni tipo. La fede di poterlo realizzare ti porta verso il raggiungimento del tuo risultato, aumentando la tua energia e il tuo potere personale.

Usa un linguaggio di abbondanza e accorgiti quando stai usando parole di scarsità per descrivere la vita, correggiti subito e ricorda sempre che quando riponi la tua fede nell’abbondanza, Dio risponde sempre.

Buona giornata

SILENZIO, PARLA L’UNIVERSO!

IMG_7269

Alla domanda “Cosa vuoi dalla vita?” spesso la risposta è “Voglio una vita in equilibrio, stabile” senza pensare che questo volere è l’opposto del vivere stesso. Le idee fisse rendono la mente immobile e incline alla sofferenza. Se vuoi essere in armonia e gioire con la vita devi cominciare a pensare ad essa come a un moto costante, senza momenti di pausa e idee fisse. Chiarisco cosa intendo per paura e idee fisse prendendo spunto dalle parole di Jiddu Krishnamurti: “Gli essere umani si scavano una piccola pozza personale lontana dalla corrente impetuosa della vita, e in quella piccola pozza stagnano, muoiono; e questa stagnazione, questo decadimento, è ciò che chiamiamo esistenza”

Parole forti che fanno riflettere perché è effettivamente possibile creare per noi stessi un piccolo bacino familiare, amici, un lavoro, paure, ambizioni, la religione e tutto il resto nel tentativo di evitare la realtà su una scala più ampia. La vita è mutamento. Invece molti di noi si aggrappano alla piccola pozza stagnante, della quale conoscono anche il più remoto pezzettino di fango, diventando in questo modo schiavi della paura.

Liberare la mente dai problemi significa concentrarsi sulle soluzioni, anziché continuare a credere di non farcela. “E se poi va male? E se non ce la faccio? E se non è la strada giusta?” sono frasi che bloccano la creatività necessaria alla risoluzione di qualunque intoppo della vita. C’è una soluzione, ed è sempre la stessa: permettere all’Intelligenza di Dio, dell’Universo, della Fonte, dell’Energia o di quello che più ti piace, di prendere il tuo posto, solo per il tempo necessario a divenire silenziosi.

Se la stessa parte di mente che ha creato il problema, viene utilizzata per risolverlo, cosa pensi che accadrà? Difficilmente potrà trovare una soluzione. Dobbiamo quindi spegnere quella parte di mente e accendere le soluzioni che dimorano nel silenzio, lontane dal frastuono dei non posso, non ci riesco, ho paura, non ce la farò mai, è impossibile per me. Silenziare il dialogo interno affidando i problemi alla vasta Intelligenza Universale è il dono che porta alla felicità.

Come si fa a rendere silenziosa la mente impazzita? Semplice: è sufficiente accettarla. Di fronte a un problema puoi recitare questa preghiera “Riconosco di avere un problema, riconosco di non avere la soluzione. Accolgo il problema e lo affido allo Spirito e mi rendo disponibile ad accogliere la soluzione. La mia mente è creativa e ricca di fantasia. Apro la mia mente alla fantasia e alla creatività. E così sia”.

Se hai la volontà di scrivere questa frase su un foglietto e di portarla con te, usandola nei momenti di difficoltà, ti posso garantire che, con un po’ di allenamento, diverrai testimone di miracolosi cambiamenti nella tua giornata. Sempre che tu abbia la volontà di farlo. E questo non è per niente scontato.

“Si può essere creativi solo se c’è abbandono – ossia, se non c’è senso di costrizione, paura di non essere, di non ottenere, di non arrivare” Jiddu Krishnamutri

Diventa un rivoluzionario imparando a pensare al di là dei confini di ciò che sei stato fino ad ora.

Buon Lavoro e Buon Divertimento.

MEDITACTION

SCRITTA......

L’unico tempo che abbiamo a disposizione per cambiare e trasformare le situazioni è il momento attuale. Il passato è il tempo del “se fossi stato, se avessi avuto” che reca frustrazione, il futuro è il tempo dell’ansia e dell’incertezza: ecco che il momento attuale è il tempo migliore in assoluto per gestire sia il passato che il futuro.

Non opporre resistenza alla vita significa essere in uno stato di leggerezza e sollievo. Prendere gli episodi del passato e trattarli con accettazione nel tempo presente è “liberare il futuro” rendendolo differente da un passato scontato.

La felicità e la serenità che molti cercano nel mondo può essere trovata in modo semplice: osservando i propri pensieri. Quando sei catturato dal mondo dei pensieri senza esserne consapevole, credi di vivere una vita e invece sei totalmente addormentato. Svegliarsi a nuova vita significa divenire consapevole di cosa sta succedendo intorno a te, nel mondo che tu stesso hai provveduto a manifestare. Nel tempo presente, nel quieora, nel momento attuale c’è la chiave della felicità e della serenità.

Voglio che tu rifletta su un’attitudine che pochi, rispetto alla quantità di persone che popolano la Terra, utilizza: la meditazione. Ti assicuro che non è una parolaccia da evitare bensì un’abitudine da acquisire q u o t i d i a n a m e n t e. Se tu avessi la volontà di mettere in atto questa straordinaria tecnica per una settimana, potresti accorgerti di molti pensieri invalidanti che rallentano e, in alcuni casi, bloccano la tua energia. Ricordo quanto fu difficile per me disciplinarmi in questo senso per poi farla diventare una “piacevole abitudine” che provvedo a trasformare a seconda delle necessità. In questo periodo alterno la meditazione statica a quella dinamica e confesso che la seconda è la mia preferita, soprattutto quando sono immersa totalmente nella natura.

Se ti va di sperimentare, dopo aver letto questo breve articolo, fai questo:
. Siediti in una posizione comoda mantenendo la colonna vertebrale eretta. In questa posizione l’energia scorre con più facilità
. Chiudi gli occhi, appoggia le mani una sopra l’altra sul tuo grembo con i palmi rivolti verso l’alto, con l’intenzione di accogliere i tuoi pensieri con grazia, semplicità e fluidità.
. Respirando normalmente, rilassa il tuo corpo portando pian piano il respiro sempre più in basso, verso l’addome.
. Inizia a contare i tuoi respiri fino ad arrivare a 100.
. Con calma apri gli occhi e sei pronto per iniziare una spettacolare giornata.

Sempre se ti va, puoi scrivere qui sotto la tua esperienza cosicché anche altri la possano leggere e chissà, magari invogliarsi a cominciare.

Ti lascio con un alcuni passaggi della Lezione 110 di Un Corso in Miracoli che puoi utilizzare come promemoria durante la tua giornata di oggi:

Io sono come Dio mi ha creato.

L’idea di oggi è dunque tutto ciò di cui hai bisogno per permettere che una correzione completa guarisca la tua mente, e ti dia la visione perfetta che guarirà tutti gli errori che qualsiasi mente abbia fatto in ogni tempo o luogo. È sufficiente per guarire il passato e liberare il futuro. È sufficiente per permettere che il presente sia accettato così com’è. È sufficiente per permettere al tempo di essere il mezzo con il quale tutto il mondo impara a sfuggire al tempo, e ogni cambiamento che il tempo sembra portare col suo trascorrere. |…| Il potere di guarigione dell’idea odierna è illimitato. |…| Io sono come Dio mi ha creato. Suo Figlio non può soffrire nulla. Ed io sono Suo Figlio.

Buon Lavoro e Buon Divertimento.