COSA SEI DISPOSTA A PERDERE PER AVERE SUCCESSO?

 

lucia-merico-spiritualcoach-successo

Siamo nel 1937 e un signore di nome Napoleon Hill scrive il libro “Think and Grow Rich”, tradotto in italiano “Pensa e arricchisci te stesso”. Un libro molto famoso, tutt’ora attuale, che porta al suo interno un valore fondamentale: il successo non è dominio della fortuna o del proprio ambiente, o degli dei o di qualunque altra condizione esterna. Il successo è basato interamente sulle capacità del singolo.

Hill ha avuto il privilegio di seguire da vicino per diversi anni due personaggi famosi: Edison e Ford. Afferma di non aver trovato nessuna qualità particolare che potesse garantire il loro successo, ad eccezione della perseveranza: entrambi ne avevano da vendere ed è da lì che risalgono i loro risultati straordinari.

Molti di noi hanno imparato il concetto che tutte le ricchezze guadagnate e la realizzazione personale derivino dalla mente. All’interno del libro, Hill racconta la storia di Edwin C. Barnes, il quale un giorno si presentò a Thomas Edison per annunciare che stava per diventare il suo socio in affari. Gli venne assegnato un incarico di secondo piano, ma lui decise di non considerarsi una delle tante rotelle dell’ingranaggio dell’attività di Edison, e immaginò di essere il socio silenzioso dell’inventore. Cosa che alla fine divenne veramente.

Per avere successo nella vita, qualunque sia la nostra attività, dobbiamo tagliare col passato, che vuol dire cominciare a fare cose diverse da quelle che abbiamo sempre fatto. Certo è che – almeno all’inizio – potremmo essere considerati pazzi, dei folli che non sanno dove stanno andando: ma non è proprio così. Chi segue il suo sogno lo sa bene. Guglielmo Marconi, inventore della radio, fu portato in un ospedale psichiatrico dai suoi amici quando disse loro che era in grado di inviare “messaggi attraverso l’aria”.

SE LO PUOI CREDERE, LO PUOI REALIZZARE

Il trucco più semplice e veloce – e anche il più complicato – è mirare alto nella vita smettendo di accettare un’esistenza di infelicità e privazioni.

Ho svolto lavori umili per imparare, con sgomento, che qualsiasi ricompensa avessi chiesto alla Vita, la Vita sarebbe stata disposta a pagarla (Napoleon Hill)

Ogni nostro pensiero tende a trovare una corrispondenza sul piano materiale attraverso l’esperienza. Siamo noi con le nostre scelte a creare le condizioni per manifestare i desideri, di qualunque natura essi siano. L’Intelligenza Infinita nella quale siamo immersi è in grado di portare a noi ogni nostro desiderio stupendo o terrificante. Per questo motivo è fondamentale accorgersi di come sta andando la nostra vita e considerare la possibilità di poterla cambiare.

E’ un lavoro impegnativo quello del successo e della libertà ed è questo il motivo per cui molti di noi rinunciano creando situazioni così intricate da poter dire: “Non ce la farò mai!”. Ma credetemi: non c’è preghiera che resti senza risposta, se ci rendiamo disponibili a pregare con cuore aperto e sincero e a compiere azioni concrete.

Alcuni personaggi di successo sono restii ad attribuire la propria ricchezza a capacità spirituali come appunto la preghiera, il pensiero positivo o una mente orientata verso la fede, sentendo a tratti un vuoto che cercano di colmare con la materia. Chi invece ha saputo guardare oltre, si è reso certamente conto di come ogni azione concreta finalizzata a raggiungere un sogno sia sostenuta dalle potenti ali della fiducia.

La ricchezza materiale è l’espressione di una ricchezza interiore che si è consolidata trasformando i pensieri di carenza in pensieri di abbondanza. E c’è una domanda che puoi farti cercando di rispondere quanto più sinceramente possibile:

Per il mio sogno, per essere me stessa, cosa sono disposta a rischiare, a lasciar andare?

Qui sta la chiave del tuo successo.

 

Conoscere e saper indirizzare le proprie energie verso la direzione del nostro sogno è un potere personale immenso. A questo proposito, ti propongo Lovehealing Corso Base, un corso dove apprendere facili tecniche da applicazione nella quotidianità per trasformare la tua vita in un capolavoro. Se ti va, clicca sul questo link per conoscere di cosa si tratta ➡➡➡http://bit.ly/2ivD1zh 

IO CHI SONO VERAMENTE?

lucia-merico-spiritualcoach-io-chi-sono-veramente

Sappiamo così tante cose sul fare e così poche, pochissime sull’essere e pensiamo che vada bene così, ma non è lo stesso per il nostro mondo interiore che invece necessita di risposte. Per lui non è tanto importante ciò che facciamo, quanto se stiamo esprimendo ciò che siamo, e per farlo abbiamo bisogno di capire chi siamo.

Io chi sono veramente?” non è una domanda semplice alla quale rispondere: ogni cosa è complicata quando non la conosciamo. Per semplificare – se così si può dire – la domanda, domandati: “La mia vita rispecchia ciò che sono o vorrei qualcosa di diverso?”

Molti di noi aspettano di avere più tempo  per poter vivere la vita che desiderano anziché cominciare sin da ora a fare della vita stessa il loro personale capolavoro. Si accaniscono cercando di avere successo in situazioni che non le rappresentano, rinchiudendo in piccoli spazi la loro grande passione. Il successo lo raggiungiamo ogni volta che esprimiamo la nostra attitudine ed è in quel momento che possiamo sentire il nostro cuore battere forte per l’entusiasmo, sia che abbiamo un pubblico di fronte che esprime il suo consenso oppure qualcosa dentro di noi che ci fa danzare di felicità.

E’  questa unica vita che stiamo vivendo ora a contenere ogni possibile espressione di felicità. Non domani o dopodomani: possiamo cominciare adesso se lo vogliamo

Facciamo in modo che, quando arriverà il momento di andarcene da questo mondo, sapremo di non aver vissuto invano. E’ stato osservato che muore bene chi ha vissuto intensamente nel rispetto dei propri desideri più profondi. Tradire un nostro desiderio profondo è tradire noi stessi.  Chi non ama la propria vita, non la comprende e non la vorrà lasciare. Mentre chi avrà vissuto pienamente, sarà lieto di aver lasciato la sua impronta nel mondo.

Ora prendi carta e penna e rispondi alla domanda: “La mia vita rispecchia ciò che sono?”  e rispondi sinceramente. E se vorrai approfondire e comprendere come e cosa fare per rendere la tua vita un capolavoro, clicca su questo link ➡➡➡http://spiritualcoach.it/appuntamento/lovehealingcorsobase/

IL RITORNO DELLA DEA

lucia-merico-spiritualcoach-dea

Care Amiche, la Dea sta tornando. Di fatto non se n’è mai andata, ma abbiamo creduto per un po’ che fosse così. Ha aperto un varco nel mondo e coloro che hanno occhi per vedere se ne sono già accorti. Non sono gli occhi fisici di cui sto parlando, ma gli occhi dell’anima. Sempre più Donne stanno riconoscendo il cammino di altre Donne intorno a loro e ne comprendono il carico di energia che trasportano con sé, mettendolo a disposizione di altre che – come loro – hanno sentito forte il bisogno di trasformazione.

Quando un sistema viene inondato di idee nuove e radicali, sembra implodere, prima di compiere un enorme balzo e trasformarsi in qualcosa di diverso (Marianne Williamson)

E’ vero, un cambiamento non sempre avviene con la fluidità che ci aspettiamo. A volte il rimescolio delle energie fa salire prepotentemente i nostri lati oscuri, quelle sfumature che abbiamo considerato superflue e nascosto così bene dentro la nostra mente. Amiche mie, quanto sono importanti i nostri lati oscuri? Tanto quando quelli luminosi. Se non possiamo vedere ogni angolo nascosto, non possiamo ripulire a fondo la nostra meravigliosa stanza mentale.

Diamo spazio al disagio, alla depressione, alla frustrazione, alle sconfitte e con coraggio affrontiamo il buio, passo dopo passo, fino a conoscere le nostre origini. Una regina deve poter camminare eretta per portare in testa la sua corona.

E’ faticoso il viaggio: a volte lo è andare alla ricerca del nostro valore. E per renderlo più leggero, chiediamo benedizione per noi stesse e per gli altri. Chiediamo che il nostro essere donna benedica la comunità in cui viviamo, le nostre famiglie, i nostri amici. Chiediamo saggezza e una guida per raggiungere la più alta vibrazione umana di cui siamo capaci. Rivolgiamo a Dio il nostro pensiero, ai molti altri Maestri da Lui mandati e consultiamo la Dea nelle sue numerose forme. Stiamo diventando sempre più ogni giorno e non c’è preghiera più alta del riconoscere il nostro potere ed essere grate.

La gioia è la sola meta alla quale ambire. Non conosciamo noi stesse se non nella gioia e al suo cospetto possiamo ottenere la saggezza necessaria per vibrare con la Vita. Una donna che riconosce la gioia come sua eredità naturale, è in grado di dire tutto senza parlare.

Il mondo teme le donne gioiose, ma tu opponi resistenza e diventa una di noi.

(Ispirata da Il valore di una donna)

 

Chissà se ti potrà interessare il Laboratorio di CREA LEGGI AMA ispirato a Donne che corrono coi lupi, un evento GRATUITO dove apprendere attraverso le favole e le esperienze di vita, nuovi punti di vista. Se vuoi saperne di più clicca su questo link http://bit.ly/crealeggiama

IO CHI SONO VERAMENTE?

lucia-merico-spiritualcoach-io-chi-sono-veramente

Sappiamo così tante cose sul fare e così poche, pochissime sull’essere e pensiamo che vada bene così, ma non è lo stesso per il nostro mondo interiore che invece necessita di risposte. Per lui non è tanto importante ciò che facciamo, quanto se stiamo esprimendo ciò che siamo, e per farlo abbiamo bisogno di capire chi siamo.

Io chi sono veramente?” non è una domanda semplice alla quale rispondere: ogni cosa è complicata quando non la conosciamo. Per semplificare – se così si può dire – la domanda, domandati: “La mia vita rispecchia ciò che sono o vorrei qualcosa di diverso?”

Molti di noi aspettano di avere più tempo  per poter vivere la vita che desiderano anziché cominciare sin da ora a fare della vita stessa il loro personale capolavoro. Si accaniscono cercando di avere successo in situazioni che non le rappresentano, rinchiudendo in piccoli spazi la loro grande passione. Il successo lo raggiungiamo ogni volta che esprimiamo la nostra attitudine ed è in quel momento che possiamo sentire il nostro cuore battere forte per l’entusiasmo, sia che abbiamo un pubblico di fronte che esprime il suo consenso oppure qualcosa dentro di noi che ci fa danzare di felicità.

E’  questa unica vita che stiamo vivendo ora a contenere ogni possibile espressione di felicità. Non domani o dopodomani: possiamo cominciare adesso se lo vogliamo

Facciamo in modo che, quando arriverà il momento di andarcene da questo mondo, sapremo di non aver vissuto invano. E’ stato osservato che muore bene chi ha vissuto intensamente nel rispetto dei propri desideri più profondi. Tradire un nostro desiderio profondo è tradire noi stessi.  Chi non ama la propria vita, non la comprende e non la vorrà lasciare. Mentre chi avrà vissuto pienamente, sarà lieto di aver lasciato la sua impronta nel mondo.

Ora prendi carta e penna e rispondi alla domanda: “La mia vita rispecchia ciò che sono?”  e rispondi sinceramente. E se vorrai approfondire e comprendere come e cosa fare per rendere la tua vita un capolavoro, clicca su questo link ➡➡➡http://spiritualcoach.it/appuntamento/lovehealingcorsobase/

SUCCESSO E INTUITO

Devi avere chiarezza su ciò che vuoi e devi essere fiduciosa che si realizzerà. Oggi partiamo da questi due elementi – chiarezza e fiducia – e chiacchieriamo di successo e di come a volte arriva in punta di piedi senza che quasi ce ne accorgiamo. E voglio anche chiacchierare di due emozioni che molte di noi tengono chiuse a chiave nel profondo della propria mente, mettendole da parte ogni volta che emergono e fanno breccia nella nostra vita quando sono anni che lavoriamo con impegno al conseguimento di uno scopo senza risultati evidenti: invidia e risentimento.  Ti è mai successo? Sono certa di sì, a meno che tu non sia dotata di una particolare forza mentale che consiste nell’averle riconosciute, accettate e trasformate in convenienti emozioni positive.

C’è un legame tra il nostro atteggiamento e il nostro livello di felicità. Quando ci aspettiamo il meglio e siamo rilassate nella certezza che arriverà, stiamo usando l’atteggiamento migliore per conseguire il successo nella vita. Il fatto è che a volte l’intensità di un desiderio può farci cadere in un pensiero fisso e costante  che può tenere lontano da noi le forme positive e tutte quelle strategie utili per raggiungere ciò che ci siamo prefissate, aumentando invece la paura di non riuscire. Come possiamo fare?

PREPARIAMOCI AL SUCCESSO

Se da una parte è positivo cambiare la nostra prospettiva così da aspettarci il meglio dalla vita, dall’altra parte è tanto utile prepararci per quando arriverà. Che cosa significa? Te lo spiego subito. E’ certamente utile leggere libri che parlano di prosperità, pensiero positivo, è straordinariamente utile partecipare a corsi per rinnovare i nostri intenti e formulare ogni giorno frasi che richiamano il meglio per noi, ma non è tutto e credere che lo sia è lasciare il discorso a metà. Agire in senso prospero, fare come se, muovermi nella direzione della prosperità bevendo un caffè nel bar più bello della mia città, essere grata ogni giorno per ciò che già possiedo è prepararmi per ricevere. Abbiamo bisogno di contenitori nel quale infilare il nostro obiettivo, come fosse un pentolone dove mettere gli ingredienti scelti con cura per preparare la nostra pietanza preferita.

E L’INTUITO COSA C’ENTRA?

Quanti di noi hanno ascoltato la vocina che diceva: “E’ arrivato il tuo momento! Eccola qui la passione, quella che ti fa battere il cuore, quella che ti fa alzare presto e andare a letto tardi, quella per cui sei disposta a lasciar perdere tutto il superfluo. Eccola qui la tua missione di vita” e seguendola hanno realizzato ciò in cui credevano mentre altri hanno ascoltato la voce di mamma e papà che con tanto amore e protezione diceva loro: “Trovati un lavoro fisso, arriva alla pensione e poi goditi la vita”.  Lo scrivo perché a me è successo di seguire per un po’ la voce di mia madre e poi un giorno svegliarmi e capire che stavo realizzando una sua aspettativa. Anni dopo ho seguito quella voce che diceva: “Sei pronta” ed ho virato bruscamente dando alla mia esistenza un’impronta decisamente più felice. Molti grandi imprese sono state guidate dall’intuito. Henry Ford, per esempio, non ha mai rinunciato a credere che un giorno l’automobile sarebbe stata alla portata di tutti, benché suo padre giudicasse l’idea una perdita di tempo.

Di fronte a un bivio è utile seguire l’intuito, quella spinta che ti porta a virare a destra piuttosto che a sinistra o viceversa. C’è una Voce dentro di noi che corrisponde alla saggezza e ci spinge verso il meglio che possiamo immaginare. Lo capiamo dal brivido che arriva lungo la schiena, dal vedere certamente con gli occhi chiusi il nostro orizzonte più luminoso, dal sentire una voce che incita e fa il tifo per noi: “Ce la puoi fare!”. Tutti – nessuno escluso – siamo dotati d’intuito e sappiamo come ascoltarlo. Il fatto è che impariamo ben presto a chiudere i sensi facendo parlare i condizionamenti: e il lamento prende il suo posto.

Non è possibile entrare nel regno dell’abbondanza lamentandosi della propria sorte

Sono d’accordo con questo pensiero espresso da non ricordo più chi. Riusciamo ad entrare nell’abbondanza quando diventiamo consapevoli della ricchezza che è già presente intorno a noi. Non c’è carenza se sappiamo come fare e non possiamo sentirci privati di nulla quando pensiamo alla nostra vita in termini di abbondanza. L’universo è sempre pronto a fornirci gli strumenti per progredire.

Molte di noi rinunciano a perseguire il loro scopo proprio quando sta per accadere qualcosa di grande e sapete perché? Il motivo è molto semplice: il successo è un sistema dove coraggio e perseveranza sono elementi importanti. Crediamo di dover compiere gesti grandiosi per poter migliorare la nostra vita, ma in realtà bastano piccoli gesti uno accanto all’altro e tanta gratitudine per ciò che si manifesta intorno a noi.

A volte siamo talmente fossilizzati nei nostri pensieri triti e ritriti che cessiamo di essere coscienti delle infinite opportunità che si presentano: smettiamo di aspettarci il meglio. Oggi guida tu la tua vita e quando credi di essere nel buio più profondo pensa che c’è sempre un momento in cui le tenebre sembrano inghiottire tutto, ed è proprio un attimo prima dell’alba.

Nel proporti il corso di LoveHealing – Tecniche di Risveglio Interiore, ti chiedo di leggere con attenzione la descrizione del corso che trovi cliccando su questo link

http://spiritualcoach.it/appuntamento/lovehealingcorsobase/

Quando hai terminato, ti chiedo di fare qualcosa di inusuale forse, o forse no: chiudi gli occhi, appoggia una mano sul cuore e l’altra sul ventre, chiudi gli occhi e domandati: “Questo corso fa per me?” lasciando che a rispondere sia il tuo intuito che parlerà attraverso una voce, una sensazione che si appoggia sul tuo corpo o un’immagine che ti arriva spontanea ad occhi chiusi. Attendo di conoscere l’esito della tua esperienza.

CHIACCHIERE DI SUCCESSO

Siate chiari su ciò che volete

Siate fiduciosi che si realizzerà

Oggi partiamo da questi due elementi e chiacchieriamo di successo e di come, a volte, arriva in punta di piedi. E voglio anche chiacchierare di come invidia risentimento fanno breccia nella nostra vita quando sono anni che lavoriamo con impegno al conseguimento di uno scopo senza risultati evidenti. Ti è mai successo? Sono certa di sì, a meno che tu non sia dotata di una particolare forza mentale.

C’è un legame tra il nostro atteggiamento e il nostro livello di felicità. Quando ci aspettiamo il meglio e siamo rilassati, stiamo usando l’atteggiamento migliore per conseguire il successo nella vita. A volte l’intensità di un desiderio, il pensiero fisso e costante può tenere lontane da noi le forme positive utili per raggiungere ciò che ci siamo prefissate, aumentando invece la paura di non riuscire. Come possiamo fare?

PREPARIAMOCI PER LE COSE BELLE

Se da una parte è positivo cambiare la nostra prospettiva così da aspettarci il meglio dalla vita, dall’altra parte è utile prepararci per quando arriverà. Che cosa significa? Te lo spiego subito. E’ certamente utile leggere libri che parlano di prosperità, pensare positivo, partecipare a corsi per rinnovare i nostri intenti, ma non è tutto e credere che lo sia è lasciare il discorso a metà. Agire in “senso prospero”, fare come se, muoversi nella direzione della prosperità bevendo un caffè nel bar più bello della mia città, essere grati ogni giorno per ciò che già possiedo è prepararmi per ricevere. Abbiamo bisogno di contenitori nel quale infilare il nostro obiettivo, come fosse un pentolone dove mettere gli ingredienti scelti con cura per preparare la nostra pietanza preferita.

E POI C’E’ L’INTUITO

Quanti di noi hanno ascoltato la vocina che diceva “è il tuo momento” realizzando ciò in cui credevano mentre altri hanno ascoltato la voce di mamma e papà che con tanto amore e protezione diceva loro: “Trovati un lavoro fisso, arriva alla pensione e poi goditi la vita”. Per un po’ ho seguito la voce di mia madre, per capire che stavo realizzando una sua aspettativa. Anni dopo ho seguito quella voce che diceva: “Sei pronta” ed ho virato bruscamente dando alla mia esistenza un’impronta decisamente più felice.

Molti grande imprese sono state guidate dall’intuito. Henry Ford, per esempio, non ha mai rinunciato a credere che un giorno l’automobile sarebbe stata alla portata di tutti, benché suo padre giudicasse l’idea una perdita di tempo. Di fronte a un bivio è utile seguire l’intuito, quella spinta che ti porta a virare a destra piuttosto che a sinistra o viceversa. C’è una Voce dentro di noi che corrisponde alla saggezza e spinge verso il meglio che possiamo immaginare. Lo capisci dal brivido che ti arriva lungo la schiena, dal vedere certamente con gli occhi chiusi il tuo orizzonte più luminoso, dal sentire una voce che ti incita e fa il tifo per te. Tutti noi possiamo imparare ad ascoltare ed è utile e conveniente farlo.

Non è possibile entrare nel regno dell’abbondanza lamentandosi della propria sorte

Sono d’accordo con questo pensiero espresso da non ricordo più chi. Riusciamo ad entrare nell’abbondanza quando diventiamo consapevoli della ricchezza che è già presente intorno a noi. Non c’è carenza se sappiamo come fare e non possiamo sentirci privati di nulla quando pensiamo alla nostra vita in termini di abbondanza. L’universo è sempre pronto a fornirci gli strumenti per progredire.

Molti di noi rinunciano a perseguire il loro scopo proprio quando sta per accadere qualcosa di grande. Il successo è un sistema dove coraggio e perseveranza sono elementi importanti. Crediamo di dover compiere gesti grandiosi per poter migliorare la nostra vita, ma in realtà bastano piccoli gesti, uno accanto all’altro, e tanta gratitudine per ciò che si manifesta intorno a noi.

A volte siamo talmente fossilizzati nei nostri pensieri triti e ritriti che cessiamo di essere coscienti delle infinite opportunità che si presentano: smettiamo di aspettarci il meglio. Oggi guida tu la tua vita e quando credi di essere nel buio più profondo pensa che c’è sempre un momento in cui le tenebre sembrano inghiottire tutto, ed è proprio un attimo prima dell’alba.

Oggi lasciati guidare alla fede e metti da parte la paura. Accorgiti!

La tua SpiritualCoach, Lucia Merico

COSA SEI DISPOSTA A PERDERE?

Siamo nel 1937 e un signore di nome Napoleon Hill scrive il libro “Think and Grow Rich”, tradotto in italiano “Pensa e arricchisci te stesso”. Un libro molto famoso, tutt’ora attuale e che porta al suo interno un valore fondamentale: il successo non è dominio della fortuna o del proprio ambiente, o degli dei o di qualunque altra condizione esterna. Il successo è basato interamente sulle capacità del singolo.

Hill ha avuto il privilegio di seguire da vicino per diversi anni due personaggi famosi: Edison e Ford. Afferma di non aver trovato nessuna qualità particolare che potesse garantire il loro successo, ad eccezione della perseveranza: entrambi ne avevano da vendere ed è da lì che risalgono i loro risultati straordinari.

Molti di noi hanno imparato il concetto che tutte le ricchezze guadagnate e la realizzazione personale derivino dalla mente. All’interno del libro, Hill racconta la storia di Edwin C. Barnes, il quale un giorno si presentò a Thomas Edison per annunciare che stava per diventare il suo socio in affari. Gli venne assegnato un incarico di secondo piano, ma lui decise di non considerarsi una delle tante rotelle dell’ingranaggio dell’attività di Edison e immaginò di essere il socio silenzioso dell’inventore. Cosa che alla fine divenne veramente.

Per avere successo nella vita, qualunque sia la nostra attività, dobbiamo tagliare col passato, che vuol dire cominciare a fare cose diverse da quelle che abbiamo sempre fatto. Certo è che, almeno all’inizio, potremmo essere considerati pazzi, dei folli che non sanno dove stanno andando: ma non è proprio così. Chi segue il suo sogno lo sa bene. Guglielmo Marconi, inventore della radio, fu portato in un ospedale psichiatrico dai suoi amici quando disse loro che era in grado di inviare “messaggi attraverso l’aria”.

Ciò che la mente umana è in grado di concepire o credere, può anche realizzarlo

Il trucco più semplice e veloce – e anche il più complicato – è mirare alto nella vita smettendo di accettare un’esistenza di infelicità e privazioni.

“Ho svolto lavori umili per imparare, con sgomento, che qualsiasi ricompensa avessi chiesto alla Vita la Vita sarebbe stata disposta a pagarla”(Napoleon Hill)

Ogni nostro pensiero tende a trovare una corrispondenza sul piano materiale e d’esperienza. Siamo noi stessi a creare le condizioni per manifestare i nostri desideri, di qualunque natura essi siano. L’Intelligenza Infinita nel quale siamo immersi è in grado di portare a noi ogni nostro desiderio stupendo o terrificante. Per questo motivo è fondamentale accorgersi di come sta andando la nostra vita e considerare la possibilità di cambiare.

E’ un lavoro impegnativo, quello del successo e della libertà ed è questo il motivo per cui molti di noi rinunciano creando situazioni così intricate da poter dire: “Non ce la farò mai!”. Ma credetemi: non c’è preghiera che resti senza risposta, se ci rendiamo disponibili a pregare con cuore aperto e sincero e a compiere azioni concrete.

Alcuni personaggi di successo sono restii ad attribuire la propria ricchezza o influenza a capacità “spirituali” come appunto la preghiera o il pensiero positivo o una mente orientata verso le soluzioni, sentendo a tratti un vuoto che cercano di colmare con la materia.

Chi invece ha saputo guardare oltre, si è reso certamente conto di come ogni azione concreta finalizzata a raggiungere un sogno sia sostenuta dalle potenti ali della fiducia.

La ricchezza materiale è l’espressione di una ricchezza interiore che si è consolidata trasformando i pensieri di carenza in pensieri di abbondanza. E c’è una domanda che puoi farti cercando di rispondere quanto più sinceramente possibile: “Per il mio sogno, per essere me stessa, cosa sono disposta a rischiare, a lasciar andare?”

Qui sta la chiave del tuo successo. Accorgiti!

La tua SpiritualCoach, Lucia merico