IL VALORE DELLA SINCERITA’

Voler bene non è sinonimo di lasciar perdere. Qual’è il dono che porta l’essere sinceri in generale con gli altri e in particolare noi stessi? La conoscenza, la direzione in cui stiamo andando. Comprendiamo il punto in cui siamo e questo ci permette di migliorare perché se conosciamo le nostre ombre conosceremo anche la luce che le proietta. 

Ecco il valore della sincerità e dell’onestà con sé stessi, un gioiello prezioso al quale abbandonarci. E quando si tratta di essere sinceri e onesti con gli altri, è bene ricordare che c’è un tempo e un modo per dire ciò che ci sta a cuore. Potrebbe essere utile saper cogliere anche la sensibilità dell’altro perché il “troppo presto” o “troppo brusco” è spesso inutile e dannoso. Piuttosto trovare il modo per essere d’aiuto all’altro nel mettersi in una condizione di apertura così da poter ricevere una verità, e possiamo farlo solo esprimendo i nostri sentimenti con amore e rispetto.

IMG_0848

La sincerità e l’onestà non hanno bisogno di un pulpito: non è di chi la predica ma di chi la pratica. I nostri sentimenti, i risultati sono la cartina di tornasole della nostra verità: non possiamo mentire, non così a lungo come crediamo.

Oggi sii informale e libero da etichette e osserva qual’è il segreto dentro di te così nascosto da non aver mai osato rivelarlo perché temi fortemente il giudizio altrui. Pensa che sollievo sarebbe se potessi liberarti del suo peso.

Se vuoi, puoi scegliere di farlo utilizzando la Natura. Trova un luogo dove poter stare con te stesso, solo con il tuo cuore e l’Universo. Quando ti senti pronto/a sussurra il tuo segreto nella sincera richiesta che l’aria intorno a te lo possa sollevare e così sentirti leggero/a e in pace. Ascolta e godi di questa leggerezza, apri le braccia e immagina tu stesso/a mentre finalmente ti sollevi libero/a.

A volte non c’è bisogno di fare gesti eclatanti per essere liberi. La vita ama la semplicità. Accorgiti.

NESSUN UOMO E’ UN’ISOLA

Nessun uomo è un’isola. Siamo legati ai genitori che ci hanno concepito e allevato, agli insegnanti che ci hanno istruiti, agli amici che ci hanno incoraggiati e a quelli che non hanno creduto in noi. Siamo legati a coloro che cuciono e producono il cibo che mangiamo, confezionano vestiti, scrivono libri che danno forma al nostro pensiero e di fatto siamo collegati a tutti coloro i cui sforzi aiutano a tenere insieme il tessuto sociale. Non c’è nessuno al mondo che non sia legato a noi.

Benché il mondo interiore di ciascuno e quello esterno della realtà sembrino distinti, in definitiva non sono due ma uno, non solo interconnessi o reciprocamente dipendenti, ma sono inseparabili l’uno dall’altro. Nel buddismo viene definita come “il vero aspetto di tutti i fenomeni”.  (riflessioni dal libro Il Budda allo specchio)

IMG_0646.PNG

Individuo e ambiente sono fondamentalmente una cosa sola e per questo motivo qualunque sia lo stato di vita che manifestiamo, esso si manifesterà simultaneamente anche nell’ambiente.  Quando è importante, dunque, essere consapevoli dei nostri pensieri e delle conseguenti azioni?

“L’ambiente è come l’ombra, e la vita è come il corpo” scrive Nichiren. Se il corpo vacilla, anche l’ambiente intorno a noi vacilla. Se il corpo mostra rispetto, l’ambiente di rimando mostrerà rispetto.  Una persona le cui tendenze vitali di base sono il lamento, l’angoscia e l’infelicità influenzerà l’ambiente circostante portando in esso queste qualità.  Lo stesso vale per chi ha con sé la gioia e l’altruismo, lo spirito di servizio e la determinazione: l’ambiente esterno godrà inevitabilmente di queste caratteristiche.

Nessuno è responsabile della nostra felicità, e questo probabilmente lo hai letto molte volte. Lo voglio sottolineare: non possiamo essere felici fin quando qualcun altro non cambia e nessun valore è determinato dal conto in banca.  Cercare “fuori di noi” equivale a non trovare mai veramente ciò che ci appartiene. Il viaggio è ancora lungo, per quel che mi riguarda. Scrivo, rifletto e mi accorgo.

VISIONE

Image (42)

Proprio come scelgono di fare molte aziende, ciascuno di noi dovrebbe scrivere Valori, Missione e Visione della propria esistenza.

A mio parere, sono pilastri fondamentali per raggiungere gli obiettivi prefissati e mantenere alta l’energia vitale, linee guida alle quali orientarsi nei momenti di difficoltà.

Vivere secondo i tuoi valori, conoscere la tua missione in questo mondo e avere una visione di ciò che vuoi essere ti rendono un esempio d’ispirazione. Accorgiti!

VIVI SEGUENDO I TUOI VALORI

IMG_9011

Proprio come per le aziende, ognuno dovrebbe scrivere Valori, Missione e Visione della propria esistenza. Sono, a parer mio, pilastri fondamentali per raggiungere gli obiettivi prefissati e mantenere alta l’energia vitale, linee guida alle quali orientarsi nei momenti di difficoltà. Vivere secondo i tuoi valori, conoscere la tua missione in questo mondo e avere una visione di ciò che vuoi essere ti rendono un esempio d’ispirazione. Accorgiti!

LA CALAMITA PREOCCUPATA NON ESISTE

IMG_6773

Solitamente la nostra grande opportunità e il nostro grande successo si presentano quando meno ce lo aspettiamo. Occorre prendere le distanze quel che basta perché la grande legge di attrazione possa agire. Non vedrete mai una calamita preoccupata o ansiosa. Essa si drizza e non ha nessuna preoccupazione perché sa bene che gli aghi non possono evitare di esserne attratti. Le cose che desideriamo a ragion veduta, ci si presentano quando molliamo la presa.
(La porta segreta del successo)

E sottolineo che questa considerazione vale anche per gli insuccessi: la calamita funziona ugualmente. Quando ti aspetti il meglio attrai a te le condizioni necessarie per vivere il meglio, esattamente come quando ti aspetti il peggio.

Se sono anni che lavori con impegno al conseguimento di uno scopo senza risultati evidenti – a meno che tu non sia dotato di una particolare forza mentale – il risentimento (anche lieve) e l’invidia (anche lieve) inizieranno a roderti. Questa è la visione che generalmente – e unita ad altre visioni similari – potrebbe sabotare il tuo risultato. C’è un legame tra l’atteggiamento e il tuo livello di felicità. Quando sei in una condizione di “aspettativa rilassata” ti trovi nella condizione mentale ottimale per conseguire il successo nella vita.

Il tocco magico che fa accadere tutto è la tua fede, la fiducia che ti permette di attrarre a te ciò che hai desiderato. E non parlo solo della fiducia in te stesso e nelle tue capacità: quelle potrebbero risultare limiate. Intendo la fede in qualcosa di ancor più grande, del potere superiore che ci ha creati, che ha reso possibile tutto: io lo chiamo Dio, tu chiamalo come più ti piace. Quando sei fortemente fiducioso, lanci il tuo intento e poi lasci che sia, che accada, forte del fatto che non devi darti pena per il domani: vivi il qui e ora benedicendo ciò che è intorno a te, ciò che già possiedi, generando così i presupporti per altre condizioni a cui dare la tua felice benedizione.

Preparati per le cose benne della vita, sii felice di accoglierle, divieni mentalmente prospero, agisci con prosperità, muoviti come se fossi già felice e accorgiti quando il dubbio e la preoccupazione arrivano a disturbare la tua beatitudine. A quel punto accoglile, dì loro “grazie” e lascia che vadano per la loro strada. Anch’esse sono parte di te e sono lì proprio per mettere alla prova la tua fede, per farti consolidare la tenacia, l’amore per te stesso ma soprattutto la conoscenza di te stesso.

Dissolvi le mura che circondano il tuo successo attraverso un’aspettativa potenziante, riponi la fede in Dio e lascia che la vita ti risposta con prosperità.
Accorgiti!

I VALORI

IMG_7394

La fine dell’anno è il giorno, più di ogni altro, dove le promesse si accumulano tra un brindisi e l’altro. Ci si sente più propositivi, più buoni nei confronti della vita, pronti a cambiare in un batter d’occhio tutta la propria esistenza. “Voglio essere ricco, avere relazioni felici, vivere nel benessere, raggiungere il mio sogno, essere in forma fisica perfetta…” e poi, finiti i bagordi, pochi mettono davvero in pratica ciò che si sono prefissati, generando dentro e intorno a sé un’alone di pesante frustrazione.

La facilità con cui si ritorna a dormire nel procrastinare è straordinaria e alla portata di tutti. Molto più facile continuare a lamentarsi che mettere in pratica ciò che si è prefissato. A mio avviso, sono carenti di un valore importante: la tenacia. Essa deve entrare a far parte dell’elenco dei tuoi valori personali e soprattutto messa in pratica, proprio come ognuno di essi. Vivere seguendo i propri valori è molto importante per una vita di successo, e non intendo solo a livello economico, bensì una ricchezza di carattere, di filosofia, di concezione delle cose, di atteggiamento, e il denaro contante sarà la logica conseguenza.

“L’essere umano capace, ambizioso, che lotta per il successo, deve capire che il termine “ricco” ha infinite sfumature di significato. Per giustificare se stesso e la propria ricchezza, egli deve saper essere ricco virtualmente in ogni senso positivo del termine. |…| Per essere davvero ricchi, indipendente dall’avere o non avere fortuna, un uomo deve vivere seguendo i propri valori. Se questi valori non sono significativi a livello personale, non c’è guadagno economico in grado di celare il vuoto di una vita prima di tali valori” è ciò che scrive John Paul Getty nel suo libro How to Be Rich.

Oggi è il giorno perfetto per scrivere i tuoi valori e, di fianco a ognuno di essi, scrivere cosa farai da domani per metterlo in pratica. Agire è la parola chiave per una vita felice.

Buon Splendido Nuovo Anno a tutti!

SPIRITUALCOACH – Percorsi di Crescita Personale e Spirituale

VALORI
Etica, trasparenza e un’attenzione consapevole che privilegia la natura umana sono i valori principali di SpiritualCoach, che vuole essere un punto di riferimento per conoscenza e consapevolezza nella cultura della crescita personale e spirituale, generando valore in ogni persona che entra in contatto con noi.

VISIONE
La visione che ispira e guida SpiritualCoach è basata sulla volontà di generare un mondo fatto da persone che conoscono profondamente e consapevolmente se stesse e il proprio scopo di vita.

MISSIONE
SpiritualCoach ha come missione la conoscenza consapevole e profonda di se stessi per un’evoluzione planetaria.

TI TENGO IN PUGNO!

Incontro una giovane donna che non vedevo da tempo e ci siamo fermiamo a chiacchierare davanti a un caffè. Mi racconta che sono cambiate molte cose nella sua vita: ha ridotto il seno, un piccolo intervento al naso per sentirsi più raffinata e una addominoplastica per indossare al meglio il bikini. L’ascolto mentre cerca di convincermi di quanto sia felice dopo aver finalmente ritoccato quelle parti del corpo che non le piacevano, ma la mia deformazione professionale mi porta a sentire oltre le parole: ho la percezione che ci sia qualcosa che la disturba.

Ho imparato a fidarmi delle mie sensazioni e continuo ad ascoltare la sua apparente serenità che fà a botte con la mia sensazione di disagio. Dopo qualche minuto di racconti felici, finalmente inizia ad aprire il suo cuore e a raccontarsi: tutti questi interventi li ha fatti per compiacere un uomo con il quale ha avuto una relazione durata sei anni e che da qualche mese l’ha lasciata per un’altra donna. Conosco come ci si sente a essere lasciata dopo una lunga relazione: l’ascolto si fa ancor più interessante.

Racconta che lui ha pagato gli interventi chirurgici e lei ha accettato perché pensava che così avrebbero potuto stare insieme per sempre. In fondo, quando si guarda allo specchio, non si sente poi così male: ma ogni singolo punto di sutura sul suo seno le ricorda la separazione. Abbozza un leggero sorriso, mentre dai suoi occhi scendono due lacrime che, imbarazzata, provvede istantaneamente ad asciugare passandosi le mani sul viso. “In fondo gli uomini apprezzano questo ben di Dio che vedono e ora sono io, finalmente, a tenerli in pugno” dice abbozzando un sorriso.

Su quest’ultima affermazione ci alziamo e mi saluta frettolosa con la promessa di incontrarci presto, magari per una cena o, forse, un altro caffè. La guardo allontanarsi sui suoi tacchi alti nella speranza che, un giorno, possa capire dove guardare davvero per essere felice e penso che, come lei, sono molte oramai le donne che confondono l’amore con l’estetica. Qualcuno di voi potrebbe pensare che la responsabilità sia della società, dei media, della pubblicità che, come ben si vede, certamente non ama le donne.

No, non è così! La responsabilità è delle donne che, ancora, confondono l’amore con il possedere, lo quantificano pensando che ce ne sia solo una certa misura arrivando a toccare, a volte, il fondo nella speranza di catturare l’uomo tanto sognato. E’ la conoscenza che manca, il sapere chi sei veramente e la volontà di ricercare un nuovo modo di essere. Il tuo potere reale, Regale e femminile non ti ha mai abbandonata! Resta quieto in attesa di essere risvegliato e non ha nulla a che fare con ciò che credi di essere oggi, con i valori maschili acquisiti e l’aggressività espressa come unica possibile via verso la libertà. E tutto a svantaggio tuo e degli uomini intorno a te, che fuggono a gambe levate.

Condivido con voi un mio post di qualche tempo fa, nella speranza che in ogni Donna che lo legge possa nascere la scintilla della volontà di conoscere, comprendere e accettare un cambiamento a favore della libertà.

IMG_6322

Far emergere il femminino che è presente in modo naturale nel cuore di ogni Donna che incontro è uno degli obiettivi che mi sono posta in questa vita. Quotidianamente la mia attenzione è rivolta a ciò che sono: ne osservo le dinamiche mettendomi in discussione e confrontandomi con altre donne che sono in cammino, con me. E da questa osservazione nasce un’espressione di pace e armonia che non è sinonimo di immobilità: tutt’altro! E’un’onda che trasferisce il suo movimento al mondo e ritorna ancor più amplificata. Questa forza diventa mente, corpo e spirito, in unione perfetta con il Tutto. Un continuo nutrimento che viene espresso anziché essere seppellito sotto una fitta patina di valori maschili, efficaci per ogni Uomo, impropri per ogni Donna. A ognuno il suo compito, per ristabilire quell’alternanza che porta a vivere la vita come una danza, dove entrambi i ballerini a volte guidano, a volte si lasciano guidare

Per ogni Donna e Uomo, per il Pianeta intero.